Vigilanza Rai, accordo Pd-PdL su Sergio Zavoli

Vigilanza Rai, accordo Pd-PdL su Sergio Zavoli

Sergio Zavoli potrebbe finalememnte chiudere la vertenza che da mesi paralizza la Rai

    Sergio Zavoli

    L’elezione ‘a sorpresa’ di Riccardo Villari alla presidenza della Commissione Parlamentare sulla Vigilanza Rai ha smosso la palude che bloccava da mesi maggioranza e opposizione sul nome, non gradito al PdL, di Leoluca Orlando, candidato del Pd.

    Dopo le dimissioni improvvise nel pomeriggio di Orlando e Francesco Pardi (IdV), irritati dal rifiuto di Villari di rassegnare le dimissioni come chiesto dal partito, è giunta qualche ora fa la notizia che PdL e Pd avrebbero finalmente trovato l’intesa sul nome di Sergio Zavoli.

    La notizia non è ancora ufficiale, considerato che Zavoli ha dichiarato di non aver ricevuto alcuna richiesta formale. In ogni caso si tratta di uno spiraglio importante dopo mesi di stallo sulla candidatura di Orlando alla presidenza, candidatura finora considerata dal centrosinistra ‘non trattabile’, e dopo il blitz del centrodestra che venerdì 14 ha eletto, grazie anche a due voti dei gruppi di minoranza, Riccardo Villari. La mossa fu duramente criticata da Antonio Di Pietro che non esitò in Senato a definire dittatore Berlusconi (come Videla) ed esacerbata dal comportamento ambiguo del discusso presidente eletto. Villari, infatti, non ha eseguito l’ordine giunto dai vertici del Pd, ovvero quello di dimettersi immediatamente, ma ha invece seguito la prassi conseguente l’elezione, fissando appuntamenti con il Presidente della Repubblica e con quelli di Camera e Senato.

    Una scelta che, oltre ad irritare l’Italia dei Valori e il Pd, ha finito per dare un’accelerata alle trattative tra i gruppi parlamentari.

    Sembra, quindi, che il nome di Zavoli possa mettere tutti d’accordo. Sergio Zavoli, 85 anni, giornalista e già presidente della Rai dal 1980 al 1986, è attualmente senatore del Pd. Chissà se sarà lui a mettere la parola fine a questa lunga vertenza e permettere, finalmente, alla Rai di trovare un nuovo assetto dirigenziale.

    361

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI