Un personaggio gay in 90210 (ma non è Navid)

Un personaggio gay in 90210 (ma non è Navid)

Dopo mesi di domande sulla sessualità di David e Ty, Christina Worthy/Laurel London, che poi sarebbe la cheerleader che ci ha vagamente provato con Dixon, vedi episodio andato in onda in america lo scorso 18 novembre

    90210 cast

    90210 ha un personaggio gay ed è…seguono spoiler innocui!

    …ed è una ragazza! Dopo mesi di domande sulla sessualità di David e Ty, Christina Worthy/Laurel London (foto sotto), che poi sarebbe la cheerleader che ci ha vagamente provato con Dixon, vedi episodio andato in onda in america lo scorso 18 novembre. (Continua dopo la foto).

    laurel london, 90210

    Nell’episodio del 6 gennaio avremo letteralmente un’epifania quando scopriremo che Christina ha una fidanzata che, secondo TV Guide, non sarà però Aimee Teegarden di Friday Night Lights, ma un altro personaggio che ancora non conosciamo (o cui non abbiamo fatto caso). Il personaggio della London sarà comunque bisessuale, il che significa che potrebbe continuare a ‘puntare’ Dixon.

    Considerato che è da quando è cominciato 90210 che tutti si chiedono chi fosse segretamente gay, e che tutti i radar erano puntati sul ‘persiano’ Navid Shirazi/Michael Steger, era stato lo stesso attore a dire che “no, ho sentito il rumors, ma Navid ama le donne“, nella fattispecie Adrianna/Jessica Lowndes da cui, secondo rumors, potrebbe addirittura avere un figlio.

    Oltre all’omosessualità, dunque, 90210 si pone anche come una serie interraziale, vedi le coppie multietniche Navid/Adrianna, e Dixon/Silver: Steger si è detto entusiasta dell’idea, “visto che i produttori di 90210, come accaduto per Heroes e Grey’s Anatomy, cercano il successo con un cast multietnico“.

    Quanto al suo personaggio, “la cosa interessante è che è ricco, è divertente ed interessante andare in quella magione e giocare al ragazzo che vive una vita di privilegi, perché è una cosa che io non ho mai avuto: la mia auto, ha concluso l’attore, era una Toyota del 1986 che mia mamma mi aveva comprato per 600 dollari”.

    373