Tutti In Piedi! il più visto su Sky. La7 frena su Santoro

da , il

    santoro tuttiinpiedi current

    Tutti In Piedi!, l’evento di Michele Santoro trasmesso ieri in diretta sul web, sul Dtt e sul satellite è stato il programma più visto di Sky con l’1,46% di share e una media di 255.000 telespettatori al minuto. Lo annuncia Current, risultato il canale più seguito nella serata di venerdì 17 giugno sulla piattaforma di Rupert Murdock. Intanto stallo nella trattativa tra Michele Santoro e La7, che non ha gradito le ultime dichiarazioni di Santoro e che non è disposta a lasciare completamente carta bianca al giornalista.

    Partiamo con i dati di ascolto di Tutti In Piedi!: in attesa di raccogliere gli ascolti delle varie emittenti locali italiane che hanno trasmesso in diretta l’evento di Villa Angeetti a Bologna e quelli del traffico dei tanti siti (tra cui noi di Televisionando) che hanno ospitato l’happening per i 110 della Fiom, Current Tv Italia annuncia di essere stato il canale più visto ieri sera nella fascia 21.00/01.00, quella occupata dalle tre ore di diretta dello show di Santoro.

    Una soddisfazione per Current, che il 31 luglio dovrà lasciare Sky, un altro successo che getta ‘vecchie’ ombre sulla risoluzione del contratto con la NewsCorp.

    Ma se Michele Santoro è soddisfatto della serata di ieri, La7 frena sul suo contratto: le sue dichiarazioni sull’eccessivo peso di Telecom sulla rete tv, i tentennamenti legati all’effettiva liertà editoriale e infine l’annuncio di possibili ritorsioni su La7 da parte del Governo non sono piaciuti all’Ad di La7, Giovanni Stella, e al gran capo di Telecom, Franco Bernabè. “L’editore sono io, e quindi, come faccio sempre, voglio vedere con congruo anticipo cosa sta per andare in onda visto che ne rispondo” avrebbe detto Stella, mettendo quindi un primo paletto alla libertà richiesta da Santoro. Gli fa eco Bernabè: “Si può discutere di tutto, di questioni editoriali o di mercato, di autonomia o di ingaggio, ma non di timori per la campagna acquisti“.

    Insomma, il sospetto che Santoro abbia voluto testare la ‘tenuta’ del rapporto con La7 prima di firmare un contratto è sempre più forte. Quali siano gli obiettivi di Santoro non è dato saperlo: di fatto non ha urgenza di lavorare, come da lui stesso detto nella conferenza stampa di presentazione di Tutti In Piedi!. Con la buonuscita Rai può prendersi un paio d’anni sabbatici. Evidentemente ha ancora voglia di rompere le uova nel paniere alla Rai: lo ha fatto ben capire nel monologo con cui ha chiuso ieri Tutti In Piedi!.

    .