Una mamma per amica, un film ‘diverso’ dalla serie?

Una mamma per amica, un film ‘diverso’ dalla serie?

Amy Sherman-Palladino rivela ad Ausiello che avrebbe voluto un finale differente per "Una mamma per amica" - che avrebbe sceneggiato se nel 2006 avesse trovato un accordo con la CW invece di andarsene lasciando laserie ad altri

    Amy Sherman-Palladino rivela ad Ausiello che avrebbe voluto un finale differente per “Una mamma per amica” – che avrebbe sceneggiato se nel 2006 avesse trovato un accordo con la CW invece di andarsene lasciando la serie in mano ad altri.

    Avrei voluto che le cose fossero andate diversamente per Rory – spiega la Palladino, che non ha visto l’ultima stagione di Gilmore Girl ma se l’è fatta raccontare – avrei voluto che seguisse un sentiero diverso, che avesse le sue avventure (cosa che suppongo alla fine abbia fatto comunque“.

    La Sherman-Palladino non rivela nel dettaglio cosa avrebbe fatto di diverso, ma per esempio non avrebbe coinvolto Rory nella campagna di Obama, ed anche per gli altri personaggi della serie aveva in mente strade diversi. “Non vi dirò quali sono le mie idee perché c’è sempre un film da fare, che praticamente riprenderò da dove ho lasciato, anche se sarà un po’ difficile“, ha sibillinamente spiegato la creatrice di UMPA.

    Non avete letto male, nonostante la Palladino sia impegnata con una nuova serie per HBO sempre incentrata su dinamiche familiari, non chiude la porta alla possibilità di un film, “sono in contatto con Lauren Graham (che nei giorni scorsi aveva parlato anche del film, ndr) ed Alexis Bledel, se ci sarà una storia da raccontare la racconteremo insieme“.

    Penso – conclude la produttrice – che se non ci fosse stata nessuna possibilità l’avrei detto chiaro e tondo, invece vi dico che c’è la possibilità di raccontare un’altro capitolo della famiglia Gilmore, la cosa bella degli show familiari è che c’è sempre qualcosa da raccontare, non si va mai fuori storia.

    Anche dopo dieci anni, c’è del materiale da approfondire“.

    344