Will & Grace, Sean Hayes (Jack): “Sì, sono gay”

Jack McFarland, il mitico gay di Will & Grace, si confessa ad Advocate, fa outing sulle pagine della rivista "bibbia" degli omosessuali negli States

da , il

    Era uno dei personaggi più amati della serie di culto Will & Grace e per i fan era il marito di Rosario, la mitica colf dell’esilarante Karen e i suoi siparietti con quest’ultima erano di fatto una delle ragioni per cui vedere la sitcom creata da David Kohan e Max Mutchnick. L’attore Sean Hayes interpretava il gay antelitteram Jack e nel numero di aprile della rivista Advocate, vera bibbia del mondo gay, dichiara apertamente la sua omosessualità e dice di essere anche felicemente fidanzato. “Sono quello che sono, non sono mai stato etero“.

    Sulla difficoltà di uscire allo scoperto dichiarando la sua omosessualità Hayes afferma che non voleva dare in pasto ai media la sua vita privata: “Non ho mai capito perché mi chiedevano di mettere su una pubblica piazza la mia vita privata – ha raccontato al mensile – Mi volevano come carne da macello e poi cos’altro mi avrebbero chiesto?“.

    Pensa che con il personaggio di Jack McFarland abbia contribuito e non poco alla causa gay: “Penso di aver dato contribuito in modo monumentale al movimento omosessuale negli States – racconta nella lunga intervista-confessione – “Se qualcuno lo vuole mettere in discussione, sono pronto a parlarne“.

    Hayes racconta la sua vita e gli inizi difficili. L’ultimo di cinque figli, è cresciuto con la madre divorziata a Chicago: corsi di pianoforte (“sapevo a memoria tutte le sonate di Mozart“) e tanti casting per fare spot. Nel 1995 si trasferisce a Los Angeles e anche qui fa tantissima pubblicità e poi grazie a una piccola parte nella commedia romantica gay Billy’s Hollywood Screen Kiss viene notato dai produttori di Will & Grace e diventa Jack.

    Hayes ha ancora un ottimo ricordo di quegli anni e ancora è molto amico di tutto il resto del cast: “Ogni giorno, ogni santo giorno dormiamo insieme… viviamo nella stessa casa“, dice entusiasta. “Siamo come il cast di Friends, ci vogliamo bene e passiamo molto tempo insieme”.

    Dopo il personaggio di Jack, ha avuto qualche difficoltà a riprendere in mano la sua carriera, ma adesso sta per debuttare a Broadway con un’opera ispirata al film L’Appartamento di Billy Wilder, Promises, Promises, accanto a Kristin Chenoweth, vista in Pushing Daisies.

    Una delle cose migliori che gli è capitata è stata conoscere il suo attuale compagno: “Passo del tempo con questa persona speciale, è tutto quello di cui ho bisogno – racconta “Non ho bisogno di serate o eventi, non esco spesso, la mia vita è tranquilla come quella di un 85enne… tutto ciò è meraviglioso“.