X Factor 4 – i Provini atto secondo, calma piatta e scelte misurate

X Factor 4 – i Provini atto secondo, calma piatta e scelte misurate

Noiosa e senza colpi di scena la seconda puntata dei provini di X Factor 4

    maionchi-mara-giudice-x-factor.jpg

    X Factor 4-i Provini, nella seconda puntata, andata in onda ieri sera alle 23.40 su RaiDue, scivola via senza intoppi, ma anche senza verve. La scena come sempre l’hanno tenuta più i giudici che i cantanti e su tutti, anche questa volta, Mara Maionchi. E qui si potrebbe aprire una lunga parentesi per cercare di capire come mai Anna Tatangelo finga di stare sempre un passo indietro rispetto alla Maionchi. Volendo fare un paragone, sembrava Anne Baxter in Eva contro Eva, quando studia ogni passo della grande attrice per cui lavora, una strepitosa Bette Davis, insomma quello che si è visto ieri sera, almeno a nostro giudizio, è che Lady Tata, come la chiama Elio, abbia cercato la benevolenza della collega più illustre e decisamente più temuta, ma anche stimata, dagli aspiranti cantanti.

    E parliamo un po’ di loro, dei cantanti, la puntata si apre con Nevrus Joku, che, dopo la domanda di rito fatta da Elio a tutti i partecipanti su cosa li abbia mossi fin lì, canta lasciando basiti gli astanti, la Maionchi lo stronca, ma passa il turno. Si passa quindi ad Anna Borrelli che consente ad Anna Tatangelo di pontificare un po’ prima di dirle di no. Ma un momento con siparietto commovente lo regalano subito dopo le due signore giurate quando entra Caludia Sall che, unico guizzo della serata, incanta i giudici dando il via alla lacrima che lascia intravedere un lato umano anche nella Tatangelo, inutile dire che Claudia si aggiudica quattro si ed esce raggiante dalla sala lasciando il posto a Nicole Di Gioacchino, Nathalie Giannitrapani ed Eliana Tumminelli che passano il turno.
    Poi, ancora calma piatta, fino ad Alessandra Falconieri che invece rianima la serata, ma è con Jessica che Enrico Ruggeri manifesta, in sordina, la propria presenza canticchiando sottovoce un azzeccato jingle, se mi cambi la melodia, io ti mando via. Il momento clou però arriva quando, chiamati a mostrarsi illuminati, i quattro giurati si tirano indietro e bocciano Cristian Leò, trasgender che, forse è vero, non era perfetta, ma non è che gli altri prescelti fossero tanto meglio, insomma avrebbero potuto darle una chance, ma invece non hanno saputo, o voluto, guardare oltre.
    Anche se poi, poco dopo, forse proprio per riprendersi, hanno promosso i Kymera, coppia dichiaratamente gay che, in effetti, ha fatto una performance molto interessante. Ovviamente si sono sciolti per il piccoletto napoletano, Ruggero Pasquarelli, che, per il suo fare scapricciato, ricorda Elio Germano in Mio fratello è figlio unico, ma canta nel rispetto della tradizione neomelodica napoletana con qualche allegria in più, passa con quattro si.

    Francesco Facchinetti ci ricorda che le selezioni hanno coinvolto 80mila ragazzi, ma che solo 12 arriveranno alla meta e, consapevoli di questo, ascoltiamo Lorenza Vaschetta, che sarà ricordata, peccato perché non sembrava tanto male, solo per il commento sulla Tatangelo dato a caldo.
    Si capisce subito, appena entra che ad Anna non piace, forse perché troppo alta, troppo bionda, troppo avvenente e troppo sportiva, insomma la stizza di Lady Tata sembra mossa più da un’antipatia di pelle che non da ragioni musicali, ma il verdetto comunque la castiga e così se ne torna a casa incassando due si dagli uomini e due no dalle donne, lasciando la sala le sfugge un commento al vetriolo su come la Tatangelo possa aver fatto carriera e la definisce una sciacquetta. Passando oltre, Elio ci regala una mimica pazzesca, dimostrandosi ancora una volta il migliore, durante l’esibizione di Luigi Tempestini, un signore non più giovanissimo che Elio definisce Guru e la puntata prosegue senza nessuna nota con Davide Mogavero che passa, così come Ingrid Catalano, Federica Inselvini, Simone Perrone, Alessandro Stucchi, Walter Ricci, Nashville Trio, Sibilla Malara, e i Borghi Bros che, vecchie conoscenze della Maionchi, avendo partecipato alle selezioni anche lo scorso anno, riescono a passare.
    Da questa puntata escono 14 candidati, ma ora, dovranno esibirsi in teatro e affrontare la prova davanti al pubblico, saranno, infatti, soltanto 12 i partecipanti ad X Factor 4 e lunedì sera in tv anche l’assegnazione delle categorie, sebbene non sia più un segreto. Poi il via ufficiale martedì 7 settembre in prima serata su RaiDue.

    803