X Factor 4, i concorrenti: Effetto Doppler

Conosciamo gli Effetto Doppler, concorrenti di X Factor 4 nella categoria Gruppi Vocali di Enrico Ruggeri

da , il

    Concorrenti di X Factor 4 nella categoria Gruppi Vocali di Enrico Ruggeri, gli Effetto Doppler si formano nel 2010: il gruppo, composto da tre amici di Lecce, Gabriele, Enrico e Alessandro, è alla prima esperienza televisiva, considerata la loro recentissima nascita. Amanti del rock e del pop, hanno come cavalli di battaglia Due di Raf e Ti vorrei sollevare di Elisa e per loro l’X Factor “è la sensazione di riuscire a volare mentre si canta e, allo stesso tempo, far volare chi li ascolta senza che se ne renda conto“.

    Tre amici di Lecce sono riusciti a coronare il sogno di sbarcare sul palco di X Factor 4: si tratta di Gabriele, Enrico e Alessandro, da quest’anno riunitisi per formare gli Effetto Doppler. Scopriamo qualcosa di loro.

    Gabriele è nato il 5 gennaio 1984 a Nardò (LE), suona la tastiera e si è diplomato geometra, prima di frequentare Ingegneria delle Infrastrutture all’Università. Vive col padre Giuseppe, la madre Luciana, i fratelli Piergiorgio e Giacomo, la sorella Aurora e la gatta Anita. Il suo sogno è quello di cantare davanti a “un grrrrrande pubblico” e si descrive come caparbio, deciso, romantico. Del resto ce n’è volutà di cabarbietà per ritentare la via di X Factor dopo la delusione dello scorso anno e il suo motto è “Lottare sempre, arrendermi mai” (molto Ventura a dire il vero). Ama i bonsai e i minerali, mentre le cinque canzoni della sua vita sono T’innamorerai di Marco Masini, Come saprei di Giorgia, Thank you for loving me dei Bon Jovi, Cambiare di Alex Baroni, Due di Raf. Nel suo iPod? Bon Jovi, Stevie Wonder, Queen, Backstreet Boys, Enrico Ruggeri, Alex Baroni.

    Anche Enrico è del 1984: è nato l’giugno a San Cesario di Lecce (LE) e vive con la madre Maria Lucia e il fratello Giancarlo a Lequile (LE). Ha studiato Lingue Moderne per la Comunicazione Internazionale, suona la chitarra e fino a 16 anni ha giocato a basket a livello agonistico, sport che ama insieme a calcio e tennis. Si definisce generoso e altruista, fin troppo schietto, abbastanza testardo e un po’ permaloso. Il suo sogno è quello di un vero talento da X Factor, ovvero diventare un cantante professionista e vivere di sola musica. Il momento più difficile resta senz’altro la morte del padre, ma lo aiuta l’amore per la musica, per la quale è pronto a tutto, ma senza mai tradire se stesso e i suoi valori. Le cinque canzoni della tua vita sono In questo mondo di ladri di Antonello Venditti, Tracce di te di Francesco Renga, Canzone per lei di Eros Ramazzotti, I’m Yours di Jason Mraz, I’ll be there di Michael Jackson e nel suo iPod si possono trovare Michael Jackson, Eros Ramazzotti, Renato Zero, Jason Mraz, Après La Classe, Sud Sound System, Muse, Bon Jovi, Pink Floyd, Dire Straits.

    Chiudiamo con Alessandro, il più giovane, nato il 19 febbraio 1991 a Lecce. Diplomato al liceo linguistico ora è all’università e vive a Lecce con il padre Alberto, la madre Annunziata e la sorella Giorgia. Si definisce schietto e simpatico, ma anche impulsivo ed egocentrico. Il suo sogno è di quelli ‘classici’, ovvero sfondare come cantante. Le cinque canzoni della sua vita sono Too much love will kill you dei Queen, La fuerza de mi Corazon di Luis Fonsi, Ti scatterò una foto di Tiziano Ferro, I muscoli del capitano di Francesco De Gregori, You are my destiny di Lionel Richie, mentre sul suo iPod si possono trovare Queen, Luis Fonsi, David Bisbal, Nickelback, Tiziano Ferro, Povia, Taylor Swift, Raf.