X Factor 5, live e commento del primo speciale casting (20/10/2011)

X Factor 5, live e commento del primo speciale casting (20/10/2011)

La diretta web del primo speciale casting di X Factor 5

    Manca poco all’inizio del primo speciale casting di X Factor 5 che seguiremo con la nostra diretta web: scaldiamo i motori in attesa di vedere per la prima volta all’opera i quattro giudici alle prese con un mega gruppone di aspiranti concorrenti. Ci aspettiamo commenti sagaci e ugole (magari non tutte) d’oro.

    Iniziamo col ricordare gli abbinamenti capitani/squadre, nota ormai da mesi: ad Elio sono stati affidati i Gruppi Musicali, ad Arisa gli Over 25, a Simona Ventura ‘tocca’ seguire le Donne 16/24, mentre Morgan seguirà gli Uomini 16/24. Noti anche i vocal coach di ciascuna squadra: Paola Folli per Simona Ventura, Andrea Alberto Tafuri per Elio, Diego Calvetti per Morgan e Giuseppe Barbera per Arisa.

    Intanto, a causa di un”improvvida’ intervista ad Arisa, sono emersi anche i nomi di alcuni concorrenti, anche se non si sa bene se siano entrati o meno nella rosa dei 12 talenti che debutteranno live giovedì 17 novembre: per Arisa la rivelazione dell’anno sarà Francesca Michielin, mentre spuntano anche i nomi di tali Rakhma e Micheal. Li vedremo tra i talenti di questa sera? Tra i tanti, incontreremo Jeremy, 17 anni con piglio di poeta e filosofo che cercherà di conquistare la giuria con la sua parlantina; Walter, cantautore operaio di Rovereto, portavoce del disagio dei lavoratori precari; Gloria, in arte Fiocco di Neve, pluripremiata scrittrice dal look decisamente effervescente; Giulio, cantautore veronese con verve comica e abbigliamento eccentrico; infine Consuelo e Marisol, due sorelle legate dal passato difficile che hanno deciso di affrontare l’avventura di X Factor 5 separatamente.

    A tra poco per la diretta web del primo speciale casting di X Factor 5.

    21.10
    Precisa come un trenino svizzero parte la puntata: un bel montaggio sull’attesa testimonia che la squadra dei montatori di Magnolia è sempre la migliore nel panorama reality/talent italiani. Si entra nel clima, con un’intro-promo che celebra anche Marco Mengoni. Pubblicità.



    21.14
    Giusto due spot e poi torna la familiare sigletta di X Factor 5: tocca ad Alessandro Cattelan illustrare le novità delle audizioni, registrate a Roma, Milano, Trieste e Forlì. Simona cerca umiltà e talento, Morgan “gusto estetico” e predilige “l’estro, la diversità e il coraggio della diversità”; Elio spera di trovare un fenomeno e cerca proprio quello (“Sono qui solo per vincere” dice Elio); infine Arisa che promette di essere un giudice giusto “perché con la vita dei ragazzi non si scherza“.

    21.20
    Partiamo da Valerio De Rosa, 19 anni, spinto a partecipare dalla mamma: “Tua mamma che pezzo ti ha consigliato di fare” punge subito Morgan. E visto che alla mamma piacciono le voci nere, Valerio presenta I Wish. Inutile dire che le telecamere indugiano sulla mamma che segue l’esibizione dal backstage. Intonazione un po’ incerta, soprattutto sui tempi, ma passa col placet di tutti i giudici. Anche la mamma viene invitata sul palco per godere del momento. Aveva ragione.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Giuseppe Sbriglio, in arte ILIO: si presenta in giacca e cravatta, ha 27 anni e viene dalla provincia di Siracusa. Da bimbo cantava i pezzi dei Cugini di Campagna e ha avuto l’onore di cantare con loro in un concerto nel suo paese… e non a caso presenta un brano dei Matia Bazar. Parla a mitraglietta, entra sul palco in stile ‘animatore’, cerca di scaldare il pubblico facendo il simpatico, raccogliendo solo un imbarazzante gelo dal teatro e non prende una nota neanche per combinazione. L’importante è essere convinti! “Poniamo fine alle tue sofferenze” dice Simona, mentre Elio chiede se quel pezzo gli sia stato imposto: di fronte al suo no risponde “ma sei pazzo, non la fa nessuno quella canzone proprio perché non ci arriva nessuno”. Comunque, stranamente, è fuori.

    Grazia, 42 anni, da grande vuole cantare: canta Bastardo, ma non la dedica al marito (“No, è qui, poi non mi riporta a casa”). Simpatica, ma il canto è da un’altra parte. Arriva un sì da Elio, ammirato dalla rabbia con cui canta ‘bastardo’, Arisa ne apprezza la voglia di non arrendersi, ma Morgan commenta: “A volte arrendersi non è un male…”. A casa.

    Francesco Saitta, 20 anni, ricorda Marco Marfè nel look, ma non raggiunge le sue vette. Tutti no.
    Free Chords, gruppo vocale formato da tre ragazzi e una ragazza e in arrivo da Torino, che cantano Rosso Relativo. Ci sono parsi un po’ moscetti, ma il teatro applaude e i giudici sono conquistati: Elio: “per la prima volta sento quattro voci in armonia”. Tutti d’accordo sulla perfetta composizione delle loro voci, quindi passano.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Ecco Jeremy Fiumefreddo, 16 anni da Vimercate, dal ciuffo ribelle, che si definisce un ‘poeta-filosofo’, che scrive, recita e si sente diverso dalla maggior parte dei suoi coetanei (“semplici corpi senza una vera sostanza…”). Ussignore! “Il palco di X Factor mi chiama e io ci devo entrare con le radici dentro..” dice prima dell’esibizione. “A Vimercate faccio quello che mi costringe di fare la mia esistenza, stare lì…”: Morgan è già conquistato! E canta Redemption Song. Simona gli chiede di recitare una sua poesia e lui accetta subito. Simona si dice subito conquistata dalla sua profondità, Elio però confessa che la sua prova non è stata eccelsa sul piano musicale, Arisa è colpita dalla sua capacità di arrivare. Per Simona è sì, per Elio sì, per Morgan sì e per Arisa è sì: più che la voce ha colpito la personalità di questo ragazzo che può avere molte chance.

    Silvia Pirani, 27 anni, bella ragazzona che dice di fare la cantante e che si presenta con Think di Aretha Franklin. “Mi aspetto di essere capita…” dice ai giudici. Voce calda, ma nulla di straordinario almeno per noi.
    Alessandra non prende una nota e va fuori velocemente. Ma è convinta di sé e nel backstage dice che il pubblico ha “applauso”.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Soyana Lanza, commessa di 23 anni, si misura con Alicia Keys e Falling, ma sembra una gatta in sofferenza.
    Tania Furia, 31 anni viene da Milano e fa la babysitter: bella faccia, bella personalità, bell’atteggiamento, bel personaggio, lontanissimo da Tata Lucia. Voce interessante, educabile, per dirla alla Maionchi. Simona ne viene colpita subito dal potenziale tv e dice sì: tutti d’accordo con lei.
    Il duo Just si misura con Per un’Ora d’Amore: belle voci, limpide, “acqua fresca” per Simona… altri quattro sì.

    Walter Gerola, 33 anni da Rovereto, sogna di cambiare il valore della musica (eh????). È un operaio in cassa integrazione, porta sul palco le rivendicazioni di chi non ha voce per raccontare il disagio di una generazione. Dice di essere un cantautore, ma sembra restio a cantare. A Morgan non piace l’atteggiamento: “Tu stai occupando tempo e spazio, in stile fascista, senza considerare che qui sei ospite e che qui non si fanno comizi. Basta fare i comizi e fare il De Andrè dei poveri….”. “Questo programma non aiuta a far uscire il De Andrè di oggi…” dice polemico Walter e Morgan lo aiuta ad andare rapidamente fuori dai cogl***. Insomma la sua è davvero un’occupazione ‘sindacale’ del tutto inappropriata. Poi decide di cantare un pezzo delle Vibrazioni: in realtà non lo canta, ma lo declama. Morgan ha il fumo che gli esce dalle orecchie… quando inizia a cantare si alza, mentre il pubblico fischia. Beh, non ha proprio conquistato le simpatie di pubblico e giuria. Morgan sale sul palco per abbracciarlo, ma sembra trattarlo più che altro con la condiscendenza che si dà a un ‘folle’. Per Elio bella intensità, ma gli manca del tutto la dote fondamentale, l’intonazione; Arisa: “Mi dispiace molto per tutta la rabbia che hai dentro, ma non puoi fare il cantante, sei troppo arrabbiato”. Se ne va prima di ricevere i voti. Morgan: “Volevo dirgli una cosa positiva ma se ne è andato e quindi vuol dire che non gliene frega un ca**o. Ma ho sentito in lui una disperazione profonda per questo sono andato ad abbracciarlo, ed è bene che si sfoghi artisticamente e non con la violenza”. Per Walter, incazzati col sistema, i quattro giudici non sanno di vivere in un mondo fuori dalla realtà.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Pubblicità.
    Intanto è passata un’ora dall’inizio: che piacere ritrovare la musica in tv, trattata con rispetto, con divertimento, con gioia, con profondità. Bentornato X Factor.



    22.03
    Si riparte da Trento.
    Eccoci a Vincenzo Di Bella, 23 anni, da Genova con un pizzico di sana incoscienza. Vestito da Blues Brothers, confessa di andare vestito sempre così, con RayBan neri sugli occhi e cappellino. Educatore di ragazzi in un centro a Genova.

    Ha tutto quello che serve per Elio, ha intensità per Arisa, che comprerebbe un suo disco e passa con quattro sì.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Antonella Lo Coco, 26 anni, aiuto pizzaiolo, canta Too Late, con qualche incertezza di troppo a nostro avviso. Ad Arisa piace, anche se deve fare meglio. Quattro sì. Bella faccia.
    Michele L. Cavada, di Bolzano, insegna danza, padre di una bimba di un anno: “Vorrei che un giorno mia figlia sia fiera di me”. Ma canta Wild Wild West completamente fuori tempo: decisamente meglio nel ballo. Per Arisa livello molto alto, un figaccione per Morgan, che prende in giro l’ormone di Arisa: quattro sì anche per lui. Non siamo in sintonia con la giuria, è evidente.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Ma ecco il momento di Fiocco di Neve, “un cristallo in cui la luce viene riflessa e la luce è l’elemento più puro del mondo”. In realtà il suo nome è Gloria Nencioni, ha 19 anni e si presenta sul palco vestita come un incrocio tra Lady Gaga e la Fata Turchina, è accompagnata dalla mamma che piange già dietro le quinte. “Cosa fai oltre cantare? Eserciti anche qualche altro tipo di professione” dice ironico Elio. Dice di aver vinto 70 premi letterari, ma il suo sogno è quello di fare la cantante: e si esibisce in un pezzo di Katy Perry. Ma l’inglese e la musica non sono il suo forte… meglio la penna. “Katy Perry se ti becca ti mena” dice la Ventura; ‘affranto’ Elio, perché apprezza la cura che ha messo nel look, ma “purtroppo nel canto c’è un piccolo particolare, che bisogna essere intonati”. Morgan ci proverebbe e dice sì, come Elio, per incoraggiamento, ma è fuori. Finta anche quando piange.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Ramona Mojancimino viene dalla Transilvania e lavora in una gelateria con il marito: nel suo Paese ha studiato da infermiera e in due minuti racconta tutta la sua vita. Canta Paparazzi di Lady Gaga, ma non è cosa sua. Quattro no.

    Giuseppe Segabruco si presenta più che altro per divertirsi… siamo al momento dei ‘talenti incompresi’ è evidente. Il pubblico si diverte, i giudici anche, ma poi ovviamente sono quattro no.

    Altro bel personaggio, Giulio Montagna, vestito di verde con una maglietta fatta in casa con su scritto ‘Arancia di Montagna’, con pettinino d’ordinanza che si passa regolarmente tra i capelli. Ha preparato anche una canzoncina di presentazione, con la quale rischia l’eliminazione, visto che non può suonare e cantare senza base. Morgan cerca di calmarlo (“Sei al limite, non fare il fenomeno, un altro passo e sei nella m***a”) come se si trattasse un folle. Quanta roba si è fatto? Ha 25 anni, viene da Verona e canta Nessuno mi Può Giudicare. Sta da fuori come un terrazzino! Bella faccia, begli occhi, conquista Arisa che gli dice addirittura che è stato intonato (“Sei la prima persona che me lo dice!”); per Morgan è esagitato e clownesco, “non puoi far finta di essere una grande rockstar se non sei nessuno, perché devi metterti in ridicolo, visto che sei intelligente e intonato”; Simona è intristita dal suo comportamento, così come Elio. Giulio ne viene davvero colpito. È la prima volta che qualcuno gli parla così chiaramente. Simona lo invita a cantare a cappella e lui sceglie il pezzo che ha aperto Woodstook. Morgan: “Sei uno dei pochi che canta in inglese capendo cosa canta e facendolo capire agli altri”. Sì da Elio, Arisa e Morgan (“Sei un soggetto borderline, musicalmente c’è qualcosa che mi interessa, ma il resto è pericolosissimo”), Simona invece lo punisce per l’atteggiamento mostrato all’inizio. Ma ora che si è calmato è un’altra persona, profonda e preparata: la scelta di quel pezzo non può lasciare indifferenti. “Se ti ripresenti con la chitarra o con la maschera sai dove te la puoi mettere?” gli dice Simona. Pubblicità.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    22.32
    Ecco Francesca Michelin, 16 anni, indicata da Arisa come la vera rivelazione dell’edizione di X Factor. Da grande vuole fare la musicista, studia basso elettrico, frequenta un coro gospel e sta per prendere lezioni di canto. E sceglie un pezzo dei Led Zeppelin. Alla faccia del bicarbonato di sodio! Il teatro è in visibilio. Talentuosissima per Simona, con una voce fantastica; Morgan è conquistato dallo stile retrò attualizzato scelto da Francesca; Arisa spera di poterla seguire (ma non lo farà) e Francesca raccoglie quattro sì.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    È il momento di Marco Negri, 32 anni da Mantova: per lui la musica è una missione, è lo strumento per liberare la sofferenza che ha dentro, acuitasi con la morte della nonna, che gli ha trasmesso l’amore per il canto e gli faceva sentire Endrigo e Tenco. La giuria lo prende un po’ in giro, con poca ‘sensibilità’ a nostro avviso. E canta un pezzo di Endrigo. Ma non è da X Factor… Morgan gli dice sì, più che altro per la dolcezza e la sensibilità; Elio non crede che possa avere un futuro discografico; Simona entra nel personale chiedendo se abbia una ragazza (“No, non ne ho voglia…”) e dice sì; sì anche da Arisa e passa.

    E siamo alle due sorelle Lallai che si sono incontrate per caso a X Factor: Consuelo ha 29 anni, Marisol 25, vengono da Cagliari, ma le loro vite si sono separate anni fa. Per quattro anni i genitori delle ragazze sono andate in carcere e Marisol contesta alla sorella di averla lasciata sola, di essere andata via proprio nel momento in cui aveva più bisogno di lei.
    Inizia Consuelo: Arisa la chiama subito “‘A Shakira”, Simona “’A fata!”. E canta I Wanna Dance with Somebody di Whitney Houston. Morgan: “Il problema suo non è la voce, è la tamarraggine!“; eccessiva per Elio (“Al limite dello sguaiato“). No da Arisa, sì di Morgan, sì da Elio, influenzato dalle origini di Capoterra, no da Simona: non passa e le lacrime scendono copiose.

    Ecco Marisol: “Sai che somigli tanto alla ragazza di prima?” dice subito Arisa che le chiede il perché non abbiano cantato insieme. Lei racconta che non si sentono da tempo, mentre Arisa insiste nel conoscere la loro storia. Lei chiede di cantare, però, e si esibisce ne Il Mare d’Inverno. Bella voce, un po’ eccessiva nell’interpretazione. Troppo carica per Simona, tamarra per Morgan, sguaiata per Elio ma buona interpretazione; e Morgan sbaraglia le carte in tavola, proponendo alle due sorelle di formare un gruppo vocale. La giuria sospende il giudizio in attesa di risentirle in duo: ci si mettono d’impegno i quattro a farle fare pace. Consuelo è disposta e risale sul palco in lacrime. Sono entrambe in lacrime. Marisol: “Il mio cuore la ama, ma se devo passare a X factor ci devo passare per come canto, non per la mia storia“. Un vero psicodramma, mentre Marisol chiede di avere i propri giudizi: passa con quattro sì, ma la giuria estorce loro una prova in duo a Forlì. I genitori intanto facevano il tifo per la giuria: le vogliono rivedere insieme, Marisol però è restia e la capiamo: “Per una volta era il mio turno… perché?“.

    Flash Required

    Flash is required to view this media.

    Download Here.



    Si chiude qui il primo speciale casting di X Factor 5: brio, ritmo, bei personaggi, bel lavoro delle giurie, ottimo montaggio, coinvolgimento, musica, narrazione… c’è tutto e anche più di quanto avevamo lasciato su RaiDue. Avanti così: la musica e lo spettacolo battono su SkyUno.

    3998