Weeds 7, le anticipazioni di Jenji Kohan

La settima stagione di Weeds arriverà su Showtime dal prossimo 27 giugno, e dopo che la rete americana ha diffuso foto, descrizione e video di Weeds 7, la creatrice Jenji Kohan ha parlato con EW

da , il

    Jenji Kohan with hat

    La settima stagione di Weeds arriverà su Showtime dal prossimo 27 giugno, e dopo che la rete americana ha diffuso foto, descrizione e video di Weeds 7, la creatrice Jenji Kohan ha parlato con EW.com di quello che i fan possono aspettarsi dallo show. Noi ve lo diciamo, ma fate ovviamente attenzione agli spoiler sgraditi!

    La settima stagione di Weeds vedrà un salto temporale e riprenderà tre anni dopo la cattura di Nancy (Mary Louise Parker) da parte dell’FBI per l’omicidio di Pilar Zuazo: nei tre anni passati in prigione la nostra ha condiviso la cella con Roya (Olga Sosnovska), una russo-americana visitata spesso dal fratello Demetri (Pablo Schreiber). Uscita di prigione, Nancy dovrà passare un periodo di tempo indefinito in una ca casa di riabilitazione (dove vedremo all’opera Gary Anthony Williams nel ruolo di consigliere della protagonista) da dove tenterà comunque di riprendere il suo traffico di stupefacenti assieme ai due russi.

    In tre anni a Copenaghen, il resto della ‘truppa’ sembra invece essersi sistemato più che bene, secondo quanto rivelato dalla creatrice Jenji Kohan, Silas (Hunter Parrish) è diventato un modello,Shane (Alexander Gould) ha messo in piedi un teatrino di marionette e Andy (Justin Kirk) è in una relazione seria: “Hanno le loro relazioni e sono andati Avanti con le loro vite, ma sembra sempre che manchi qualcosa – spiega la producer – Nancy è la loro stella polare, e quando non hai più questo riferimento, ti senti un po’ perso”.

    In Weeds 7 – oltre a vedere diverse guest star, tra cui Martin Short, Aidan Quinn e Lindsay Sloane – scopriremo anche che nei tre anni passati tra sesta e settima stagione i personaggi hanno subito alcuni cambiamenti fisici piuttosto evidenti: “Shane ha le basette e un taglio à la moicano ed è molto cool, Silas è molto palestrato e Andy è un po’ più grigio, ma niente di trascendentale”. Il più grande cambiamento sarà comunque quello di Stevie: “Adesso ha quasi 4 anni, è un ometto e parla: è una persona vera, e grazie a lui aggiungeremo una nuova dimensione alla famiglia Botwin”.