Uomini e Donne, Maria De Filippi è furiosa

Uomini e Donne, Maria De Filippi è furiosa

Maria De Filippi è furiosa per l'andamento del suo Uomini e Donne: i troni sono deludenti, per una favola che si compie altri procedono come trame di Beautiful

    Se non fosse per gli ascolti, sempre altissimi, Maria De Filippi avrebbe già tolto di mezzo Uomini e Donne: è quanto rivela Libero Magazine, che dà notizia di una De Filippi furiosa per l’andamento dei suoi troni, sempre più instabili e sempre più simili a Beautiful. In alto un estratto simbolico della trasmissione, di cui è stata protagonista tale Artemisia.

    Maria la Sanguinaria (così definita per la sua capacità di far fuori i rivali a colpi di share) sarebbe pronta a ‘tagliare le teste’ dei tronisti e dei corteggiatori che ogni giorno ‘animano’ il suo ‘reality’ pomeridiano. Sempre premiato negli ascolti, il suo Uomini e Donne sta diventando sempre più la parodia di se stesso. Tra tronisti che han preso lo studio per un porto di mare e passano il tempo ad andar via e poi tornare (per poi andar via ancora, come ha fatto Cristian Gallella), corteggiatori che fanno il doppio gioco (vedi Simone che ha tradito Francesca Mari per poi chiedere la complicità di Daniele, corteggiatore di Natalia Angelini, che non ha più voluto sapere nulla di lui ma che poi ha abbandonato il trono perché troppo coinvolta), fratelli, sorelle o ex che rimpiazzano volti ormai celebri della trasmissione (come Elga Enardu, gemella di Serena, o Carmine Fummo, la ‘scelta’ di Paola Frizziero) stare dietro a Uomini e Donne ormai richiede lo stesso grado di competenza e di concentrazione richiesto ai fans di soap intricate come Beautiful.

    Nonostante Maria ci abbia messo del suo nel portare la tramissione a questi livelli (almeno questo è il nostro pensiero), ora pare pentita, tanto da dare segni di insofferenza. Fosse per lei Uomini e Donne avrebbe già chiuso. In effetti la formula, già discutibile agli inizi, sembra aver mostrato da tempo la corda: si ripete sempre il solito canovaccio, con tronisti e corteggiatori in cerca di visibilità e poco importa che siano state introdotte un paio di regolette per evitare lo sfruttamento dell’immagine (del programma, ovviamente): costretti a rinunciare ad un agente per partecipare al programma, i ‘concorrenti’ non hanno poi difficoltà a recuperarlo per dare il via ai tour da discoteca (Gallella insegna), così come l’obbligo di dare alla decima puntata una reale valutazione sullo stato del trono è stato tranquillamente ‘eluso’.
    Vediamo se con il 2009 la formula verrà definitivamente rivista: per ora resta la solita pantomima.

    510

    TOP VIDEO
    PIÙ POPOLARI