Video Annozero: Santoro irride Berlusconi e Sgarbi e sostiene Current

Video Annozero: Santoro irride Berlusconi e Sgarbi e sostiene Current

I video di Annozero del 18 maggio 2011 (Fosse che fosse

da in Anno Zero, Current tv Italia, Informazione, Sky, Vittorio Sgarbi, Politica, Silvio Berlusconi
Ultimo aggiornamento:

    Sono Silvio Berlusconi e Vittorio Sgarbi i primi bersagli di Michele Santoro nell’anteprima della puntata di Annozero di giovedì 19/5/2011, principalmente dedicata all’analisi del voto delle Amministrative 2011, soprattutto a Milano e Napoli. Si parte col commento di Fiorello ai risultati delle Comunali di Milano, si continua con una stoccata a Sgarbi, che ieri sera ha festeggiato con Berlusconi il debutto del suo show. “Mai brindare prima dei dati Auditel” ammonisce Santoro da vecchia volpe tv. In alto il video dell’anteprima di Annozero di Giovedì 18 maggio.

    Una finestra sulla situazione dei rifiuti a Napoli e un commento sul ballottaggio tra Pisapia e Moratti a Milano aprono la puntata di Annozero di questa sera, che si svolge al cospetto di Al Gore, giunto in Italia per difendere Current Tv Italia dalla chiusura decisa da Sky. Il premio Nobel spiega subito ai telespettatori le ragioni che ci sono dietro alla cancellazione dello ‘spin-off’ italiano del suo network dedicato all’informazione indipendente e fa i complimenti allo staff del canale italiano, unico non anglofono e tra i primi per crescita e qualità, guidato da Tommaso Tessarolo.

    Al Gore risponde alle spiegazioni date da Sky per la chiusura del canale, dovute, a detta del monopolista satellitare, al rifiuto di Current di accettare le condizioni seppur vantaggiose offerte per il rinnovo del contratto e dai dati in calo del 2011. In merito ai dati d’ascolto Current fa sapere che “News Corporation sta diffondendo notizie imprecise in merito alla supposta richiesta di Current TV di raddoppiare il compenso a fronte di una perdita di ascolti. Infatti, Current non ha mai parlato di cifre prima di essere informata della cancellazione del canale“. Aggiunge quindi, che “è altrettanto parziale il dato del calo di ascolti pari al 40%, in quanto fa riferimento ai soli primi quattro mesi del 2011, contro un incremento del 550% di ascolti registrato sull’intero anno di programmazione 2009-2010“.

    Al Gore ribadisce poi che l’ordine di chiusura è arrivato direttamente da NewsCorp Usa e che si può riconoscere nella decisione di Sky Italia la volontà di fare un ‘favore’ a Berlusconi ora che sta per essere lanciato il beauty contest per l’assegnazione delle frequenze del DTT italiano, che ha visto finora Sky Italia seccamente contrapposta al governo Berlusconi e al ministro Romani, ma che ora potrebbe avere ‘vantaggi’ importanti da un ‘accordo’ con l’esecutivo. Insomma, Sky avrebbe cambiato atteggiamento per strategia commerciale: come nota Santoro, in passato Sky ha supportato iniziative ‘libere’, come Raiperunanotte, ma ora – di fronte alla possibilità di entrare nel mercato DTT – avrebbe messo da parte il suo spirito ‘libero’, per ‘ingraziarsi’ il governo.




    Non dev’essere facile per il traduttore simultaneo di Al Gore cercare di far capire cosa succede in studio, con Marco Travaglio e Maurizio Belpietro sempre pronti a rimbeccarsi – parlandosi sopra – sul conflitto di interessi e sulla libertà della stampa italiana. In basso il video.



    La puntata è ancora lunga, ma Santoro qualche soddisfazione in apertura se l’è decisamente presa, facendo anche due conti in tasca alla Rai, tornando sugli introiti pubblicitari, sul canone Rai e sull’invito del Premier a non pagare il Canone. “E se tolgono noi? Beh, ci saranno 70 puntate di Sgarbi“.

    653

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anno ZeroCurrent tv ItaliaInformazioneSkyVittorio SgarbiPoliticaSilvio Berlusconi