XFactor, caccia al sostituto di Simona Ventura

XFactor, caccia al sostituto di Simona Ventura

Solo 10 giorni per decidere il nuovo giudice di XFactor, destinato a sostituire Simona Ventura che ieri ha comunicato a pubblico e colleghi di non voler proseguire nell'avventura del talent di RaiDue

    Entro 10 giorni dobbiamo decidere, stanno per cominciare i casting“: questa la dead-line decisa da Giorgio Gori e Antonio Marano, informati già da qualche giorno della decisione di Simona Ventura di lasciare XFactor e già sulle tracce di una sostituta o di un sostituto. E circolano i nomi di Antonella Clerici, Lucilla Agosti, Victoria Cabello, Lorella Cuccarini e Daria Bignardi. In alto l’omaggio ai tre giudici alla fine di XFactor 2: “Senza di loro XFactor non sarebbe stato quello che è stato“.

    E’ Marinella Venegoni dalle colonne de La Stampa a fare un po’ il punto di quanto sta accadendo dietro le quinte del talent show di RaiDue. Giorni febbrili impegnati nella valutazione delle candidature di molti personaggi tv chiamati al difficile compito di sostituire Simona Ventura dietro al banco dei giudici della terza edizione di XFactor, i cui casting dovrebbero iniziare il 5 giugno, anche se si sta pensando a un piccolo slittamento.

    Cerchiamo un uomo o una donna. Deve essere un personaggio con forte popolarità televisiva, che possa tener testa agli altri due giurati: un’anima pop come Simona, insomma, che sposava la musica alla tv“, dice Giorgio Gori, anche se il direttore di RaiDue, Antonio Marano, vorrebbe una donna e la ricerca, se possibile, si fa più difficile. Nessuna recriminazione da parte di Gori, che già ieri aveva fatto sapere a Simona di rispettare la sua scelta: “In questi anni la sua vita è stata tutta spostata sul lavoro, nella stagione che sta finendo ha avuto sulle spalle XFactor, L’Isola dei Famosi più 35 puntate di Quelli che il calcio. In più ha tre ragazzi cui stare dietro. Capisco che abbia scelto i programmi di cui è conduttrice, dove ha gratificazione e credibilità“. Anche se, fa notare la Venegoni, il prossimo anno potrebbe terminare l’esperienza a Quelli che il Calcio: la Rai non ha più i diritti per il campionato di calcio (anche se questo in passato non ha fermato la trasmissione) e i tagli al bilancio potrebbero far chiudere il programma nato nel 1993 con Fabio Fazio.

    Simona quindi potrebber restare solo con l’Isola dei Famosi.

    La stessa Venegoni sembra confermare l’ipotesi che dietro la scelta di Simona Ventura ci sia sì la stanchezza ma non per il super lavoro, quanto per il ruolo da ‘voce del popolo’ in un consesso molto tecnico che ha in Morgan il musicista colto e in Mara Maionchi la produttrice pragmatica: un ruolo che evidentemente l’ha stancata e che come dice la stessa Maionchi “le ha fatto prendere tante botte“. “Ma prenderle ancora, per le ingenuità nel campo musicale almeno, non rientra nel suo temperamento“, dice la Venegoni, che quindi finisce per avvalorare la tesi di Dagospia, che vede dietro all’abbandono di XFactor uno scontro e non una consapevolezza familiare.

    Tornando ai commenti sulla decisione della Ventura, cui abbiamo dato risalto ieri, chi esce un po’ fuori dal coro è Francesco Facchinetti, l’unico ad ammettere candidamente che senza SuperSimo XFactor non sarà più la stessa cosa. Orfano del suo mentore, ora Facchinetti si ritrova da solo a gestire un palco non proprio semplicissimo, che però è riuscito a domare bene nelle precedenti due edizioni.

    Intanto bisogna far presto: i casting incombono e i tre giudici sono fondamentali nella prima fase delle selezioni. Non resta che aspettare le decisioni di Gori e Marano e vedere chi sarà il nuovo volto di XFactor.

    723