Video Luca e Paolo che cantano Gaber. Stoccate a Masi e La Russa

Video Luca e Paolo che cantano Gaber. Stoccate a Masi e La Russa

Luca e Paolo ricordano Giorgio Gaber a Sanremo 2011 con Noi Due Stupidi e punzecchiano La Russa, Masi e Meloni in platea

    “Noi due, noi ci vogliamo bene…”: Luca e Paolo omaggiano Gaber cantando Noi due Stupidi, proprio in apertura della terza serata del Festival di Sanremo 2011, che fin dalle prima battute vuol fare dell’unione e dell’amore la sua marca distintiva. Entrati subito dopo Belen e la Canalis (a braccetto e impegnate poi in un casquet), cantata la canzone, Luca non resiste alla battuta: “Benvenuti alla serata dell’Orgoglio Gay!“. E in platea compaiono il ministro della Difesa La Russa, il Dg Mauro Masi e il Ministro alla Gioventù Giorgia Meloni. che non sfuggono alle loro battute e ridono. “La Russa, la ringraziamo per le belle parole che ha detto su di noi, ma la preghiamo smentisca, a casa ci hanno tolto il saluto“: giusto per avere un’idea. E in chiusura ancora Gaber con Al Bar Casablanca.

    Un doveroso omaggio a Giorgio Gaber, che ha un’unica pecca, quella di averci spinto a fare questo mestiere“: così Luca e Paolo ‘giustificano’ al pubblico la scelta di questa pillola in ricordo di Gaber, loro ‘mentore’ (per dir così) visto che, come hanno raccontato loro stessi nella conferenza stampa di oggi, fu un incontro con Gaber a ‘ispirarli’ e a far cercare loro cercare con impegno una strada nella recitazione.


    Apprezzabile, perché non banale, la scelta del pezzo, Noi Due Stupidi: un modo per prendersi in giro da soli, un modo per ‘celebrarsi’ con ironia, per ribadire la necessità di volersi bene al di là delle differenze, per giocare sulla ‘dicotomia’ Belen-Canalis, entrate questa sera a braccetto, con Belen à la garçon e la Canalis trascinata dall’amica-nemica in un ‘passionale’ caqsuet tanghero.

    Probabilmente Luca e Paolo questa sera non avranno monologhi, vista la partecipazione di Benigni: come ha detto oggi Luca “fare un pezzo comico dopo Benigni sarebbe come girare un film porno dopo averne visto uno di Rocco Siffredi”. Chiara come analogia, no?
    Ma non resistono alla tentatizione di mettere a giro i politici presenti in sala e il direttore generale Mauro Masi, giunto a Sanremo per accoglierli: “Sono sollevato a vedere Masi in platea – dice Paolo – per lo meno così non telefona“. Puntano poi sulla ridarella di Giorgia Meloni, che quando attacca a ridere non la smette più (e lo sta già facendo), ma il bersaglio preferito è La Russa (con la Meloni a Sanremo non solo per la serata sull’Unità d’Italia, ma anche per presentare i progetti correlati al prossimo Giro d’italia). Nel frattempo godetevi Gaber in Noi Due Stupidi.



    E dopo una serata dedicata alla ‘rivoluzione’ chiosano con Al Bar Casablanca, sempre di Gaber. Ottima (ironica) chiosa.

    512