Vieni Via con Me, un richiamo per RaiTre e Mazzetti sospeso 15 giorni

Vieni Via con Me, un richiamo per RaiTre e Mazzetti sospeso 15 giorni

Continuano le polemiche legate a Vieni Via con Me

    Fabio Fazio e Roberto Saviano

    Vieni Via con Me ottiene un richiamo ufficiale dalla Rai e Loris Mazzetti, capostruttura di RaiTre, conquista una sospensione di 15 giorni. Questo il bilancio confermato da Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa nella puntata di ieri sera, nel corso della lettura dell’elenco delle cose che gli sono rimaste del programma condotto con Roberto Saviano. Il richiamo ha dell’assurdo perché la Rai lo ha deciso in base allo sforamento del programma, di soli due minuti e trenta, sulla tabella di marcia già stabilita.

    L’ultima puntata di Vieni Via con Me era stata lanciata con una durata più lunga del solito, evento annunciato dallo stesso Fazio nei promo del programma, salvo poi, veder smentita la notizia dai vertici Rai che, il giorno precedente alla messa in onda, rettificarono dicendo di non aver mai autorizzato un prolungamento oltre il solito orario di programmazione. Da qui il richiamo.

    E’ incredibile quante polemiche sia riuscito a scatenare Vieni Via con Me, anche dopo la sua chiusura, ma è ancora più incredibile il castigo inferto a Loris Mazzetti, reo non soltanto di aver appoggiato, da capostruttura di RaiTre, la filosofia del programma in questione, ma anche di aver concesso lo sforamento e, danno ancor più grande, aver rilasciato nel tempo dichiarazioni troppo indulgenti su Vieni Via con Me.

    Loris Mazzetti non ha mai avuto paura di difendere i prodotti della sua rete, pagando più volte di persona come quando difese Enzo Biagi.

    Oggi la posizione di Mazzetti rimane delicata, ma, salvo colpi di coda dell’ultimo momento, tutto si dovrebbe risolvere, si fa per dire, perché questo ha del surreale, con 15 giorni di sospensione. ma avendo Mazzetti, già un procedimento aperto a causa delle dichiarazioni rilasciate su un possibile nuovo ciclo di Vieni Via con Me, paventato anche a Ruffini, dovrebbe poter tornare al suo posto di lavoro, come spera Fabio Fazio, a gennaio.

    393

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI