Vespa vs Santoro, guerra per l’Auditel e gli ascolti web

Vespa vs Santoro, guerra per l’Auditel e gli ascolti web

Nuovo scontro tra Bruno Vespa e Michele Santoro: questa volta la battaglia si combatte sui dati di accesso ai siti web delle proprie trasmissioni

    Vespa santoro ascolti

    Bruno Vespa e Michele Santoro ancora ai ferri corti: nel corso dell’ultima puntata di Annozero il giornalista salernitano ne approfitta per rispondere agli affondi de Il Giornale, che ha reputato falsi i suoi dati di ascolto, chiamando a testimoniare a suo favore le visualizzazioni del sito ufficiale del suo programma e confrontandoli con quelli di Porta a Porta, ben inferiori ai suoi. Bruno Vespa non ci sta e telefona in trasmissione, ma Santoro lo ignora: Vespa risponderà, dati alla mano, lunedì a Porta a Porta. Di seguito il video di Santoro che ironizza sugli ascolti web di Porta a Porta.

    Tra tanti cambi di poltrone, qualche certezza in Rai c’è: tra queste la guerra incessante tra Bruno Vespa e Michele Santoro. Dopo essere arrivato ad abbandonare in diretta Centocinquanta – la trasmissione condotta con Pippo Baudo sui 150 anni dell’Unità d’Italia – per una scelta autoriale che metteva Santoro tra i grandi de giornalismo italiano, ora Bruno Vespa minaccia ‘rappresaglie’ da Porta a Porta per i dati del traffico del sito della sua trasmissione diffusi da Santoro giovedì scorso in diretta.

    Per smentire Il Giornale, che ha accusato Santoro di ‘gonfiare’ i dati Auditel del suo Annozero, Michele Santoro ha chiamato in causa il traffico web del suo sito, decisamente superiore a quelli di Porta a Porta.

    Immediato il tentativo di replica di Vespa che ha provato a intervenire telefonicamente durante Annozero, ma è stato bloccato da Santoro: “I dati diffusi sono fortemente inesatti” ha detto Vespa alla stampa dopo la mancata ‘risposta’ di Santoro, precisando che il sito di Porta a Porta è stato rinnovato da appena un mese e aperto in via sperimentale. E sul comportamento del ‘collega’ ha commentato: “C’è stato offerto di dare una notizia e non ci è sembrata una risposta garbata. Risponderemo nella trasmissione di Porta a Porta di lunedì prossimo“. La guerra continua. In basso il video.

    511