X Files al TFF 2010, l’intervista ai ‘creatori’ di Believe

Intervista di Televisionando Francesca di Beyond The Sea, da cui è partita materialmente l'iniziativa Believe per portare al Telefilm Festival 2010 i protagonisti e gli sceneggiatori di X Files

da , il

    X Files al TFF 2010, l’intervista ai ‘creatori’ di Believe

    Nei giorni scorsi abbiamo parlato dell’iniziativa Believe, con cui i fan di X Files – tra cui chi scrive! – vogliono portare al Telefilm Festival 2010 i due protagonisti della serie, ossia David Duchovny e Gillian Anderson, e/o gli autori di X-Files, Chris Carter e Frank Spotnitz. L’iniziativa ha avuto un grande successo con centinaia di firme e di adesioni alla pagina di Facebook (qui trovate tutti i riferimenti del caso), per questo Televisionando ha deciso di far parlare Francesca di Beyond The Sea, da cui è partita materialmente l’iniziativa Believe, chiedendole di darci tutti i dettagli.

    Di chi è stata l’idea dell’iniziativa Believe?

    L’idea è stata mia. Dall’uscita di “I Want to Believe” in poi, sono stati organizzati dai fan di X-Files molti eventi di beneficenza, purtroppo solo negli Stati Uniti, ai quali hanno sempre partecipato persone che hanno lavorato ad X-Files a vario titolo. Da Frank Spotnitz a Chris Carter, da Gillian Anderson a Rob Bowman, tanto per fare qualche nome. L’ultimo di questi eventi risale allo scorso novembre (se non sbaglio). Assistere a questi eventi in “differita”, proprio perché avvenivano letteralmente dall’altra parte del mondo, da fan, è sempre molto frustrante. Si è felici e contenti perché questi eventi accadono, ma c’è sempre una punta di tristezza perché non si è potuti essere presenti fisicamente. Quindi, la spinta iniziale è stata quella di dire “Basta, dobbiamo portarli qui da noi!”. (Magari non è un motivo molto nobile, ma questa è stata la genesi ;) ) Man mano che il tempo è passato, parlando coi ragazzi del sito e comunque avendo a che fare con chi ha aderito all’iniziativa, mi sono resa conto che la mia iniziale e forse un po’ egoistica motivazione (“Portiamoli qui e basta!”) in realtà ha radici più profonde. C’è un grande desiderio che accomuna in questo caso tutti i fans italiani ed è quello di ringraziare queste persone per il loro lavoro nella serie tv, per averci raccontato una storia incredibile e aver creato dei personaggi meravigliosi, per averci regalato tante ore di divertimento e riflessione. A molti anni dalla fine della serie, gli “orfani” di Mulder e Scully sono ancora tanti. Questo desiderio è ancora più grande proprio perché nessuno degli attori principali e degli autori è mai stato in Italia per ricevere un riconoscimento del genere per X-Files. (L’unica fu Gillian Anderson che venne a Milano a ritirare il Telegatto nel 1996). Quindi, un riconoscimento “diretto” che parte dai fans e arriva direttamente nelle loro mani. Ci sono molte persone pronte ad arrivare a Milano da tutta Italia, e ce ne sono altrettante pronte a prendere aerei da molte parti d’Europa, se questo evento dovesse verificarsi.

    Perché la scelta di chiedere ospitalità al Telefilm Festival?

    Ho avuto la possibilità di partecipare alle ultime due edizioni del festival e lo considero veramente un evento unico nel suo genere in Italia per i fans di qualsiasi serie tv. L’anno scorso l’organizzazione ha dato al nostro sito la possibilità di “godere” di nuovo della visione di entrambi i film di X-Files al cinema, proprio durante la manifestazione. Oltre agli utenti che frequentano giornalmente “Beyond the sea”, c’erano molte persone “estranee” a noi, anche fanclub di altre serie tv (ricordo i ragazzi di Bones ad esempio) con il risultato che la proiezione di “Fight the future” (iniziata alle 11 di sera, quindi in orario non proprio comodo) ha visto riempirsi la sala del cinema. A quel punto, sapevamo cosa chiedere e a chi.

    Perché la scelta di chiamare l’iniziativa Believe?

    E’ l’unico nome che mi è venuto in mente e che è stato adottato fin da subito. “BELIEVE” è una parola che tutti i fan di X-Files conoscono, anche quelli che non masticano l’inglese perfettamente, dato che si vede nella serie dal primo episodio fino all’ultimo sul famoso poster nell’ufficio di Mulder. Lo slogan “quello che può essere immaginato può essere raggiunto” è arrivato praticamente di conseguenza.

    Scelto il nome, cosa avete fatto?

    Dovevamo solo coinvolgere il maggior numero di persone per far capire ai responsabili del festival che avere a Milano uno qualsiasi di questi personaggi vuol dire riempire fino all’inverosimile il cinema dove si svolge la manifestazione. In pochi giorni abbiamo organizzato tutto, la petizione online, la raccolta delle cartoline, la creazione di video promozionali è partita solo il mese scorso, ma la vera carta vincente è stata sommergere il direttore di Telefilm Magazine di email. Abbiamo invitato tutti i fans a scrivere ad Antonio Visca, per promuovere BELIEVE e chiedergli di portare a Milano i protagonisti di X-Files.

    E poi cos’è successo?

    La cosa che sinceramente proprio non mi aspettavo è stato vedere – alcune – delle nostre mail pubblicate sul numero di Gennaio della rivista (quindi poco tempo dopo il lancio di BELIEVE). Il direttore ha riservato due pagine ai messaggi che ha ricevuto dai fans ed ha risposto alle nostre richieste scrivendo una frase che ci lascia ben sperare: “Ok, mi metto al lavoro!” (qui potete leggere l’articoletto che avevo dedicato alla notizia)

    Oltre a queste soddisfazioni, avete avuto risposte ufficiali?

    Al momento non abbiamo avuto altre risposte ufficiali dall’organizzazione del festival. Le date della manifestazione sono state rese note qualche giorno fa (dal 3 al 9 maggio 2010). Noi stiamo continuando a raccogliere firme e cartoline, a produrre video e poster promozionali a sostegno di BELIEVE, questo perché, come ho avuto modo di scrivere al direttore di Telefilm Magazine, il suo articolo ha dato a tutti noi una spinta ulteriore per impegnarci a portare avanti la nostra iniziativa.

    Ci sono possibilità che le richieste di Believe diventino realtà?

    Al momento veramente non so dirti quali siano le concrete possibilità che tutto ciò accada. Non posso nasconderti che le aspettative in questo senso crescono ogni giorno di più. Proprio da quando sono uscite le date della manifestazione non fanno altro che arrivarci domande per sapere se ci sono novità riguardo alla presenza dei nostri beniamini a Milano! Per ora rimaniamo in attesa e, ovviamente, continuiamo a crederci.