Vianello promette su Twitter: “Lucarelli tornerà su Rai Tre nel 2014″

Vianello promette su Twitter: “Lucarelli tornerà su Rai Tre nel 2014″

Il direttore di Rai Tre Andrea Vianello ha rivelato su Twitter che Carlo Lucarelli, dopo la cancellazione di Blu notte, tornerà con un nuovo programma dal 2014

da in Rai 3
Ultimo aggiornamento:

    Il direttore di Rai Tre Andrea Vianello ha assicurato che Carlo Lucarelli tornerà in televisione con un nuovo programma a partire dal 2014. L’impegno è stato manifestato in un tweet di risposta a Roberto Saviano, che gli chiedeva conto della cancellazione di Blu notte, storico programma di inchieste presentato da Lucarelli, eliminato dal palinsesto dopo 14 anni.

    “Al direttore Vianello chiedo di non chiudere la trasmissione di Carlo Lucarelli: è memoria storica del nostro Paese. È servizio pubblico.”. Questo il tweet che lo scrittore Roberto Saviano ha indirizzato ad Andrea Vianello, giornalista e direttore di Rai Tre. Una richiesta più che legittima da parte di Saviano, visto che Blu notte (o, come si chiamava negli ultimi anni, Lucarelli racconta), era una delle trasmissioni fiore all’occhiello del servizio pubblico, un programma di inchieste storiche-giornalistiche firmato dal giallista Carlo Lucarelli e andato in onda per ben 14 anni. Poi, improvvisamente, la cancellazione: Lucarelli è scomparso del palinsesto di Rai Tre per motivi economici.

    La società produttrice della trasmissione aveva proposto un cambio di format, con puntate più brevi, ma non è riuscita a garantire un ulteriore taglio dei costi richiesto dalla rete.

    La decisione di tagliare Blu notte ha scatenato molte polemiche. Il Fatto quotidiano ha dato il via ad una raccolta firme (“Si trovino le (poche) risorse necessarie per far proseguire il programma di Carlo Lucarelli, magari tagliando i veri sprechi che si annidano tra le spese ridondanti di alcuni manager dell’azienda pubblica e di qualche giornalista strapagato”), mentre il parlamentare Pino Pisicchio ha presentato una richiesta di acquisizione di informazioni al presidente della Commissione di Vigilanza Rai (“Vorremmo conoscere le ragioni di una scelta che non sembra promuovere particolari virtuosità sul piano del risparmio e che, soprattutto, sottrae alla platea degli utenti televisivi un prodotto informativo di qualità”). All’ennesima voce di protesta che si è alzata contro la decisione di cancellazione, ovvero quella di Roberto Saviano, il direttore di Rai Tre ha risposto di persona su Twitter: “Con Lucarelli abbiamo studiato un nuovo programma che contiamo di fare nel 2014″. Tutto è bene ciò che finisce bene.

    399

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rai 3