Un “Club del libro” per gli indizi e i segreti di Lost

Un “Club del libro” per gli indizi e i segreti di Lost

    sawyer legge un libro

    (Immagine tratta da: losthatch.com; per la cronaca, il libro è “Are You There God? It’s Me, Margaret“, di Judy Blume)

    Televisione e libri sono nemici giurati, di solito chi legge molto guarda poca tv e viceversa, ma siccome Lost non è la tipica serie tv, incoraggia i suoi telespettatori a leggere.

    E’ di ieri, infatti, l’annuncio di un “Lost Book Club”, ossia un club del libro di Lost: nella serie, ricordiamo, non mancano riferimenti culturali vari, e non di rado si vede qualche libro classico. Sul sito ufficiale della serie si trova questa iniziativa, che contiene una serie di titoli ‘riferibili’ a Lost.

    Per ogni libro, è disponibile un breve riassunto, l’attinenza con Lost (come e quando è apparso nella serie), la casa editrice, un link al forum dove discutere l’opera e – ovviamente – un link per comparsi il libro online.

    Tra i titoli imperdibili, On The Road di Kerouak, “Through the Looking-Glass, and What Alice Found There” (“Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò“) di Lewis Carroll, “L’isola” di Aldous Huxley, “Il Signore delle Mosche” di William Golding, “Cuore di Tenebra” di Joseph Conrad, “Jurassick Park” di Michael Crichton, “Straniero in terra straniera” di Robert A. Heinlein e “Racconto di due città” di Charles Dickens.

    Insomma, dopo averci mostrato che il libro preferito di Juliet è “Carrie” di Stephen King, e Sawyer in un’inedita versione di lettore con tanto di occhiali creati ad hoc per l’occasione, Damon Lindelof, Carlton Cuse e tutto il team di Lost, in attesa della quinta stagione, ci invitano ad un’estate di letture: e se leggere è un’occasione per conoscere e capire meglio gli indizi ed i segreti di Lost, perché non approfittare dell’occasione?

    482

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI