Zelig, tutti contro la Incontrada: “Accuse false”

Zelig, tutti contro la Incontrada: “Accuse false”

Zelig risponde alle accuse di Vanessa Incontrada: la sua 'brutta' esperienza è dovuta a un suo 'problema' con l'aspetto fisico

    Vanessa Incontrada1

    La grande ‘famiglia’ di Zelig risponde compatta alle accuse lanciate qualche giorno fa da Vanessa Incontrada, smentendo di fatto quanto denunciato dalla showgirl spagnola in un’intervista a Vanity Fair, che ha descritto maschilista e in un certo qual senso ‘retrogrado’ l’ambiente di Zelig, indicando in questo la principale causa del suo addio. Ad accogliere le reazioni del gruppo di Zelig Tv Sorrisi e Canzoni in edicola oggi: “Escludo in modo assoluto che ci siano state pressioni sia sulla maternità, sia sul peso di Vanessa” dice Michele Mozzati, padre con Gino Vignali e Giancarlo Bozzo della ‘mecca’ del cabaret tv.

    Qualche giorno fa Vanessa Incontrada ha descritto Zelig come un ‘covo’ di maschilisti, impegnati a prenderla in giro per l’aumento di peso e pronti a farle pesare la maternità. Ad averla ferita di più, però, l’atteggiamento delle colleghe, che invece di esserle solidali pare abbiano aggravato il ‘mobbing’ patito tanto da lasciarle “un brutto ricordo“.

    “Zelig è l’ambiente ideale per lavorare” ha detto ieri Paola Cortellesi dal Giffoni Film Festival e ora arrivano le dichiarazioni ufficiali del gruppo guidato da Gino & Michele. Proprio quest’ultimo fa le veci di portavoce in’un intervista rilasciata a Sorrisi: oltre ad escludere pressioni sulla Incontrada pre e post maternità, Michele difende il gruppo: “Chi è con noi da tanti anni sa come lavoriamo. Forse c’è una sensibilità particolare di Vanessa rispetto a Zelig, che si riflette nelle interviste in un’immagine del programma molto lontana dalla realtà“. E aggiunge di sentirsi “in imbarazzo a dover difendere le donne che lavorano con noi: so che sono fantastiche e corrette nel lavoro e amiche nella vita”.

    A difendere la ‘categoria’ intervengono anche due esponenti di rilievo della compagnia, Katia (del duo Katia & Valeria) e Teresa Mannino. “Io non ho mai subito pressioni, né da donne né da uomini – dice Katia, neo mamma come la collega – sia io sia Valeria siamo tornate sul palco subito dopo la maternità con i nostri chili in più“. Le fa eco un’altra neo mamma, Teresa Mannino: “A Zelig non ho mai visto maschilismo.

    Anzi, noi donne siamo spesso coccolate perché poche e più esposte. Credo che Vanessa abbia sviluppato una sensibilità maggiore. La stampa l’ha attaccata per il peso. Forse, pur essendo una brava attrice è fondamentalmente una bella donna e sente di più il problema“. Beh, in quest’ultima frase un ‘pizzico’ di fastidio nei confronti della Incontrada lo avvertiamo: è una reazione alle accuse o un ‘residuo’ di quanto denunciato da Vanessa?

    477