Uomini e Donne, il dramma di Valentina Riccardi

l'ex tronista di uomini e donne Valentina Riccardi (edizione 2008) è stata operata d'urgenza per una appendicite cronica che si era trasformata in peritonite

da , il

    L’ex tronista di Uomini e Donne Valentina Riccardi ha rischiato seriamente di perdere la vita a causa di un’appendicite cronica che per non essere stata diagnostica in tempo si è evoluta in peritonite. Ora sta bene, ma quanta paura. Ecco il suo racconto in una recente intervista.

    Se l’è vista davvero brutta ma è finito tutto per il meglio per Valentina Riccardi, la bionda ex tronista di Trezzano sul Naviglio che ha affiancato Paola Frizziero sul trono di Uomini e Donne fino al 27 marzo 2008, quando decise di scendere dall’ambita seduta rossa per iniziare la sua storia d’amore con Matteo Guerra, conosciuto lontano dalle telecamere e all’epoca famoso solo per essere stato il corteggiatore scelto da Susan Elmi l’anno prima (mentre ora vanta tra le sue ex addirittura Manuela Arcuri).

    Quando Valentina si è sentita male si trovava in un locale di Milano insieme a degli amici. Tornata a casa durante la notte ha scoperto di avere la febbre a 40 e i suoi genitori, dalla provincia di Pavia, si sono precipitati da lei. Insieme hanno chiamato una dottoressa che ha insistito per il suo ricovero in ospedale constatando la gravità della situazione. Le sue condizioni di salute erano così a rischio che è stato necessario un intervento chirurgico d’urgenza.

    Eppure erano cinque anni che soffriva di dolori allo stomaco, ma “ogni volta che mi facevo visitare i medici mi davano risposte diverse, senza mai pensare che il dolore partisse dall’appendicite infiammata. Solo di recente mi hanno diagnosticato un’appendice cronica” ha raccontato la Riccardi in una intervista al settimanale Visto.

    Il chirurgo Massimo Faccini, del Nuovo ospedale unificato di Broni Stradella, al termine dell’intervento mi ha detto che, insieme alla sua équipe, mi ha salvato la vita” ha continuato Valentina spiegando che “l’appendicite si era evoluta in peritonite e una parte dell’intestino crasso stava andando in cancrena” e che per questo “l’intervento è durato ben quattro ore e non i soliti 40 minuti”.

    Adesso la paura è passata ma l’ex tronista ritiene di essere stata molto fortunata e che la settimana che ha trascorso in ospedale le ha dato modo di riflettere su tante cose.

    Ho ricevuto tante dimostrazioni di affetto da parte dei miei amici. Ho capito chi mi stava accanto solo per convenienza e chi, davvero, mi vuole bene. E, soprattutto, sono stata con i miei genitori che, ormai, vedo poco perché sono impegnata col lavoro”.

    Auguriamo tutto il meglio a Valentina.