XFactor, blogcronaca della quarta puntata. Escono Dante e i 4 Sound

XFactor, blogcronaca della quarta puntata. Escono Dante e i 4 Sound

XFactor, blogcronaca della quarta puntata

    XFactor, blogcronaca della quarta puntata. Escono Dante e i 4 Sound

    Fresco del riconoscimento di Rivelazione tv dell’Anno attribuitogli dal 48° Premio Regia Televisiva, Francesco Facchinetti si prepara a condurre la quarta puntata di XFactor, primo dei due appuntamenti domenicali (causa elezioni) con il talent show di RaiDue. Prevista per stasera una doppia eliminazione: vedremo come la new entry, Silvia Aprile, abbia smosso gli equilibri più o meno stabilitesi nel loft. In alto il primo vero vincitore della trasmissione, il cantante cimiteriale Mauro Petrarca.

    La scorsa settimana XFactor ha visto l’uscita degli FM e l’ingresso della davvero talentuosa Silvia Aprile, già entrata nel mercato discografico con un suo prodotto pubblicato nel 2007, Cortometraggio, ora alla ricerca della sua vera occasione. E’ bastata comunque la sua prima esibizione per incantare pubblico e critica e per lanciarla nell’Olimpo dei possibili vincitori: di certo la sua bravura minaccia il titolo già virtualmente assegnato a Tony Maiello, destinato, in ogni caso, ad un proseguo di carriera, indipendentemente dalla vittoria finale, peraltro molto probabile considerato l’appeal che esercita sul giovane pubblico femminile, particolarmente incline al televoto.

    Intanto questa sera la puntata tornerà a sancire una doppia eliminazione, una per ciascuna manche in cui saranno divisi i 10 concorrenti ancora in gara. Ancora scelte difficili per i tre giurati, Simona Ventura, Morgan e Mara Maionchi, che tra un “mortacci tuoi” e un “vaffa” dovrà nuovamente collaborare a definire gli esclusi dal talent.

    Per la “rubrica” Talenti Incompresi, questa settimana saliranno sul palco due tra Cristina il Soprano, i Dark Angels e Roberto il Califfo: la chance di esibirsi in prima serata verrà data loro dal pubblico di Internet che può votare il proprio preferito sul sito www.xfactor.rai.it.

    Intanto crescono le polemiche dei cantanti con i propri vocal coach: nonostante il rimbrotto rivolto da Simona ad Antonio la scorsa settimana - dopo la sua polemica con il preparatore e con Morgan – è toccata questa settimana a Dante Pontone scontrarsi con Simona e con Michele Fischietti. Contestata da Dante l’assegnazione del brano “Ti Pretendo” di Raf, non vista dal cantante consona al suo stile. Maretta anche nel gruppo di Mara Maionchi, dove Ilaria è riuscita a convincere il capitano a portare il suo cavallo di battaglia, Oceano, brano con il quale si era presentata ai provini, mentre Silvia ha rifiutato Elton John optando per Come tu mi vuoi di Mina, con la finale benedizione di Mara e del coach Nicolò. La domanda nasce spontanea: a che servono i vocal coach e i capitani se poi i cantanti finiscono per fare quello che vogliono? Vedremo se questi cambi avranno ripercussioni sulle performance e sui giudizi della Giuria. A più tardi con la blogcronaca in diretta web della quarta puntata di XFactor, dalle 21.05 di Televisionando.

    21.03
    Benvenuti alla quarta puntata di XFactor: Francesco Facchinetti saluta il pubblico giusto per introdurre il filmato introduttivo che riassume l’andamento della settimana e soprattutto le impressioni post puntata di mercoledì scorso. Qualche annotazione da parte dei capitani/giudici sulle esibizioni dei propri ragazzi e qualche nota critica e qualche polemicuccia tra i giudici pronti nuovamente a darsi battaglia questa sera. Per Morgan Simona non capisce la complessità degli arrangiamenti e delle esibizioni dei gruppi vocali, per Simona Morgan non ha mai creduto tanto negli FM, usciti nella scorsa puntata, mentre Mara si concentra sulle difficoltà riscontrate nella preparazione della scorsa puntata, risollevatasi con l’ingresso di Silvia Aprile. Alla fine, nonostante i battibecchi i tre giudici non mancano di scambiarsi attestazioni di stima. E dopo 13 minuti di bilancio sulla scorsa puntata, Francesco chiama la pubblicità.

    21.20
    L’intro non è ancora finita, però: spazio ancora per un rvm sui giudici, ma a questo punto sarebbe quasi il caso di far entrare i cantanti, no? Alle 21.25 parte finalmente la sigla, mentre giuria e cantanti si preparano all’ingresso. Pare che nessuno si aspettasse la doppia eliminazione questa settimana: che sia un segno di finale anticipata?
    Meravigliosa la mise di Simona, in total black corredato da cappellino che farebbe invidia alla regina Elisabetta, mentre Morgan si presenta con mascherina nera sugli occhi e Mara sfoggia orecchini con teschio. Francesco annuncia un regalo per i concorrenti, un incoraggiamento di Leona Lewis, ormai diventata il miglior testimonial del format nel mondo.
    La prima manche vede scendere in campo:
    Dante Pontone
    Aram Quartet
    Ilaria
    Sei Ottavi
    Antonio

    Uhm, selezione durissima: per Morgan sono Antonio e Dante i candidati al ballottaggio, Simona risponde con Sei Ottavi e Aram Quartet, mentre Mara, per non scontentare nessuno, opta per Antonio e Sei Ottavi.
    Ma entra Dante sull’urlo di Simona che per annunciare che il suo pupillo canterà una canzona italiana grida “Viva l’Italia, Viva il popolo italiano!”. A Dante tocca Ti Pretendo di Raf, scelta sulla quale non è per niente d’accordo, essendo meno incline alla musica italiana. Particolarmente gelido questa sera Dante, almeno sull’attacco: si scioglie piano piano e riesce a dare una sua lettura al brano, servendosi della sua voce, indubbiamente calda.
    Mara: “Hai avuto dei problemi in questa canzone, il pop non ti si addice anche se te la sei cavata”; Morgan: “Molle la prima parte poi ti sei acceso, il tuo esperimento è andato bene, contrariamente, forse, a quello che tu stessi pensavi”; “Simona: “Mi sei piaciuto e la canzone è arrivata: bisogno misurarsi anche sulle cose che non si conoscono o che non piacciono”, oltre i pregiudizi, come suggerisce Morgan. Dante sottolinea ancora il suo disappunto sull’arrangiamento, lontanissimo dal suo mondo di cui ancora non ha fatto sentire niente. E come per Amici, in questo caso dopo l’esibizione, parte l’rvm sulla difficile settimana tra Dante e Michele Fischietti, il vocal coach, nella quale si immischia anche Antonio, protagonista di analoga situazione la settimana scorsa.
    In effetti il malessere è trasversale nella squadra: tutti si lamentano, mentre Fischietti punta sulla scarsa professionalità e sulla poca umiltà dei concorrenti. Il clima non è propriamente idilliaco. Il video riporta anche il tentativo di riappacificazione e chiarimento messo in atto da Simona, che rimprovera anche Fischietti, al quale chiede di essere meno intransigente.
    Si torna in diretta e Francesco dà la parola a Michele, che non dà un grande peso al litigio con Dante, fonte di ulteriore conoscenza e amicizia. La sintesi di Fischietti è: “Mi arrabbio quando vedo un talento come il suo perdere tempo a lamentarsi. Se fa il barista forse non è solo perché non ha avuto l’occasione, ma forse dipende dall’atteggiamento. Battisti aveva un talento piccolo e con tanto lavoro è diventato quello che è stato”. E qui Mara salta dalla sedia, urlando all’eresia, mentre Morgan consiglia a tutti i cantanti del gruppo 25+ una terapia di gruppo. Simona li difende a spada tratta, mentre Morgan ne sottolinea due grandi difetti, l’assenza di umiltà e rispetto. “Ci sono dei ruoli (oddio, anche qui!), un conto è contestare, un conto è minacciare!”. Si riferisce al fatto che Dante ha minacciato di mettergli le mani addosso. Due caratteri forti, due ruoli diversi per dei coetanei che fanno fatica, evidentemente, a riconoscere in lui una guida. Francesco chiede a Mara come si comporterebbe in un caso del genere da discografica, e la risposta non può che essere una, ovvero cercare un accordo tra le due parti. Modestia e umiltà ormai sono le parole d’ordine dei talent ed è, a nostro avviso, un segnale preoccupante.

    21.55
    Finalmente è il momento degli Aram Quartet, che affrontano un altro classico del rock, come da desiderio del capitano, The Logical Song dei Supertramp. Uhm, meglio nell’esibizione dei Beatles della scorsa settimana, per quanto sempre bravi.
    Simona consiglia un po’ di lezioni di inglese (effettivamente un po’ latitante) e basta, Mara invece conferma il suo solito giudizio “siete proprio bravi”, mentre Morgan è soddisfatto per come è stata affrontata questa difficile sfida e vede in loro una grande carta per la discografia nazionale. Ormai Morgan è lanciato nel mondo della discografia. E per sottolineare la differenza con la squadra dei 25+, gli Aram ringraziano Andrea, il vocal coach che ha sostituito in questa settimana Gaudì, indisposto.

    22.01
    Arriva Ilaria che canta il suo cavallo di battaglia, Oceano, dopo aver rifiutato Ballando sul mondo di Ligabue. “Se devo uscire voglio farlo dimostrando quello che so fare”, la motivazione addotta da Ilaria che ha così convinto Mara. Ilaria si accompagna al pianoforte e il risultato è davvero convincente, la ragazza spacca, mentre Mara si commuove, ancora. Morgan: “Mara ha fatto bene ha darti retta, il pezzo è meraviglioso (scritto da Leo Zed e cantato da Lisa) e l’hai cantato bene nonostante alcune imperfezioni di intonazione”; Simona: “Si è apppoggiata al suo cavallo di battaglia, ma questa scelta è dovuta alla paura di Silvia?”. Ovviamente Ilaria nega, anche perchè sono molto diverse a detta sua e di Mara: la scelta è stata solo dovuta al desiderio di esprimere chi sono davvero”.

    22.09
    Altro rvm sulle impressioni dei giudici sulle impressioni della scorsa settimana. “Valla a capire la gente, il televoto è imprevedibile, credi che il pubblico sia semplice, ma non è così. Mica tutti quelli che votano hanno ragione”, dice Morgan e il pensiero è indiscutibile, nonostante Simona tenti una difesa d’ufficio del pubblico sovrano.
    Ma tocca ai Sei Ottavi che si cimentano nientepopodimenoche LIBERTANGO di Astor Piazzolla. Annunciamo che saremo implacabili, con i capolavori non si scherza! E’ ovviamente una versione sono vocale, con un inserto della versione di Grace Jones, con una piccola esibizione di tango argentino a margine. Ballerini bravi, il finale flamencato no, non ci voleva. Non si può dire che non siano bravi, ma certi pezzi vanno rispettati!
    Simona: “Apprezzo lo sforzo di non aver fatto Mary Poppins”; Mara: “Bravi, senza dubbio”, Morgan: “Strano che non ci sia la polemica sui Sei Ottavi. Il genere scat gli appartiene, sono vostro!”.

    22.23
    E tornano anche i Talenti Incompresi, in un rvm: questa sera se la stanno prendendo con calma, sono le 22.30 e ancora deve finire la prima manche, la tensione così si scioglie, se mai è davvero salita.
    Arriva Antonio, definito da Simona “la luce in fondo al tunnel per Napoli”… ah, però, se bastasse così poco! La canzone scelta da Simona è molto bella e anche condivisa da Antonio, Oggi Sono Io, di Alex Britti. Antonio è nel pezzo, ma non è che ci faccia proprio vibrare.
    Mara: “Canti, bene, sei tecnico, sei bravo, ma mi manca sempre l’emozione. E’ pur sempre un gusto personale, ma mi manca il pathos”; Morgan: “Non so; non userei la parola emozione, ormai abusata. La canzone è bella e porta a casa il risultato, tu hai delle fioriture canore pazzesche, che però non amo e che in una canzone come questa stroppiano.

    E’ il tuo stile, ma a me non piace”; Simona: “So come sei e so che le fioriture sono il tuo modo di essere e di cantare, e a me è arrivato”. Antonio: “Ciascuno vive la sua emozione, non credo che ci volesse pathos in questo pezzo, e per quanto riguarda le fioriture le ho contenute proprio per rendere giustizia al brano”.
    Bravo, replica asciutta. E arrivano i complimenti anche da Fischietti, per il quale ha cantato meravigliosamente.

    22.35
    Sta per arrivare il giudizio del televoto e tra poco qualcuno di loro dovrà lasciare il programma. Simona teme un po’ per Dante, anche a causa delle polemiche riportate nei filmati riproposti in puntata. Ed entrano i cinque protagonisti della prima manche, raggiunti dai capitani. Un problema tecnico, non meglio specificato, riguardante il televoto ferma per un attimo il rito dell’annuncio dei sopravvissuti. Francesco occupa il tempo facendo domande ai giudici, mentre arriva la busta. L’impressione è che abbiano scambiato le buste (?). Passano il turno gli Aram Quartet, [Che dice Morgan? "Chi non salta Berlusconi è!" ODDIO], Ilaria e Antonio, sul quale non avremmo scommesso. In ballottaggio Sei Ottavi e Dante, che ricantano, e non abbiamo capito ancora il perchè, visto che a giudicare sono i capitani delle squadre. Onestamente, però, questa volta i Sei Ottavi ci sembrano più slegati e disarmonici, sarà un’impressione. Toccherà a Mara decidere chi far fuori: Simona, ovviamente, salva Dante, Morgan, ovviamente, salva i Sei Ottavi e Mara elimina, con la solita difficoltà, Dante, a sorpresa e punta discograficamente sui Sei Ottavi. Una mossa autentica o il desiderio di far uscire, a prescindere, un membro della squadra della Ventura? Mara chiarisce di non aver scelto per vendetta nei confronti di Simona, ma semplicemente perché rappresenta comunque una scelta meno originale rispetto ai Sei Ottavi. C’è spazio anche per la fidanzata di Dante, che spara contro la Ventura e Fischietti, augurandosi che da questo momento in poi si mettano di più dalla parte degli artisti. “Ma come ti permetti? Ma taci! Credi che io voglia che esca Dante?”, ma Flavia, la fidanzata, non demorde: “Sapevate che questi pezzi non erano nelle sue corde”. Interviene Morgan, cercando di spiegare che la decisione di Mara deriva non dall’esibizione della serata, ma da un discorso più generale. Francesco cerca di stemperare le polemiche, ma Simona non ci sta e invita la fidanzata a “non mettersi a tappetino e aiutare il proprio compagno” che non molla ed esce in maniera indecorosa, dicendo che “questo è il suo carattere, che il signor Fischietti non può cambiare il suo” e soprattutto chiudendo dicendo “ringrazio per l’opportunità, ma mi dispiace di aver dovuto cantare sempre ‘sta roba qua!“. MENO MALE CHE E’ USCITO, di presuntuosi ci basta Marco Carta, che almeno ha vent’anni, non 32. E Francesco, che non se la tiene, chiude, una volta uscito Dante, dicendo che “questa roba qua” è pur sempre musica italiana.

    23.05
    Il gelo è sceso nello studio e mentre cantano i Dark Angel, talenti incompresi, il pensiero corre a quello che sta succedendo dietro le quinte e all’uscita infelicissima di Dante e della fidanzata. Se Simona potesse menare a tutti e due un paio di ceffoni, secondo noi lo farebbe senza pensarci due volte, (p.s. bravi comunque i Dark Angel, non male). Una delusione vera, una vera caduta, che nel programma della De Filippi sarebbe stato argomento di discussione per almeno 40 minuti e che qui mostra davvero la gratuità di certi atteggiamenti da parte di chi, scelto tra 10.000 persone, non si rende conto della fortuna che ha avuto.

    Nella seconda manche si esibiscono:
    Tony
    Annalisa
    4 Sound
    Emanuele
    Silvia.

    23.12
    Inizia Tony che canta Apologize dei Timbaland. Anche a lui consiglieremmo qualche lezione di inglese, mentre ci sembra un po’ più timoroso e impreciso del solito, soprattutto nei falsetti, anima del brano.

    23.22
    Annalisa propone Minuetto di Mia Martini. Buona l’esibizione, che pecca però di un tono un po’ troppo rabbioso, come del resto è il suo stile.
    Mara: “Cantato bene, forse un po’ troppo teatrale”; Morgan: “Eri emozionata forse per l’eliminazione di Dante, ma sei stata brava”; Simona: “So che l’amicizia con Dante era profonda e il pezzo mi è arrivato in fondo all’anima”. Fischietti si è commosso: la rivelazione della puntata è senza dubbio il vocal coach della squadra di Simona.

    23.30
    Ancora un rvm sulle opinioni dei giudici: per essere un artista bisogna essere belli? Mara e Morgan puntano sulla musica, Simona anche molto sulla bellezza, ma lo si sapeva già, rvm un tantinello inutile. Ma Simona, per difendersi, annuncia che per l’ingresso della prossima settimana proporrà un artista molto più bravo che bello. Perla della Ventura: “Non mi pare che Leona Lewis sia un cesso” e Francesco le dà ragione sottolineando che è: “Un gran pezzo di gnocca”… bonjour finesse. Francesco a Mara: “Hai mai prodotto un artista brutto?”, Mara: “beh Mango non è certo uno per il quale scappi di casa….”, ma aggiungiamo che è davvero molto molto bravo.

    23.37
    I 4Sound presentano Perdono di Tiziano Ferro, il cocco della Maionchi. Un pezzo più tranquillo per i già molto stressati 4Sound, da cui a questo punto ci si aspetta molto.
    Simona commenta solo il make up, simile a quello del maestro, mentre per Mara sono stati bravini. Ancora spazio per i Talenti Incompresi, tra cui uno che si è presentato con le Tagliatelle di Nonna Pina in versione dark con tanto di pettine per le ascelle e un nome che non dimenticheremo mai, Andrea Evangelisti, ricercatore, presentatosi in costume da bagno, con parrucca bionda e con le pinne. Non abbiamo parole… Pubblicità.

    23.51
    Collegamento con il backstage e con Dante: in un rvm Dante, appena uscito, sostiene che Simona non l’abbia mai stimato. Avrebbe preferito cantare cose più difficili, ma che avrebbero messo di più in evidenza le sue caratteristiche. A Simona non va giù per niente: “per chi dice che questo è l’ultimo treno di certo non è un comportamento adeguato. Ho lasciato a casa persone che hanno pianto per giorni, solo per questo dovresti dimostrare rispetto”.
    E tocca all’ultimo asso di Simona, Emanuele, che presenta La donna cannone. Oddio, l’inizio ci sembra un po’ sofferto, almeno anche a guardare l’espressione della Ventura che scruta il volto del vocal coach. Il ragazzo ci sembra commosso e provato.
    Mara: “Un capolavoro di De Gregori, l’hai fatta bene anche se un po’ troppo cantata”; Morgan: “Mara ha ragione: il cantautore si concentra sul testo più che sulla musica, l’importante è mettere a fuoco le parole, farle capire. Ma va bene lo stesso, canti molto bene”; Simona: “Si percepisce il dolore per l’eliminazione di Dante (e i pubblico rumoreggia, anche a ragione, visto che non è morto nessuno) e questo vi fa onore”.

    00.03
    Se Dio vuole siamo all’ultima esibizione, quella di Silvia, la più attesa della serata, che canta Come tu mi vuoi. Nonostante l’arrangiamento da karaoke, Silvia è magnifica: brava, bella e intensa.
    Morgan: “All’inizio pensavo che Mara avesse sbagliato il pezzo, ma poi ho capito che hai molta classe: questa è una sfida che molti avrebbero perso, sarebbe stato facile renderla pacchiana, e invece sei stata elegantissima. Complimenti”; Simona: “Aprezzo il coraggio, ma il paragone con Mina si sente”. Morgan fa i complimenti all’arrangiamento stile Elvis Costello e noi chiediamo scusa per la manifesta ignoranza musicale… non ci era piaciuto affatto.
    Silvia: “Ho legato con tutti nella Casa…”, e l’eco con il Grande Fratello fa immediatamente scattare Francesco che corregge subito con “loft”. Difficile evitare le sovrapposizioni.

    00.10
    Terminate le esibizioni, Francesco chiede chi secondo i giudici dovrebbe uscire, ma tutti dichiarano grandi difficoltà: ciascuno ha una particolarità, tutti hanno una propria personalità, impossibile indicare un eliminato. Ma entra la busta: nella seconda manche si salvano Silvia (più che meritato), Annalisa e Tony. In ballottaggio i 4 Sound ed Emanuele. Ancora una volta tocca a Mara sancire l’eliminato e forse per par condicio questa volta condannerà il gruppo. Si riesibiscono i due concorrenti, in attesa del verdetto dei giudici. Emanuele segue nella replica i consigli di Morgan e il brano prende tutto un altro spessore: più caldo, più intenso, molto più diretto, almeno per noi.
    Morgan elimina, ovviamente, Emanuele, Simona elimina, ovviamente, i 4 Sound, Mara elimina i 4 Sound, pur riconoscendo i loro miglioramenti.
    Morgan tesse le lodi dei suoi allievi, che in quattro settimane hanno lavorato con umiltà e con impegno, mostrando i loro miglioramenti. Tanti complimenti anche da Simona, che non perde così occasione per sferrare un altro colpo a Dante, per lei sicuramente una delusione.

    Si chiude così la quarta puntata di XFactor: l’appuntamento con Scorie è per domani sera, mentre XFactor torna domenica prossima. Buona notte.

    3495