X Factor 4, i concorrenti: Stefano Filipponi

X Factor 4, i concorrenti: Stefano Filipponi

Ecco la scheda di Stefano Filipponi, concorrente di X Factor 4 nella categoria Under 24 Uomini capitanata da Mara Maionchi con Rossana Casale come vocal coach

    Continuiamo la carrellata di presentazione dei concorrenti di X Factor 4 con Stefano Filipponi, cantante della categoria Under 24 Uomini capitanata da Mara Maionchi e coadiuvata dalla vocal coach Rossana Casale. Stefano rappresenta senz’altro una delle grandi sorprese che ha suscitato più stupore, e perplessità, durante i casting: il ragazzo, piuttosto timido e introverso, infatti quando parla deve fare i conti con una balbuzie piuttosto accentuata, venuta fuori a cinque anni dopo un’operazione alle tonsille, che però sparisce quando canta. Per questa sua singolare situazione è già candidato a diventare uno dei personaggi più interessanti di questa quarta edizione del talent show di Rai Due.

    Stefano Filipponi, 22enne di Macerata, è diplomato al Liceo Scientifico ed è iscritto ad Ingegneria Edile-Architettura all’Università. Suona il sassofono contralto dall’età di 12 anni, ha iniziato a studiare canto a 14 anni, dal 2007 segue corsi di Canto Lirico all’Istituto Musicale G. B. Pergolesi di Ancona ma solo quest’anno ha iniziato ad esibirsi davanti al pubblico in piccoli spettacoli estivi. Non c’è dubbio che salire stasera sul palco di X Factor 4 in diretta tv rappresenta per lui un enorme passo in avanti e noi speriamo che riesca a vincere la forte emozione della sua prima volta: anche perché il suo sogno nel cassetto è avere un pubblico per cui cantare.

    I suoi cavalli di battaglia sono E penso a te di Lucio Battisti, Hallelujah di Leonard Cohen ma nella versione di Jeff Buckley, mentre le cinque canzoni della sua vita sono Proud Mary dei Creedence Clearwater Revival, Light my fire dei Doors, Dillo alla Luna di Vasco Rossi, Blind degli Hercules and Love Affair, Almeno tu nell’universo di Mia Martini. Ai provini però ha incantato i giudici con il Pescatore di Pierangelo Bertoli e Tears dry on their own di Amy Winehouse. Nel tempo libero a Stefano piace disegnare o dipingere (tutte passioni che non richiedono una comunicazione verbale), lo rilassa fare delle lunghe corse all’aria aperta e si diverte a uscire con gli amici.

    Forse per esperienza personale non sopporta la superficialità e chi prende in giro gli altri.



    Le sue doti canore non sono proprio eccellenti e ne è consapevole (si da 6+ come cantante) e anche Mara Maionchi al momento della scelta finale gli ha fatto presente che è un po’ crescente quando canta, ma è in grado di emozionare tanto e questo per ora basta alla caposquadra degli Under 24 Uomini. In fondo anche per Stefano l’X Factor è toccare il cuore della gente.

    535

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE