White Collar, spoiler per la seconda stagione; crossover con Burn Notice?

White Collar, spoiler per la seconda stagione; crossover con Burn Notice?

In Italia White Collar debutterà soltanto l'8 aprile alle ore 21 su Fox Crime, ma per chi non sa aspettare Jeff Eastin ha anticipato qualche spoiler sulla seconda stagione

da in In Evidenza, Interviste, Serie Tv, Serie TV Americane, Serie TV Crime, Video, White Collar, Burn Notice, crossover, Usa-Network
Ultimo aggiornamento:

    In Italia White Collar debutterà soltanto l’8 aprile alle ore 21 su Fox Crime (che giustamente non si è potuta esimere dall’aggiungere “Fascino Criminale” quale ‘sottotitolo’); in America, però, nei giorni scorsi si è conclusa su USA Network la prima stagione di White Collar, season finale visto da 4.035 milioni di spettatori che ha permesso ad Usa di battere la concorrenza (anche se va detto che la serie ha, in alcune puntate, superato ampliamente i cinque milioni) ed il creatore Jeff Eastin ha fornito ai fan, via Chicago Now, qualche anticipazione per la seconda stagione che debutterà quest’estate. Se non avete mai visto White Collar vi consigliamo questo post di qualche tempo fa, altrimenti…seguono spoiler!!

    Se dopo il botto che ha concluso la prima stagione pensate che White Collar possa ampliare la sua mitologia/trama orizzontale…ricredetevi, rispetto agli episodi tutto sommato stand-alone cui ci ha abituato la prima stagione, le cose non cambieranno molto: Jeff Eastin, creatore della serie è contento del cast e della crew e anche di ogni singolo episodio della prima stagione, per questo “nella seconda stagione di White Collar – ha spiegato – non cambieremo granché in termini di dinamiche, lo show è incentrato su Peter Burke (Tim DeKay) e Neal Caffrey (Matt Bomer) e questo è il nostro focus”.

    Ma ora che i due protagonisti hanno imparato a fidarsi l’uno dell’altro, cosa succederà nella seconda stagione? Eastin ha spiegato che faranno in modo che le cose tra loro non si adagino sugli allori, ci sarà una crescita della fiducia, ma non troppa: “Ci saranno sempre problemi di fiducia – ha spiegato – con Peter che continuerà a dire a Jones di cercare impronte digitali e quanto altro ogni volta che Neal esce dalla stanza. Ma questo non rovinerà il rapporto di fiducia creatosi tra Neal e Peter, possono andare fuori e bersi una birra insieme, la relazione tra loro si evolverà ed anche se avranno sempre problemi di fiducia, a loro piacerà stare in compagnia l’uno dell’altro“.

    Non è chiaro se nella seconda stagione se Pete aiuterà Neal (o se quest’ultimo vorrà il suo aiuto) a rintracciare i killer della fidanzata di quest’ultimo, Kate (…sempre che sia morta, supposizione di Televisionando!), di certo c’è però che se anche l’agente dell’FBI Garrett Fowler (Noah Emmerich) ha un ruolo di primo piano, non è lui il cattivo in capo. “Il Grande Cattivo, come lo chiamiamo – ha detto Eastin – non è Fowler, ma qualcuno cui Fowler risponde e scopriremo di più su di loro nella seconda stagione e – toccando ferro – anche nella terza stagione, quando ci dedicheremo ai retroscena su Fowler e sul Grande Cattivo, cose piuttosto interessanti“.

    Di sicuro tornerà anche Mozzie, Eastin ha spiegato che non solo rivedremo Willie Garson ma “scopriremo anche di più sul suo personaggio – ad esempio perché si chiama così – e qualcosa di più sulla sua storia personale.

    Ogni volta che vedo Mozzie nella sceneggiatura so che accadrà qualcosa di divertente“. E grazie a Mozzie ci potrebbe essere un crossover con Burn Notice, pare infatti che alcuni sceneggiatori di White Collar si stiano gingillando con l’idea di far diventare Mozzie il nipote di Sam (Bruce Campbell), “cosa che – ha detto Eastin – potrebbe essere molto interessante”.

    Nella seconda stagione potremmo però non vedere – o non vedere a tempo pieno – Tiffani Thiessen/Elizabeth Burke (la moglie di Peter), l’attrice è incinta ma la sua gravidanza non verrà inserita nello show, “cosa che renderà tutto molto più difficile ed interessante – ha anticipato Eastin – ma anche divertente, scoprire come puoi usare il green screen ed altre cose del genere (per non mostrare la gravidanza nello show, ndr)”.

    Il creatore dello show ha anche aggiunto di non sentire troppo la pressione dopo il successo della prima stagione, “non siamo sotto pressione ma non ne siamo neanche esenti – ha detto – è un tipo di pressione diversa da quella che senti quanto i rating scendono, ed anche se la preferisco, si sente la pressione di mantenere lo show a certi livelli: anche grazie a Twitter (qui il suo account) mi tengo in contatto con le persone che guardano lo show, scopro cosa gli piace e cosa non gli piace. Dare una faccia al telespettatori aumenta la responsabilità del fare un buono show, sapere che stai facendo uno show per loro…ma è anche una cosa gratificante“.

    Eastin ha anche aggiunto di essere al corrente che ci sono molti show che muoiono nel corso della prima stagione o della seconda, “ma ora come ora – ha concluso – stiamo facendo del nostro meglio per costruire una seconda stagione di White Collar di cui i telespettatori siano soddisfatti e che, sperabilmente, riesca ad attrarre altri telespettatori“.

    894

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN In EvidenzaIntervisteSerie TvSerie TV AmericaneSerie TV CrimeVideoWhite CollarBurn NoticecrossoverUsa-Network