Zelig 1 si gialappizza e vive della verve di Katia Follesa, Canalis senza tempi comici

La prima puntata di Zelig 1 ha visto l'esordio di Elisabetta Canalis: per la showgirl sarda ci sono molte cose da migliorare

da , il

    Zelig 1 prova la strada della Gialappa, eleva a diva Elisabetta Canalis e gioca sulla verve di Katia Follesa. La prima puntata dello show comico di Italia 1, dedicata ad Andrea Brambilla (Zuzzurro), “uno di Zelig“, come riportava la scritta in apertura, ha proposto un florilegio di novità nel cast: dall’autista palermitano Francesco Rizzuto a Maria Pia Timo in versione SOS Tata, dalla dog sitter spagnola di Marta Zoboli al politico che parla per supercazzole di Salvatore Marino.

    L’attenzione, però, era inevitabilmente concentrata sulla special guest Elisabetta Canalis, che ha affiancato i conduttori Davide Paniate e Katia Follesa: molte delle gag sono state giocate sulla sua provenienza americana e sul suo essere star. Ma, perché gli sketch potessero avere successo, era necessaria una certa collaborazione da parte della showgirl sarda, che invece si è rivelata legnosa e priva di tempi comici.

    Per il resto, Zelig 1 si è fatto notare per l’introduzione di molti collegamenti in esterna (come faceva la Gialappa’s nei vari Mai dire), che però lasciano confusi: potrebbero andare bene in uno studio televisivo, ma non in un locale adattato a studio. Ce n’era davvero bisogno? Non si corre il rischio di “raffreddare” il tutto?

    Qualche nota sui comici: divertente la parodia di Giuliano Sangiorgi ad opera di Gigi Rock, con una canzone in stile Checco Zalone. Colpisce, invece, che il pezzo del genovese Andrea Di Marco (cantare un brano noto come lo farebbero artisti celebri: per esempio il Pulcino Pio re-interpretato da Branduardi e Capossela) sia praticamente identico a quello di un altro genovese, Fabrizio Casalino, a Colorado. Da segnalare anche una piccola caduta di stile, quando Di Marco ha fatto dell’ironia sulla gioia di vivere di Luigi Tenco: si poteva evitare.

    In sintesi, Zelig 1 ha mostrano una freschezza notevole (ultimamente è sempre accaduto così, lo Zelig piccolo è spesso stato più divertente e coinvolgente dello Zelig grande, ormai sovraccarico) e con una scrittura decisamente più brillante rispetto ai Colorado e Made in Sud che l’hanno preceduto. Sarà premiato dagli ascolti? Ricordiamo, in ogni caso, che da settimana prossima lo show sarà trasmesso il lunedì sera.

    Battute migliori della serata:

    A Palermo la zona disco è masterizzata (Francesco Rizzuto)

    Cercate di non confonderci, lei è la mora e io sono la bionda (Katia Follesa, parlando di lei ed Elisabetta Canalis)

    I bambini sono come le scorregge: si sopportano solo se li fate voi (Maria Pia Timo)