XFactor 3, blogcronaca della quarta puntata. Fuori Ornella

XFactor 3, blogcronaca della quarta puntata. Fuori Ornella

La quarta puntata di XFactor 3 sta per iniziare: seguitela con la nostra diretta web, in partenza come sempre alle 21

    Il cast della quarta puntata di XFactor 3

    La quarta puntata di XFactor 3 sta per iniziare: seguitela con la nostra diretta web, in partenza come sempre alle 21.00.

    Le anticipazioni su questa quarta puntata di XFactor 3, che vede una nuova eliminazione tra i concorrenti in gara, le abbiamo date nel nostro post di questa mattina, dove potrete trovare anche la lista dei brani assegnati ai cantanti dai loro capitani.
    Non ci resta che ricordarvi il parterre di ospiti di questa puntata, che annovera i Tokio Hotel, che syanno promuovendo il loro nuovo cd in vendita da venerdì 2 ottobre, I Pooh in collegamento dal Forum di Assago dove questa sera terranno il loro ultimo concerto insieme e Claudio Cecchetto, nelle vesti di giudice d’onore. Non mancate, vi aspettiamo.

    21.03
    Si accendono le luci del palco di XFactor, che accoglie Francesco Facchinetti con le sue scomposte urla che accompagnano la discesa lungo le scale dello studio, stracolmo di pubblico. E fa specie sentire il tedesco: la vera novità di questo gruppo è la provenienza…
    Presentazione dei contenuti della puntata, che ha come momento cult i Tokio Hotel: in collegamento dall’esterno degli studi si vede la folla di giovani in attesa dei loro beniamini. Ma non siamo certo ai livelli delle scene di panico vissute all’arrivo dei Duran Duran a Sanremo 1985.
    Ovviamente solo XFactor è riuscito ad ottenere un collegamento con il Forum di Assago: “Papàààààà” urla Francesco… fa quasi tenerezza. La prima domanda è per zio Stefano D’Orazio che suonerà per l’ultima volta con i Pooh: “Cosa provi?” chiede Franci e lui confessa che gli sta passando tutta la vita davanti agli occhi. 43 anni di storia si chiudono con questo concerto, che vede per l’ultima volta insieme la formazione originale: I Pooh però non moriranno, a quanto pare. Intanto riveliamo che i 4 non si parlano più…

    21.10
    Entrano i giudici e i concorrenti. Morgan è come sempre padrone del palco, in mise sempre nera, con borsalino e smoking. Mara Maionchi è sobria in uno smoking da donna total black, mentre la Mori compare in un bell’abito scuro impreziosito da un ricco e ampio colletto di Swarovski e i capelli ben acconciati. Se non vuole passare per nonna Abelarda ha deciso di cambiare look.
    E si parte proprio dalle polemiche della scorsa puntata, con un video che riassume quanto successo la scorsa settimana, con tutte le accuse che la Mori ha rivolto al programma, definito in linea con una certa tv ‘orrida’, ‘squallida’, che non c’è verso di cambiare.
    Ma la seconda parte del filmato è tutto dedicato alla difesa del programma, che cerca (e trova veri talenti). “Tutto questo è XFactor che ha sempre al centro la musica” chiude il video, con anche le esagerazioni che hanno contraddistingue il programma.
    Mori: “Sì, XFactor è tutto quello ma è anche quello che è successo la scorsa settimana ed era mio diritto sottolinearlo” continua la Mori. “Sì, ma è stato solo un episodio. Chiudiamola qui”. E Francesco e Claudia si stringono la mano.

    Ma ecco la scaletta della prima manche: Ornella (01), Francesca (02), Yavanna (03), Mario (04), Damiano (05).

    21.18
    Si inizia con Ornella che canta la spettacolare One degli U2.
    Canta bene, senza dubbio, e fa una sua versione di uno dei capolavori degli U2.
    Claudia Mori: “Che canti bene si è capito subito, ma forse questo percorso non è proprio adatto a lei: ha grandi capacità, ma non ho capito dove la vuoi portare”.
    Mara Maionchi: “E’ l’esibizione che mi è piaciuta di più, sei sulla buona strada”.
    Morgan: “C’è qualche problema che coinvolge tutti i giovani d’oggi, lontane da certi contenuti del rock: le possibilità vocali di Ornella sono pù ricche di quelle che può mettere in luce il pop-rock di Jennifer Lopez. Io la voglio portare lungo una strada di conoscenza, rivelazione: vorrei che lei stessa capisse la sua voce e scoprisse le sue capacità”. La Mori è totalmente d’accordo. Pubblicità.



    21.31
    Canta Francesca, che balla anche nell’esibizione di The Boy Does Nothing.
    Parte una base sbagliata e Francesca non esce sul palco, coperto da un grande sipario rosso: “E’ il bello della diretta” dice Facchinetti.



    Canzone non facile questa, che richiede un gran ritmo e una bella grinta: simpatica la messa in scena, arricchita da una regia da videoclip. Ci piace Francesca in questa veste un po’ ironica anche se sembra sempre spingere troppo la voce.
    Mara Maionchi: “Brava, hai dato un’immagine completamente diversa e seguiremo la tua varia strada”.
    Morgan: “Tecnicamente molto brava, bellissima la coreografia, anche professionale: sembravi una vera star. Però c’è un difetto, il rischio della parodia di un certo genere, che rischia di coprire la tua voce e sporcarla con l’imitazione di qualcosa che non sei”.
    Claudia Mori: “Può non piacerti il genere, ma non puoi discutere la sua bravura: o è troppo delicata o è troppo grintosa. E poi sono pochi quelli che cantano e ballano in quel modo sul palco. Ha talento, va ancora cercata la sua strada, ma mi piace la sua curiosità”.
    E viene chiesto a Morgan chi avrebbe eliminato la scorsa settimana, visto che Facchinetti non gli dette modo di esprimere il suo giudizio: un po’ se l’è presa, anche perché è scorretto non fargli dire la sua. Ma avrebbe eliminato Francesca e salvato gli A&K.

    21.43
    Video un talento incompreso, Pierpaolo Bottari di Rivoli, seguito da un tenore torinese, che si definisce un controtenore e canta con il cd nelle orecchie e i testo in mano: fantastico!!! Al di là della voce (allucinante) sono splendide le facce: sintetico ed efficace il giudizio di Mara: “Sei proprio una pippa! Il tenore di Torino era sordo!”. AHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAH! E Mara rivela che poi è stata ‘importunata’ pure telefonicamente, chiamando il marito di Mara: “Sai come ha chiuso la telefonata? Dando a lui dell’uomo di merda e a me della zoccola!”. GRANDE MARAAA! AHAHAHAHAAHAHAHAHAHHAHAAHAHHAHA.
    E Facchinetti pensa già alla telefonata che domani gli farà il Moige.



    21.50
    Arrivano le Yavanna con Aria di Gianna Nannini. Le tre sorelle spuntano da tre baccelli con vestini svolazzanti e ancora senza orecchie a punta, piedi scalzi e i lunghi capelli al naturali. Ma la laro versione di Aria non ci piace proprio. Beh, la colpa è di chi gliel’ha arrangiata così.
    Morgan: “Mi è piaciuto moltissimo l’inizio della coreografia: mi sembrate più fate così che con gli orpelli che portavate dietro. E un plauso ai vocal coach che hanno costruito questa staffetta della linea melodica”.
    Claudia Mori: “Apprezzo la loro metamorfosi: belle oltre che brave. Ancora un passo avanti nel vostro percorso”.
    Mara: “Le costruzioni non facevano apprezzare la loro voce, invece sono un trio interessante”.



    A noi invece non sono proprio piaciute, ma capita.
    Il clima tra i giudici è incredibilmente disteso, corretto, pacifico e complimentoso: a noi non dispiace affatto. L’importante è che sia tutto dettato da una certa oggettività. Meglio così, però, per noi.

    Ma arriva la new entry Mario ‘Frost’ Spada che canta La Crisi, un pezzo scritto da Morgan che l’ha cantata con i Bluvertigo.
    Mario entra su una lettiga di ospedale che ben si intona con la scenografia messa in piedi da Tommassini, mentre sul video scorre un video girato dallo stesso Mario. Mario ci sembra molto credibile nei panni di Morgan, anche se ci sembra che la voce gli resti in gola. Ma è già un ‘cantante’, anche se grezzo e un po’ da pulire.
    Claudia Mori: “Mi piace tantissimo, perché una tale padronanza della scena a questa età è già eccezionale. Sei bravo e convinci: e poi esprimi un genere che fin qui mancava”. E siamo d’accordo con lei.
    Mara Maionchi: “Indubbie le tue qualità, il tuo genere è questo, anche sei hai fatto qualche stonatura”. Ma Claudia Mori sminuisce questa stonatura: “Un po’ alla fine del pezzo, ma l’intonazione non è tutto”.
    Morgan: “Mi sei piaciuto perché non mi hai imitato: tutto merito di Carlo carcano che evidentemente su di te alle idee pù chiare delle mie”.



    22.05
    Ecco il nostro ‘eroe’, Damiano Fiorella, che canta
    Su di lui si apre una vertenza tra la Mori e Morgan: la Mori continua a insinuare che le critiche di Mara e Morgan su Damano la scorsa settimana fossero forzate e non sincere, gratuite. E sebbene Damiano avesse giudicato corrette le osservazioni di Mara e Morgan e si fosse rivolto a Claudia per avere anche le sue critiche, Claudia gli ha spiegato che non gli ha mosso appunti perché non aveva nulla da rimproverargli, nonostante gli evidenti fuori tempo. Tutto ruota intorno all’interpretazione di Battiato, che per Mara e Morgan non ha restituito nulla della ‘regalità’ dell’autore.
    6 minuti di discussione anche interessante, ma continuamente frammentata da ‘voci sopra’: non si capisce nulla così, lo sapete?

    Ma ecco Damiano con Redeption Song di Bob Marley. Alle sue spalle il testo in italiano, intorno a lui libri a terra aperti e sventolanti e mappamondi. A noi Damiano piace (e non solo per la componente ‘visiva’ che piace tanto a Charlie Rapino di Amici 9): la sua voce affascina e trascina nel pezzo.
    Mara Maionchi: “Grandissima canzone e pur non essendo nel suo spirito (e ancora, n.d.r.) sei stato più bravo di quanto pensassi”. Ma c’è la pubblicità.



    22.20
    Si continua con i giudizi a Damiano.
    Morgan: “Alla faccia di quelli che pensano che debba per forza parlar male degli avversari: l’altra volta non mi avevi convinto, ma questa volta ho capito che eri nel tuo, conosci quello che hai cantato, perché conosci quella musica. Non ho capito il libri per terra che mi facevano Fahrenheit, ma va bene. Damiano questo pezzo può cantarlo e dico a quelli che si credono tutori della sapienza che Damiano può cantare questo pezzo anche in tv”.
    Mori: “Raro avere persone come te: sei stato un grande interprete”.
    Lodi, lodi, lodi dalla commissione!

    22.23
    Finisce qui la prima manche di questa puntata. Intanto si sentono le urla dei fans dei Tokio Hotel che attendono fuori dagli studi l’arrivo dei loro beniamini. Chiuso il televoto, Francesco Facchinetti si prepara ad accogliere i Tokio Hotel: “Mi sento come Pippo Baudo che andava a prendere i Duran Duran“… non sarà un caso che abbia fatto lo stesso esempio da noi usato in apertura, in fondo siamo della stessa generazione…
    Ma mentre le ragazzine si sgolano, in studio si aspetta il verdetto della prima manche: allo scontro finale va Ornella, della squadra di Morgan. Morgan non sa darsi una spiegazione: crede che sia stata svantaggiata dall’essere stata la prima ad essersi esibita.
    Una sola notazione: come sono belle le Yavanna senza quei costumi da fatine!

    22.32
    Ohhhh, finalmente entrano i Tokio Hotel, così magari le fans si scatenano e poi lasciano che la trasmissione continui tranquillamente.

    22.38
    Ce la faremo ad andare avanti senza urlettini? E per la prossima settimana in arrivo Federico Zampaglione e Mika.

    22.39
    Si apre la seconda manche: Marco (01), Sofia (02), Chiara (03), Luana Biz (04), Silver (05). E per questa seconda manche arriva il quarto giudice, Claudio Cecchetto. Si mantiene una meraviglia quest’uomo: abbronzato e anche dimagrito fa la sua ‘porca’ figura con i suoi 57 anni.

    22.43
    Video sull’assegnazione dei brani da parte di Morgan, che approfitta sempre dell’occasione per fare lezioni di musica, stupendosi dell’ignoranza musicale dei suoi elementi. E Marco rischia sempre il collasso: accusato di essere passivo, poi reagisce innervosendosi “Voglio cose pratiche”. Mara e Claudia danno ragione a Morgan: chi vuole fare musica deve conoscere la musica. E Morgan insiste: “Questo alza gli occhi al cielo, non capisce che è stato scelto tra migliaia di persone…”. E ha ragione.



    Ma eccolo Marco con Psyco Killer dei Talking Heads.
    Bella la messa in scena di Tommassini e molto bravo anche Marco: la canta benissimo e la interpreta anche discretamente. Se fosse un poco più convinto di sé… ma glielo diciamo noi che è stato bravissimo!
    Claudia Mori: “Complimenti per l’arrangiamento, ma le sue perplessità avevano qualche fondamento: non era adatto a lui il pezzo”.
    Mara Maionchi: “Non la conoscevi ma l’hai imparata bene: mi è piaciuta molto!”.
    Morgan: “Siete assurdi se sostenete che non deve conoscere cose nuove: Marco tecnicamente può fare cose diverse e per me questa è la cosa migliore che ha fatto”.
    Claudio Cecchetto: “Si è presentato come Talento Incompreso ma ha un po’ di XFactor. LA MUSICA SI VEDE“. E Cecchetto riprende la questione emersa nelle prime puntate di Amici con Charlie Rapino, già citato in precedenza. XFactor e Amici si avvicinano, quindi, iniziano a condividere temi e argomenti, e ci sembra un segno di crescita per Amici. Non può essere che merito del cambio di commissione: si cambia aria e si aprono gli orizzonti. Bene così.



    22.57
    Ma tocca a Sofia, pronta a portare sul palco la parte più intima di se stessa con L’Anno che Verrà, di Lucio Dalla, canzone peraltro preferita dalla nonna scomparsa, con cui è cresciuta.
    Arrangiamento particolare per il grande classico di Dalla, ma Sofia convince: caccia una grande voce, c’è tutta in questo pezzo.
    Mara Maionchi: “Qual’era la parte intima? Dalla faceva un racconto di cronaca di un momento storico”. La risposta di Sofia non convince Mara.
    Morgan: “All’inizio un po’ imprecisa, credo per l’emozione: mi ha dato fastidio la mancanza di cadenza armonica, ma chi ha fatto la base mi capisce. Il cambiamento degli accordi mi ha dato una sensazione di insoddisfazione. Ma non è colpa tua, mi sei piaciuta, soprattutto nella seconda parte quando hai spinto di più”.
    Claudia Mori: “Sono d’accordo con la questione degli accordi, ma abbiamo così tante cose da fare che non sempre tutto esce come vorremmo. ma lei è stata brava”.
    Claudio Cecchetto: “Io non seguo molto l’intonazione, non la ritengo fondamentale: mi interessa la personalità e credo che tu abbia una buona strada davanti”. Pubblicità.



    23.10
    Video sulle strategie dei tre giudici nella gestione dei propri elementi e nelle valutazioni delle loro esibizioni, con Morgan che forza i suoi nel costruire un percorso artistico, difendendo sempre i suoi, a differenza di Claudia e Mara che lasciano i loro artisti più liberi e hanno eliminato membri della propria squadra. Risultato: Morgan ha 5 cantanti, Claudia ne ha 3 e Mara ne ha solo 2.
    Morgan: “Io ho eliminato solo una volta un mio gruppo nella prima edizione e l’ho fatto in virtù di un tacito patto con Simona, io ne eliminavo uno dei suoi, lei uno dei miei e non cambiava nulla. Ma non lo rifarei, so che lavoro c’è dietro”. Scattano Mara e Claudia: Mara si è trovata di fornte un gruppo che non aveva scelto (gli A&K), Claudia ribadisce che alla fine vince solo uno, che deve essere il migliore.

    23.18
    Ranieri canta Ranieri: Chiara canta Perdere l’Amore. Bella anche in questo caso la scenografia (Tommassini si è impegnato). E Chiara riesce a rendere magica anche una canzone retorica come Perdere l’Amore: è veramente superlativa.
    Claudia Mori: “Bello l’arrangamento, tu sei davvero brava!”.
    Mara Maionchi: “La canzone non mi è mai piaciuta ma fatta così è la prima volta che mi piace”: e siamo TOTALMENTE d’accordo con lei. Complimenti anche a Morgan che ha ribaldato la struttura della canzone: “Molto contento di questa performanca, che ha davvero riunito me, Chiara, Morgan e Tommassini”.
    Cecchetto vuole Morgan docente di musica: “Canzone talmente trita e ritrita che non riesco a giudicarla. Sei brava, ma io preferirei sentirti in altro. Perdere l’Amore ci piace troppo com’è”. Nooooooo, ci è caduto un mito!



    Ohhh e sentiamo cosa ha da dire Carlo Pastore: “Stasera dimostrazione di forza di Morgan, soprattutto con Psyco Killer, ma sul palco vedo troppo te e poco loro”…. beh, questa volta non ha tutti i torti. “Io non avrei cantato come loro, non sono quello che si è visto sul palco” e Mara lo giudica un ottimo produttore: “State lavorando bene tu e Carcano”.

    23.29
    Video sui corsi di inglese di Clive con Marco e Damiano, e anche con Mara Maionchi.

    23.32
    I Luana Biz cantano I Don’t Feel Like Dancing: un po’ preoccupati per l’andamento dei gruppi vocali, ormai ridotti a due. Ci sembrava fatta meglio nelle prove, anche se restano molto carini: del resto cantare praticamente sempre in falsetto non è facile.
    Morgan: “Perdonatemi, ma non è proprio il loro forte. Mi sono piaciuti molto di più su Club Tropicana: o siete i Bee Gees o queste cose non si possono fare. Sembravate anche molto insicuri: totalmente scollati dal pezzo”.
    Claudia Mori: “Vero quello che dice Morgan: doverla cantare in falsetto vi ha portato a imitare meno bene gli originali”.
    Gaudi: “Morgan ha parlato per tutto il tempo con Claudio: non ha sentito il pezzo”.
    Morgan: “Ma dai! Il pezzo era così complesso che potevo leggere la Divina Commedia…”.
    Gaudi: “Ti sei perso tutti i passaggi vocali… è stata una scelta quella di farli cantare in falsetto, perché due di loro hanno dei falsetti fantastici”.
    E Claudia Mori dà ragione a Gaudi, è irrispettoso non ascoltare il pezzo.
    Cecchetto: “Tra voi e gli Scissor Sister c’è un abisso: si è capito da subito il livello del pezzo, poi vi siete dovuti anche muovere per la coreografia e questo non vi ha aiutato. E circa le difficoltà dei gruppi di trovare una ‘collocazione discografica’ vi spiego anche che i gruppi costano di più: nel vostro caso costereste per 4, dovreste valere per 4 e questa sera non avete fatto questa figura”.



    23.43
    E’ il momento di Peter Ghiaccio, l’uomo dalla grande personalità, che canta Svalutation di Adriano Celentano: tocca a Silver. Cilindro e bastone, Silver imita molto Celentano nell’interpretazione. La Mori sorride e si diverte e Silver canta bene.
    Claudia Mori chiede di parlare per ultima e si parte con Mara: “Mah, col tempo…. magari migliora tutto. Il pezzo non è facile…”. Insomma non gli è piaciuto.
    Morgan: “La canzone è un prestesto per dire che ci piace Celentano per come vede il mondo. Silver è un ragazzo molto aperto e molto bravo”. Vabbè parla 15 minuti inutilmente.
    Cecchetto: “Il pezzo è troppo forte e io non riesco a valutarlo. Amo troppo Celentano”.
    Claudia Mori: “Sono emozionata: non ha imitato Adriano nelle mosse e mi è piaciuto il modo in cui si è mosso, sulla canzone … beh… non sono obiettiva in questo momento, ma mi piaci”.
    Facchinetti ne approfitta: “Speriamo di essere stati rock”…



    23.53
    Si torna in collegamento con il Forum di Assago, dove si sta svolgendo l’ultimissimo concerto dei Pooh. Ed è emozionato anche Francesco, che ricorda di essere andato in tournée per la prima volta con il padre a due mesi. Ma intanto si chiude anche la seconda manche.
    E nel salutare Cecchetto fa una proposta a Claudia, far tagliare la barba a Damiano: fischi dello studio. La motivazione è peggiore della proposta: “Visto che la musica si vede, credo che lui possa giocare molto con la sua fisicità”. PIU’ DI COSI’, CARO CECCHETTO! SI ESPRIME BENISSIMO COSI’, fidati… Ci è davvero crollato un mito!

    23.59
    Arriva la busta con il secondo verdetto: allo scontro finale con Ornella (16-24) va Sofia (over 25). Mara Maionchi salvaguarda i suoi due gruppi. Claudia si addossa un po’ la colpa del ballottaggio, con la scelta di una canzone sbagliata; Morgan invece spiega che tra lui e Marco c’è un po’ di maretta: si è visto sul palco.
    Inizia Ornella che canta Sempre di Lisa. Inizio un po’ traballante ma si riprende.
    Sofia canta Spaccacuore di Samuele Bersani: non ci sembra il meglio per lei.
    Intanto Facchinetti annuncia che la Rai ha concesso alla puntata qualche minuto in più: era a rischio il pezzo a cappella. E invece le ragazze possono esibirsi in un secondo pezzo.
    Per Ornella No llores por me Argentina (davvero bella l’interpretazione), per Sofia Insieme a te non ci sto più (anche lei brava, però forse meno incisiva).

    Tocca alla giuria.
    Morgan elimina Sofia, ovviamente; Claudia Mori fa autocritica, dandosi un po’ la colpa delle scelte fatte nel percorso di Sofia, e elimina Ornella. A Mara la scelta e elimina Ornella: “Do la preferenza al cuore di Sofia”. Esce quindi Ornella e il calcolo era semplice: Morgan è l’unico ad avere 5 membri, ora 4, quindi evidente il tentativo di indebolirlo un po’.
    La puntata finisce in ritardo anche a causa degli sproloqui di Morgan che ogni tanto merita una vagonata di ceffoni…ma la quarta puntata finisce qui. Appuntamento a mercoledì prossimo, con la quinta puntata di XFactor 3 che vedrà anche l’ingresso di un nuovo concorrente.

    4334

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI