X Factor, Morgan non farà più il giudice

X Factor, Morgan non farà più il giudice

Morgan non farà più il giudice: "Sono un essere in evoluzione" ha detto in conferenza stampa e il suo obiettivo, ora, sarebbe quello di passare dietro le quinte, magari realizzando le basi musicali, compito ora di Lucio Fabbri

    Mentre sta per alzarsi il sipario sulla finalissima di X Factor 3 si guarda già alla prossima edizione, e le sorprese non mancano. Morgan non farà più il giudice: “Sono un essere in evoluzione” ha detto in conferenza stampa e il suo obiettivo, ora, sarebbe quello di passare dietro le quinte, magari realizzando le basi musicali, compito ora di Lucio Fabbri.

    Morgan dice basta a X Factor, almeno al momento dichiara di non voler più fare il giudice; dopo tre anni è tempo di cambiare, dice Morgan, che per il futuro non disdegnerebbe mettere a frutto la sua natura di musicista e produttore magari per passare dietro le quinte a fare basi musicali come fa ora Lucio Fabbri.
    Io scrivo canzoni e voglio fare quello perché sento di aver perso il contatto con la musica” ha detto Morgan nella conferenza stampa che ha preceduto la finale. Chissà che non sia una decisione revocabile, dovuta alla stanchezza derivata dalla doppia edizione di X Factor in questo 2009. Una non-stop che potrebbe avere la sua influenza su questa dichiarazione.

    X Factor 4 dovrebbe arrivare in tv il prossimo autunno: si manterebbe quindi lo scambio di collocazione con L’Isola dei Famosi, slittata alla primavera.

    C’è abbastanza tempo per far tornare Morgan sui suoi passi e per sciogliere la prognosi Claudia Mori, che dopo le iniziali dichiarazioni, ora sembra ben disposta a continuare la sua esperienza da giudice. “Avevo detto di no, ma a metà edizione mi sono appassionata e lasciata andare. Quindi può darsi“: e in effetti del suo cambio di atteggiamento si è accorto anche Giuliano, il suo finalista.

    Bilancio positivo, intanto, quello di Magnolia su questa terza edizione di X Factor: nonostante il forfait di Simona Ventura e i pochi mesi di tempo passati rispetto alla seconda edizione e alla collocazione complessa che ha costretto il talent show a scontrarsi con la Champions League su RaiUno e con Chi ha incastrato Peter Pan?, campione di ascolti su Canale 5. “Abbiamo un po’ pagato il poco tempo che ha avuto la gente per rivolere X Factor”, ha detto Giorgio Gori, giustificando così una “leggera flessione negli ascolti“. Gori riconosce però il “buon lavoro musicale” fatto in questa edizione che ha portato alla finale “il meglio che siamo riusciti a selezionare”. Soddisfazione anche da parte di Massimo Liofredi, direttore di Raidue, secondo cui X Factor ha “grandi potenzialità’, attualmente sfruttate solo al 40%” che andranno approfondite nei prossimi anni ”creando qualcosa di sempre più simile a una piccola kermesse sanremese”.

    478

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI