Warehouse 13 da stasera su SciFi – Steel di Mediaset Premium

Warehouse 13 da stasera su SciFi – Steel di Mediaset Premium

Prendete Fringe, mischiatelo ad Indiana Jones con un tocco di crime umoristico (à la Moonlight), aggiungeteci X Files ed Indiana Jones: il risultato sarà Warehouse 13, dal primo febbraio su SciFi - Steel di Mediaset Premium

    Se vi dicessero che lo specchio di Alice nel Paese delle Meraviglie non solo esiste davvero, ma è anche pericoloso, vi mettereste a ridere? Se no, e se vi piacciono le serie che mischiano Indiana Jones ad X Files con un tocco di umorismo, non potete perdervi Warehouse 13, la serie che ha segnato il cambio di nome di Sci Fi Channel a Syfy e che fin fal debutto, con i suoi 3.5 milioni di telespettatori, è diventata uno degli show di punta della rete. Per i fan italiani, l’appuntamento è alle 21, ogni lunedì a partire da stasera, con un doppio episodio in onda su SciFi – Steel di Mediaset Premium.

    Di Warehouse 13 avevamo parlato lo scorso luglio subito dopo il debutto, la serie vede protagonisti l’agente Peter Lattimer (Eddie McClintock, visto in Bones e Desperate Housewives), agente istintivo che vive seguendo delle non meglio precisate “vibrazioni” e l’agente Myka Bering (Joanne Kelly, già vista in Vanished), precisina e ambiziosa; i due salvano la vita al Presidente degli Stati Uniti, ma come promozione finiscono in mezzo al deserto in una misteriosa struttura (lo Warehouse 13 del titolo) ‘capitanata’ dallo scienziato Arthur “Artie” Nielsen (Saul Rubinek) che la definisce “la soffitta (o il magazzino, ndr) d’America”.

    All’interno del magazzino 13, tutti gli oggetti che, per un motivo o per l’altro, sono pericolosi, ma non oggetti tipo bombe o fucili, ma “misteriose reliquie e souvenir sovrannaturali” che, per un motivo o per l’altro, sono minacciosi per il genere umano; dopo un primo periodo d’assestamento, i due agenti capiranno che il magazzino che sono stati chiamati a proteggere non è il delirio di un pazzo, ma un vero e proprio vaso di Pandora che protegge l’umanità.

    Creato da Jane Espenson (“Buffy” e “Dollhouse”) con l’aiuto di Rockne O’Bannon e D. Brent Mote, Warehouse 13 vede nel cast anche Leena (Genelle Williams), giovane proprietaria del bed & breakfast dove i nostri agenti soggiornano, Claudia Donovan (Allison Scagliotti), l’esperta tecnologica che collabora con Artie…non prima di averlo fatto impazzire, Mrs. Frederick (C. C. H. Pounder), capa di Artie che sembra riuscire ad arrivare ovunque e dovunque, e Daniel Dickenson (Samuel Reynolds), ex boss dei due agenti protagonisti.

    Come avevamo già detto l’anno scorso, le premesse per una buona serie ci sono tutte, Warehouse 13 intrattiene senza richiedere troppa concentrazione, le storie non sono originalissime anche se le sceneggiature sono solide ed i personaggi divertenti, senza contare che – alleluja – i due non sembrano destinati ad infilarsi in una relazione quasi senza speranza come le coppie protagoniste di mille altri telefilm: come ha spiegato il produttore esecutivo Jack Kenny “Myka e Peter sono più come fratello e sorella, sanno come ’spingere’ i bottoni dell’altro, litigano, sanno quello fa ridere l’altro: sarebbe strano farli finire insieme e, almeno per un po’, non succederà“.

    Da fan di X Files e di altri telefilm del genere, la visione di Warehouse 13 è consigliata, con l’aggiunta però che la serie non è troppo seria né troppo originale: per passare un’oretta e mezzo in compagnia, comunque, fa il suo dovere; l’appuntamento è da stasera alle 21 con un doppio episodio (tutti i lunedì) in onda su SciFi – Steel di Mediaset Premium.

    Warehouse 13 – Promo


    Warehouse 13 – Trailer


    Warehouse 13 Promo #2


    849

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI