X Factor 4, Enrico Ruggeri quarto giudice

X Factor 4, Enrico Ruggeri quarto giudice

Enrico Ruggeri quarto giudice di X Factor 4: l'ipotesi sembra confermata dal recente incontro del cantante con Rai e Magnolia, che produce il talent

    Sebbene Francesco Facchinetti abbia chiesto ancora un po’ di pazienza, si fa avanti il nome di Enrico Ruggeri come quarto giudice di X Factor 4: il cantante, ormai avviatosi alla carriera di conduttore tv con Mistero su Italia 1 (ceduto quest’anno a Raz Degan), si andrebbe ad aggiungere a Mara Maionchi, Anna Tatangelo ed Elio delle Storie Tese. Ancora non giungono smentite dalla pagina FB di Facchinetti, anzi arriva una mezza conferma dal sito di Ruggeri: stando al suo Diario di Bordo ha incontrato Rai e Magnolia mercoledì 23 giugno. Che si sia firmato il contratto?

    Enrico Ruggeri quarto giudice di X Factor 4? Il nome lo anticipa Il Giornale di Brescia, ma l’ipotesi non appare tanto peregrina: il cantante nato come front man dei Decibel (che ha riunito quest’anno sul palco di Sanremo 2010 per la serata dei duetti) può infatti vantare una discreta carriera tv, portata avanti con un certo successo su Italia 1 prima con le varie edizioni de Il Bivio e poi con Mistero, da quest’anno passato nelle incerte mani di Raz Degan. Insomma Ruggeri potrebbe coniugare al meglio l’aspetto musicale e quello televisivo del talent di RaiDue, aggiungendosi alla veterana Mara Maionchi, al dissacrante Elio (che ha mostrato il suo aspetto più serio e concentrato nel ‘test’ svolto in veste di special guest nella scorsa edizione di X Factor) e alla new entry Anna Tatangelo.

    Ruggeri ha incontrato Rai e Mediaset nel pomeriggio di mercoledì 23 giugno e ha preso un bell’aperitivo con Elio venerdì 25: un incontro tra amici in vista del comune impegno tv?
    Non sono ancora arrivate smentite da Francesco Facchinetti, ormai diventato capo ufficio stampa del talent dalle pagine di Facebook, che però ha cercato di placare la curiosità dei fans dando come dead-line per la presentazione dei nuovi giudici la seconda settimana di luglio: dovremo pazientare ancora una decina di giorni.

    385