Video Lele Mora a Exit: “Ruby mi faceva pena; mi candido col Pdl”

Video Lele Mora a Exit: “Ruby mi faceva pena; mi candido col Pdl”

Il video dell'intervista di Lele Mora a Exit, nella quale dichiara di essere pronto a scendere in politica, magari con il PdL

    Ospite della prima puntata della nuova stagione di Exit, Lele Mora ha parlato del suo rapporto con Ruby Rubacuori e dei suoi prossimi progetti ‘politici’: l’ex agente dei Vip, ora indagato dalla Procura di Milano per il Bunga Bunga nelle residenze del Presidente del Consiglio, non nasconde la sua intenzione di entrare in politica con un partito di centro-destra, magari col Pdl. “Se mi vorranno sono pronto a questa scelta, dopo che mi avranno assolto o prosciolto, visto che chi è inquisito non può fare il mestiere di politico o almeno, non dovrebbe” dice Mora, i cui ‘guai’ con la giustizia non si fermano all’accusa di favoreggiamento della prostituzione, visto che in ballo c’è anche il rischio di fallimento della sua LM.

    Nulla ferma Lele Mora, capace di trasformare una tristissima storia di favori economico-sessuali in un trampolino di lancio per una futura carriera politica. Ne ha parlato ieri a Exit, il programma condotto da Ilaria D’Amico tornato ieri in onda su La7, e senza grossi problemi è tornato sul caso Ruby. Racconta dell’affetto che lo lega a questa ragazza conosciuta qualche anno fa, che fin da subito le ha fatto ‘pena’ e tenerezza e che ha immediatamente preso sotto la sua ala protettrice.

    Un rapporto così profondo da spingere la ragazza a chiedergli di accompagnarla all’altare, facendo così le veci del padre lontano, nel giorno del suo matrimonio, che verrà celebrato a Genova il prossimo 17 marzo (peraltro Festa dell’Unità d’Italia, una data quasi simbolica).

    Ma Mora guarda già avanti: quasi incurante del bailamme giudiziario che imperversa sul caso Ruby, si propone sul ‘mercato politico’ dicendosi pronto a scendere in campo con il centro-destra, magari con Pdl “se lo vorrà”. Che abbia qualche credito ancora da riscuotere? Del resto in politica non ci stupisce più nulla: Rifondazione Socialista, movimento nato del 2006, avrebbe voluto candidare nientepopodimenoche Fabrizio Corona, ma -come raccontato dal fondatore Giuseppe Graziani a La Zanzara – fu il premier Berlusconi a farli desistere dall’insano gesto. Berlusconi concederà a Mora di candidarsi tra le sue file?

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN La 7VideoLele-MoraPolitica