Valeria Marini e le liti con Vittorio Cecchi Gori

Valeria Marini depone in tribunale contro Vittorio Cecchi Gori per violenze subite durante gli anni della convivenza

da , il

    Valeria Marini, che la settimana scorsa era stata immortalata in pose sexy dal magazine Maxim, ha confessato in tribunale che con Vittorio Cecchi Gori è stato un amore travolgente ma a suon di botte. Il produttore è a processo a Roma per le furibonde liti scatenate da gelosia e futili motivi avvenute all’interno della coppia tra il 2004 e il 2005.

    Amore, passione, gelosia, schiaffi e parolacce: questi gli ingredienti che condivano la relazione sentimentale tra Valeria Marini e Vittorio Cecchi Gori all’epoca in cui stavano insieme. La soubrette sarda nei giorni scorsi è stata chiamata a deporre al processo (celebrato a porte chiuse) che vede imputato il suo ex fidanzato con l’accusa di “minacce e lesioni aggravate dai futili motivi in relazione a diverse liti avvenute tra il 2004 e il 2005”, quando cioè i due protagonisti di questa vicenda convivevano.

    A quanto pare la coppia era solita venire alle mani durante le crisi di gelosia o per liti dovute a divergenze di vedute riguardo a quali trasmissioni tv partecipare. La Marini ha quindi raccontato tra le lacrime al giudice Agnese Burtone i diversi episodi che all’epoca dei fatti l’avevano portata ad accusare Cecchi Gori, anche se ha cercato di ridimensionare le accuse visto che la sua presenza era stata richiesta dagli avvocati della difesa per ufficializzare il ritiro della denuncia e la remissione di querela (ricordiamo infatti che soprattutto dopo sfortunati guai giudiziari del produttore cinematografico la coppia si è riavvicinata trasformando il rapporto d’amore in tenera amicizia). Insomma urla, scenate di gelosia e schiaffi ci sono stati da entrambi le parti, a volte si è esagerato ma “tutto nella norma”.

    Il processo in ogni caso va avanti (non per le lesioni ma per le minacce) perché come si legge in una agenzia dell’Agi “per alcune fattispecie di reato contestate si procede d’ufficio”. A sostegno delle accuse il pm ha portato come prove due certificati medici e la registrazione di una puntata di Domenica In in cui la Marini appare con il volto tumefatto. E proprio i motivi professionali e le partecipazioni ad alcuni programmi sarebbero tra le cause scatenanti delle liti.