Uniting Nations – Do It Yourself, il video censurato da YouTube

Nel video, visto da trentamila persone in meno di due giorni, si vedono ragazzi e ragazze che sin dai primi secondi sembrano stiano praticando attività sessuale da soli contemporaneamente

da , il

    Uniting Nations – Do It Yourself, il video censurato da YouTube

    Evidentemente gli amministratori di YouTube non si sono accordi che sul loro sito (e sul web) gira di molto peggio, ma tant’è: il video “Do It Yourself”, singolo anticipatore dell’album “Turning” (uscita prevista 2008) del gruppo dance inglese Uniting Nations è stato rimosso perché considerato troppo “osé”.

    Nel video (sopra un estratto, sul sito del Sun la versione completa, poi c’è anche il profilo su MySpace), visto da trentamila persone in meno di due giorni, si vedono ragazzi e ragazze che sin dai primi secondi sembrano stiano praticando attività sessuale da soli contemporaneamente. In realtà si scopre che la tizia (tale Naomi Millbank-Smith, nota per aver partecipato alla versione inglese de “L’isola dei famosi“) che si lecca provocatoriamente le dita ha solo impastato una torta, mentre la bionda che fa su e giù è solo un’idraulico alle prese con una vasca (e così via). La decisione di YouTube ha a dir poco sconcertato la band (che in un modo o nell’altro è comunque riuscita a far parlare di sé), che tramite il leader Daz Sampson fa sapere ai fan: “Non ci possiamo credere che Youtube abbia bandito il nostro lavoro. In fondo è solo un video divertente. Per questo siamo contenti che Music Biz abbia deciso di mandarlo in onda”. Conferma la Millbank-Smith: “Il video girato è molto divertente e abbiamo riso molto. Attualmente è raro vedermi in cucina, ed è stato divertente che mi chiedessero di girare una parte da cuoca. Amo la musica degli Uniting Nations e incrocio le dita affinché abbiano successo anche in questo caso!”