Vanguard guarda al Giappone e alla fuga dei cervelli

da , il

    Vanguard, le locandine delle puntate del 7 e dell’8 aprile

    Due nuovi appuntamenti per Vanguard, l’approfondimento giornalistico di Current (canale 130 di Sky). Stasera si parla della crisi demografica in Giappone con il reportage JapaRoboNation di Adam Yamaguchi, domani un viaggio tra i Cervelli d’Italia in fuga all’estero. Martedì 7 e mercoledì 8 alle 23.00.

    L’inchiesta di Vanguard dedicata ai temi internazionali in onda questa sera guarda al Giappone. Il Vanguard Journalist Adam Yamaguchi è tornato nel suo Paese per cercare le cause del più basso tasso di natalità al mondo e per esplorare le incredibili soluzioni pensate dal Giappone: tra queste mettere al mondo figli robot.

    Secondo le statistiche i giapponesi si sposano più tardi rispetto al passato e aumentano le donne che scelgono la vita da single. La scarsità delle nascite è ormai un problema sociale e il continuo invecchiamento della popolazione rischia di portare al collasso il sistema previdenziale. Inoltre, il paese dell’imperatore Akihito non accetta il sostegno che potrebbe venire dagli immigrati. Il governo di Tokyo però pare aver trovato una soluzione a tutto questo: i robot. Per ovviare alla mancanza della futura popolazione, il Giappone ha già avviato un processo di robotizzazione della popolazione: camerieri e segretarie robot, accompagnatori robotizzati e qualcuno ha anche commissionato la costruzione del proprio alter-ego per essere presente a diversi appuntamenti contemporaneamente.

    Il consueto dibattito post reportage sarà condotto da Davide Scalenghe dai laboratori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa con l’ausilio dei ricercatori Pericle Salvini e Gabriele Ferri che illustreranno gli ultimi studi e progetti sui robot in Italia, quali missioni avranno e come si integreranno con la società.

    Domani, mercoledì 8, è la volta di Cervelli d’Italia: la fuga dei cervelli è un fenomeno molto diffuso in Italia. Ma chi sono e cosa fanno i ricercatori che, nonostante le difficoltà, scelgono o sono costretti a rimanere nella nostra nazione? Con il reportage L’uomo delle stelle, si parte dall’esempio di Paolo Calcidese, laureato in Fisica e responsabile della Ricerca Scientifica di un Osservatorio Astronomico della Val D’Aosta. Studia i buchi neri e la vita al di fuori del sistema solare. Trascorre le sue notti al telescopio ed è un caso sconosciuto di eccellenza italiana.

    In studio con Vito Foderà Runa Briguglio, dell’osservatorio Arcetri di Firenze, che testimonia la sua esperienza di lavoro in Antartide nella base Concordia; Alessandra Affatato invece presenterà una realtà Italiana, il Progetto RENA, che mira a promuovere una rete nazionale delle eccellenze che sviluppi proposte e pratiche di valorizzazione delle giovani risorse italiane; e in collegamento dalla Svezia la testimonianza di Marzia Palma, medico italiano presso il dipartimento di Oncologia del Karolinska Institutet di Stoccolma.