XFactor, videoblogcronaca della nona puntata. Ospite Loredana Bertè. Fuori I Sei Ottavi

XFactor, blogcronaca della nona puntata: nuova eliminazione tra i sette concorrenti e un'ospite d'eccezione, Loredana Bertè

da , il

    I giudici nella nona puntata

    XFactor si avvia verso la conclusione prevista per martedì 27 maggio. Questa sera nuova eliminazione con una novità: ciascun concorrente dovrà eseguire due brani. In attesa di vivere insieme la nona puntata del talent show di RaiDue vediamo cosa è successo in settimana. Ospite della serata Loredana Bertè.

    Una settimana di intenso lavoro per i sette concorrenti, tra ospitate radiotv e prove dei brani che stasera eseguiranno sul palco. Se Emanuele e Annalisa sono stati ospiti già la settimana scorsa di Radio 101, sabato pomeriggio è stata la volta delle new entry Cluster, che si sono esibiti negli studi di Scalo 76. In settimana si è poi svolta la serata speciale dei talenti al Blue Note di Milano, dove I Sei Ottavi, gli Aram Quartet e Ilaria hanno dato vita ad un spettacolo vibrante e molto apprezzato dal pubblico. In apertura di articolo un estratto della loro esibizione.

    Del resto sia I Cluster che I Sei Ottavi sono ben avvezzi ai palchi e hanno anche qualcos’altro in comune, essere passati per l’associazione culturale Solevoci, che cura il canto a cappella in Italia, organizzatrice di eventi, festival e manifestazioni sul tema. I Sei Ottavi hanno vinto il concorso Solevoci nel 2007, mentre i Cluster sono vecchie conoscenze dell’associazione che ha organizzato loro diversi concerti.

    Ma torniamo al talent. Per quanto riguarda l’assegnazione dei brani, due per ciascuno questa settimana, ecco le decisioni partorite dai capitani e dai vocal coach di ciascuna squadra:

    Categoria 16-24, capitano Mara Maionchi

    • Ilaria Porceddu: Fiori rosa, fiori di pesco di Battisti e Time after time di Cindy Lauper;
    • Tony Maiello: Baila Morena di Zucchero e Master Blaster Jammin di Steve Wonder.

    Categoria Over 25, capitano Simona Ventura

    • Emanuele Dabbono: Libera nos a malo di Ligabue e Purple Rain di Prince;
    • Giusy Ferreri: Che cosa c’è, versione di Giuliano Palma, e History Repeating di Sherley Bassey.

    Categoria Gruppi Vocali, capitano Morgan

    • Aram Quartet: Figli delle Stelle di Alan Sorrenti e Good vibrations dei Beach Boys;
    • Sei Ottavi: Medley di Battiato e Blackbird dei Beatles;
    • Cluster: Medley di De Andrè e Enjoy the silence dei Depeche Mode.

    A tra poco per la gara e per la nostra blogcronaca, dalle 21.00 su Televisionando.

    21.05

    Eccoci alla nona puntata di XFactor che ci farà compagnia, come detto, per tutto il mese di maggio. Quartultima puntata: inizia dunque il conto alla rovescia per scoprire chi riuscirà ad aggiudicarsi il premio, il contratto discografico da 300.000 Euro che potrà fare di un talento una vera stella. Parte l’Ante-Factor con il riassunto della puntata precedente.

    21.10

    Si torna in studio per dare il via alla puntata con l’ingresso dei giudici e dei concorrenti. Mascherone da cigno per Simona, un tocco appena appena stravagante, con alte piume a fare da copricapo, mentre Morgan dal cilindro bordeaux e tight sembra quasi normale, se non fosse che il suo vocal coach, Gaudi, è vestito nella stessa identica maniera.

    Continua la gag del succo di frutta che Morgan continua a ‘ciucciare’ durante la diretta, con Francesco Facchinetti che gli fa dono di una maxi confezione appositamente privata dell’etichetta.

    Si fa il punto della situazione: Morgan al momento conduce con tre gruppi, sebbene l’ingresso dei Cluster abbia agitato un po’ gli animi degli altri membri della squadra. Gli Aram, ammettendo il maggior livello tecnico delle new entry, si mostrano preoccupati del confronto, mentre i Sei Ottavi contestano, come Tony, la formula dell’ingresso a tre/quarti di gara. Ma non lo si sapeva già?

    Per Simona la scelta di Morgan di proporre i Cluster è sostanzialmente un errore: “I Cluster fanno scopa con I Sei Ottavi”, intendendo con questo che i due gruppi sono sovrapponibili. Ma Morgan la mette sulla sana concorrenza, prendendo ad esempio la collaborazione instauratasi tra i due gruppi in settimana. Di certo I Sei Ottavi possono temere qualcosa sebbene Morgan sottolini come De Gustibus Non Disputandum Est, tra uno svenimento di Simona e l’esaltazione di Facchinetti. Pubblicità.

    21.23

    Due manches: nella prima manche il televoto indicherà il meno amato che andrà direttamente al ballottaggio. Il primo televoto è “Chi volete salvare”. L’ordine di ingresso è il seguente:

    Aram Quartet

    Ilaria

    Emanuele

    Sei Ottavi

    Tony

    Giusy

    Cluster.

    La seconda manche, invece, rivedrà in gara gli altri sei rimasti in gioco, tra i quali sempre il televoto deciderà chi mandare al ballottaggio. A questo punto toccherà come sempre ai giudici stabilire chi uscirà.

    Iniziano gli Aram Quartet in quella che il capitano Morgan definisce l’esibizione più difficile finora eseguita, Good Vibrations dei Beach Boys introdotto da una parte dei Corali di Bach. Bravi, bravi, bravi, come sempre, anche se ripetere la magia della scorsa settimana non è certo semplice.

    Simona: “Bravi, mi è piaciuto molto anche se preferivo Surfing in USA”; Mara: “Vi ho preferito in altre esibizioni, anche perchè qui ho sentito qualche sbavatura, ma siete all’altezza di ogni situazione”; Morgan: “La difficoltà vocale è sicuramente nell’arrangiamento: loro sono riusciti però a sembrare un tutt’uno, esattamente quello che volevo”.

    21.33

    Mara introduce Ilaria alle prese con Fiori Rosa, Fiori di Pesco. Molto bella la sua esibizione, intensa e ben dosata.

    Inizia Mara, con le lacrime agli occhi: “Brava, ottima interpretazione”; Morgan: “Apprenzzando in toto Ilaria, da un punto di visto artistico, l’ha cantata in maniera intonata, ma leggermente enfatizzata, considerata la lezione di Battisti che faceva del distacco il suo stile, come De Andrè”. Ma Mara interviene, per dire che le donne hanno un atteggiamento emotivo diverso, e Morgan l’accusa di sessismo: “Una donna non può imparare da un uomo?” e Mara: “No!”, Morgan: “Grandi cazzate questa sera!”. La polemica rientra quando Mara inizia a dare ragione a Morgan sullo stile di Battisti, ma alla fine di Ilaria si dice poco.

    21.40

    E’ il turno di Simona che presenta Emanuele Dabbono in Purple Rain di Prince. Se per Mara, Message in a Bottle della scorsa settimana doveva essere erotica qui si va oltre!

    Camicia bianca aperta su canotta nera a rete non riescono però a trasformare un bravo ragazzo in un animale sexy come richiedono interprete e canzone. Emanuele viene un po’ penalizzato da questa canzone, cantata però tecnicamente bene.

    Mara: “Mi sei piaciuto, ti sei sforzato e sei arrivato di più”; si va avanti sul doppio senso “Tira fuori il sesso” detto da Simona ad Emanuele durante la preparazione del brano e tocca a Morgan: “A me del sesso di Emanuele interessa poco, ma hai imparato qualche trucchetto. Non potevi uscire direttamente a torso nudo? Ma musicalmente mi sei piaciuto”.

    21.48

    Parte un rvm sullo scarso ruolo di giudici che nelle ultime puntate i tre capitani stanno assumendo. Sempre più trattenuti per evitare questioni, per evitare le ritorsioni del pubblico – e Simona così ammette che gli attacchi a Ilaria sono stati sospesi per evitarle vantaggi. Mara si difende, attribuendo il suo riserbo sui confronti tra concorrenti per rispettare il gusto degli altri, magari diverso dal suo. Vabbè! Così come Morgan si dichiara un bugiardo cronico, infilando un paio di citazioni (da Pessoa a Leopardi), mentre Simona dichiara che ha cambiato atteggiamento, diventando un po’ più cauta dopo le batoste avute nelle prime puntate da parte del pubblico. Tutti e tre si rifiutano di giurare di dire tutta la verità e nient’altro che la verità. Come dice Morgan questa è una rappresentazione, non la verità: viva la faccia!

    21.55

    Arrivano i Sei Ottavi con Black Bird dei Beatles. Sarà il pezzo, ma questa settimana i Sei Ottavi non ci arrivano come altre volte.

    Simona: “Non conoscevo questa canzone dei Beatles, bravi voi sempre, ma non avendola mai sentita è difficile dare un giudizio”; Mara: “Avete fatto molto bene questa canzone, davvero emozionante” e la voce si spezza nel ricordo dei Quattro di Liverpool. Commosso anche il gruppo che si prepara al giudizio di Morgan: “Avete anche sovrapposto un altro brano, I Will. Mi è piaciuta anche la coreografia che simulava uno stormo. Vocalmente raffinata e natalizia (verissimo, n.d.r.) ma l’avete fatta benissimo. Complimenti”.

    22.03

    Rvm su Mara Maionchi e le sue intemperanze linguistiche, sui suoi doppi sensi cresciuti con la primavera. Si è tornati alla formula delle prime puntate: molte più distrazioni, nonostante la doppia manche. Purtroppo.

    22.06

    Per Tony c’è Baila Morena di Zucchero. Non male, lo stile gli si adatta, anche se si avverte una leggera stanchezza e un po’ di rigidità.

    Simona: “Ma la Morena ti piaceva? Sicuro?”, Tony: “Si, ma io non dovevo far vedere di essere innamorato”, Simona: “Chi te l’ha detto, la Maionchi”. E Morgan: “Non capisco perchè tutta questa pantomima, ma questo brano poteva dimostrare di essere salito di grado. Non è successo, è tornato indietro. Questa finta sensualità non va bene”. E riparte la polemica sui mancati giudizi: Morgan accusa le colleghe di non voler esporsi, o di non voler pensare. E la Mara si inalbera, mentre Simona gli consiglia di scendere giù dal pero: “Rispetta le opinioni degli altri”, dice Simona, e Morgan risponde: “Se c’è un’opinione! Tu dall’inizio dici a Tony che ha una faccia che buca il video e che con l’età che ha e con il viso che ha può cantare ciò che vuole”. Alla fine Morgan spiega il suo atteggiamento: “Esprimere un punto di vista permette di confrontarsi con altri punti di vista, se ci sono. Alla fine, Simona, tu dici la stessa cosa da 9 puntate e a questo punto quello che dici tu lo può dire chiunque”. In poche parole le dice “dai un senso alla tua presenza!”

    22.16

    Rvm sullo stage sul teatro fisico tenutosi in settimana cui hanno partecipato tutti i cantanti: un modo per scavare in se stessi e trovare nuovi modi d’espressione con il corpo e con lo sguardo per migliorare le proprie esibizioni e la propria conoscenza di sè. Simona contesta i giudizi del maestro nei confronti di Giusy che sta per esibirsi, solo dopo la pubblicità.

    22.25

    Entra Giusy con Che Cosa C’è, una canzone molto diversa da quelle finora presentate. Compare su Vespa anni ’60 con tanto di vigile che le fa una multa. Non capiremo niente di musica, sarà che siamo affezionate alla versione di Ornella Vanoni, ma questa esibizione non ci piace.

    Mara: “Sono molto affascinata dalla sua voce e mi piace veramente molto”; Morgan: “Concordo con Mara per la timbrica, sull’arrangiamento alla Giusy non l’ho capito o forse non mi piace per la diversa intenzione ritmica rispetto all’orginale. Questa trasformazione non l’approvo”. Interviene Fischietti che invece sottolinea come l’arrangiamento evidenzi la sua caratteristiche di cantare ‘oltre’ il tempo, senza questa caratteristica non è Giusy.

    22.29

    In conclusione I Cluster, con Enjoy The Silence, dei Depeche Mode. E ringraziamo Morgan per questo omaggio: non è facile sentire i Depeche in tv. BELLISSIMA, niente da dire!

    Simona: “Bravissimi. La cosa incredibile è che ballavo senza una base. Tu, Morgan, hai scelto gli assassini naturali dei Sei Ottavi, magari senza volerlo. Ma sono davvero dei Fuoriclusters!”; Morgan: “Per me sono completamente diversi dai Sei Ottavi, sono due mondi lontani per giusti musicali, per generi, per arrangiamenti”; Mara: “Condivido Morgan. Non so se mi sono piaciuti, vi riascolterò”.

    22.40

    Chiuso il televoto, si arriva subito alla busta con il primo candidato all’eliminazione. Si salvano Giusy, Ilaria, Aram Quartet, Tony, Cluster. Restano in sospeso Emanuele e I Sei Ottavi, ma si va in pubblicità.

    22.50

    Eccoci per il primo verdetto: si salva Emanuele, al ballottaggio I Sei Ottavi. La canzone raffinata e natalizia non ha premiato. Morgan ne parla già al passato, come se desse per scontato la loro eliminazione. Ma c’è ancora tutta la seconda manche, con i sei concorrenti ancora in gioco per la salvezza. Annunciano per l’ultimo scontro il medley Cinematic. Ma Morgan contesta: “Si sono fatti un mazzo tanto per preparare un meglio di Battiato e ora non possono presentarlo! Chi l’ha fatto sto regolamento? Colpo di scena, Francesco annuncia al volo che se vogliono possono cantare Battiato: loro sono d’accordo, Mara è assolutamente concorde, si accoda anche Simona. E’ bastato che Morgan alzasse la voce per cambiare il regolamento!

    22.56

    Rvm sui commenti dei colleghi dei tre giudici: si parte da Giorgio Panariello che contesta i giudizi di pancia di Simona e propone piuttosto di scegliere di ‘petto’ viste le sue scollature. Per Mara interviene il produttore degli 883 che le chiede se cambierebbe qualcuno dei suoi attuali concorrenti con quelli già eliminati. la risposta di Mara è no. Per Morgan interviene Loredana Bertè: “Morgan perchè dici a chi non è bravo che lo è? Ti rendi conto del danno che fai!” Morgan ritiene il commento di Lorenana eccessivo: “Alla fine c’è una selezione naturale che va oltre qualche mio buonismo di troppo”.

    Si riparte da Giorgio Panariello per Simona: “Hai detto più volte di non essere competente di musica, ma alla fine hai scelto come vocal coach Fischietti, che alla fine ti toglie spazio. E’ nata una nuova stella!” Simona preferisce non cogliere e si sbraca in lodi per Michele Fischietti, suo ex maestro di canto.

    Per Mara nuovamente Pierpaolo Peroni: “Gli altri giudici danno importanza all’aspetto scenico dell’esibizione, mentre i tuoi cantano e basta. Non ti interessa o non lo sai fare?” Mara: “Prima si impara a cantare poi si aggiunge il resto”.

    Ancora la Bertè per Morgan: “Sei felice? Spero di sì, almeno sereno” ed entra finalmente Loredana Bertè.

    Si inizia subito. “Ho paura di stare su questo palco, ho paura, loro sono più bravi di me. Sembra una trasmissione per addetti ai lavori”. “Per me l’XFactor è il coraggio, la sperimentazione, il sangue, come quello che ha Morgan e in Italia non sono molti ad averlo”. Loredana sarà il quarto giurato della serata, e si siede tra Simona e Morgan.

    Si presenta la seconda manche:

    Giusy;

    Cluster;

    Tony;

    Emanuele;

    Ilaria;

    Aram Quartet.

    23.07

    Si riprende la gara con Giusy che interpreta History Repeating. Per questo brano è davvero perfetta. Scenetta con omino imbolsito su divano davanti a mini schermo tv. Niente ballerini sexy per Giusy questa volta, ma un maschio sul palco per Simona ci deve sempre stare.

    Mara: “Brava, voce unica e canta bene” (vabbè, già detto); Morgan: “Più bella questa del’altra, qui più centrata”; Simona: “Abbiamo voluto cambiare l’immagine, niente bonazzo”. Loredana: “Straordinaria lei e l’arrangiamento, in italiano mi è piaciuta meno”.

    23.11

    Tornano i Cluster, per la prima volta in italiano con niente di meno che Il Pescatore di Fabrizio De Andrè. Sono incredibili, davvero, con tanto di effetto “solco saltato” che chiude l’esibizione. Non sappiamo più che dire.

    Simona: “Bravissimi anche in italiano”; l’arrangiamento è tutto loro e anche quello è da sottolineare. Mara: “Sicuramente interessanti, avete reso la canzone di De Andrè un po’ lontana da come la ricordo e la amo. Questa sera non so cosa dire”. Morgan: “Se c’è una canzone che non mi piace di De Andrè è questa, la mia proposta era Tutti morimmo a stento. Ma sono contento dell’esibizione, anche perchè mi hanno fatto amare una canzone che consideravo morta”. Loredana: “Avrei osato con un’altra canzone (critica quindi a Morgan) magari Creuza de Ma’, Dolcenera, ma un consiglio, basta con le skretchate, sono ripetitive. Siete bravi, semplicità!”

    23.18

    Tony si ripresenta con Stevie Wonder, Master Blaster. Carino e preciso, nel suo.

    Morgan: “Mi è piaciuta molto, l’hai cantata con la giusta misura e penso che tu abbia un buon feeling con il genere. Vocalmente benissimo, un po’ meno per la giacca bianca”. Simona: “Mi ricorda Nick Kamen”; Maionchi: “L’hai fatta molto bene”; Loredana: “Senza parole, pauraaaa. Questi signori cantano benissimo, sembra un altro pianeta, sembra l’America. Dov’erano tutti quanti?” E confessa che il suo preferito era Antonio Marino, lo stesso di Giorgia.

    23.24

    Emanuele con Libera Nos a Malo di Ligabue. Emanuele lascia il palco e si lancia nel pubblico, ma questo non dà molto spessore alla sua interpretazione.

    Mara: “Stasera ti ho preferito più in Prince, qui ho fatto troppo il confronto con Ligabue. Sicuramente bravo”; Morgan: “Mi sei piaciuto tantissimo nel giro un po’ retrò tra il pubblico, che ti hanno consigliato, una cosa che non si fa più, ma il contatto con il pubblico serve sempre”. Morgan è sinceramente ironico. Loredana: “Mancava il monopattino, poi ha fatto tutto. Sembrava in playback per quanto era preciso nonostante il giro”.

    23.30

    Rvm sui commenti di Mara e Simona sull’ego di Morgan, sempre più cresciuto nelle ultime settimane, con il successo tv e con la maggior scioltezza con il mezzo televisivo. Simona consiglia però di tenere i piedi per terra. Morgan: “Io non mi preoccupo del successo televisivo, ho talmente tante cose da fare, tanti libri da leggere, tanti film da vedere, tanta musica da scoprire che non ho tempo per queste cazzate”. Ma Mara lo smentisce: “Ti apparecchi in questo modo e dici che non te ne frega niente!” Morgan: “Io penso che i ragazzi che sono qui adesso, a parte tutto, devono imparare tutto il possibile. Questi gruppi vocali esistono prima ed esisteranno dopo di me, quello che voglio trasferire loro è la conoscenza della musica, perchè trovo incredibile che i Cluster non conoscano i Depeche mode o i Talking Heads”. E siamo d’accordo con te.

    23.36

    Torna Ilaria con Time After time di Cindy Lauper. Morgan: “Mi è piaciuta molto anche perchè differente dall’originale”; Simona: “Mi era piaciuta di più con Battisti, ma molto buona l’interpretazione”. Molto bene per Mara. Loredana: “Meglio lei di Cindy Lauper. Maestrina, troppo perfetta, sei una macchina. Ma ti emozioni? Hai paura? Perchè non hai paura, eppure canti un pezzo da novanta. Eppure anche un errorino serve ad arrivare al pubblico (e in questo è d’accordo con la teoria sempre espressa da Simona). Ma siete di un altro pianeta”.

    23.41

    Aram Quartet con Figli delle Stelle. Oddio, come gli è venuto a Morgan? Simona: “L’ho trovata meravigliosa, la più bella cosa che avete fatto finora. Sì con la sperimentazione, ma divertirsi ogni tanto serve”. Mara: “Come sempre bravi, anche se capisco la sofferenza di Morgan”; Morgan: “L’hanno presa con spirito, con ironia, ma Alan Sorrenti rappresenta tutto quello che non dovete fare”. Simona corre in soccorso di Alan Sorrenti, un mito del suo tempo. Loredana: “Hanno fatto il miglior tempo (ovvero hanno corso come i pazzi), ma c’avete un appuntamento?”. Pubblicità, prima del secondo verdetto.

    23.52

    Tra poco sapremo chi fronteggerà I Sei Ottavi nell’ultimo scontro. Prima un collegamento con Scorie, quindi video riassuntivo delle sei esibizioni appena terminate. Si chiude il televoto, mentre Francesco occupa il tempo con Loredana di cui si annuncia un’esibizione tra un po’, con una versione rinnovata della canzone presentata, ed eliminata, a Sanremo.

    Ecco la busta: si salvano Tony, Aram Quartet, Giusy, Cluster e Ilaria. Al ballottaggio con I Sei Ottavi Emanuele, per la seconda settimana consecutiva. Emanuele si propone con Knockin’ on heaven’s Door.

    00.06

    Iniziano i Sei Ottavi con il medley di Battiato preparato come seconda esibizione della serata. Meraviglioso il loro medley, ottimamente orchestrato e perfettamente eseguito. Sarebbe un vero peccato se uscissero. “Magistrali” li definisce Facchinetti e di certo gli diamo ragione. E parte anche il best of della loro esperienza ad XFactor.

    00.12

    Tocca ad Emanuele. Intanto per l’ennesima volta sarà Mara Maionchi a decidere chi eliminare. Anche per lui partono i Magic Moments del suo XFactor. Ma è giunto il duro momento: partono i 30 secondi per i tre giudici. MORGAN ELIMINA A SORPRESA I SEI OTTAVI! Incredibile!!! Francesco non ci crede, mentre Morgan pensa che Emanuele debba avere la possibilità di presentare i suoi inediti e di tentare una carriera discografica, più alla sua portata. A sorpresa, SIMONA RIMETTE IN GIOCO I SEI OTTAVI, eliminando EMANUELE. Simona dice che sarebbe troppo facile così, non le piacciono le cose servite sul piatto d’argento e rimette nuovamente tutto in mano a Mara Maionchi, che non ha cantanti in gara. Annulla quindi il giudizio di Morgan, rischiando di restare con un solo cantante in gara. Mara: “I Sei Ottavi sono dei grandi professionisti e sono pronti ad un risultato discografico e teatrale. Emanuele ha bisogno di un po’ più di coraggio e di possibilità, quindi elimino i Sei Ottavi“.

    Morgan ringrazia i Sei Ottavi per tutto quello che hanno fatto per XFactor, per la musica e per il pubblico. E rivela subito subito che LUI E SIMONA SI ERANO MESSI D’ACCORDO. “Era giusto che fosse Mara a decidere, perchè per me dovevano vincere i Sei Ottavi, per Simona ovviamente Emanuele”. I Sei Ottavi ringraziano tutti, dalla Rai alla Magnolia, dai fonici alla sartoria, salutano i giudici e il vocal coach. Ci dispiece davvero che vadano via, Emanuele non è stato all’altezza delle esibizioni e un gruppo come I Sei Ottavi non è semplice da trovare in giro. Chapeau e i nostri migliori in bocca al lupo.

    Francesco Facchinetti dimentica che c’è l’esibizione di Loredana Bertè e si avvia ai saluti per timore di essere sfumato. Ma sale sul palco Loredana: ce la farà a cantare?

    Con il leggio accanto, Loredana si prepara a cantare Musica e Parole, che però mantiene la stessa base musicale e ad orecchio lo stesso testo. Resta la parte rap inaugurata nella serata dei duetti di sanremo con Ivana Spagna, su una base modificata di Who’s that di Micheal Jackson. Canta dal vivo e il suo carisma, nonostante la canzone plagio, resta immutato.

    Ma perchè l’hanno fatta esibire così tardi? E’ mezzanotte è trentacinque, per rispetto non l’hanno sfumata e la linea passa direttamente a Scorie. Noi ci vediamo la prossima settimana, con la blogcronoca della decima puntata. Buonanotte a tutti.