True Blood 4, gli spoiler dal Paley Fest

True Blood 4, gli spoiler dal Paley Fest

Spoiler per la quarta stagione di True Blood direttamente dal Paley Fest

    Al Paley Fest, il creatore di True Blood Alan Ball e 12 attori del cast hanno regalato ai numerosi fan qualche spoiler della quarta stagione, in cui i vampiri di Bon Temps ricalcheranno in parte le storyline trattate nel libro “Dead to the World”, scritto da Charlaine Harris, da cui è stata tratta la serie. Ma cosa succederà nella quarta stagione di True Blood? La risposta dopo il salto, ma attenzione alle anticipazioni!

    Al Paley Fest Alan Ball, creatore di True Blood non è stato molto generoso nel riferire qualche anticipazione sulla quarta stagione, in compenso però è stato mostrato ai fan un filmato che anticipa qualcosina. Ve lo proponiamo qui sotto.

    Nel video-assaggio della quarta stagione di True Blood che andrà in onda a giugno su Hbo, vediamo Eric, il vampiro interpretato da Alexander Skarsgård, senza maglietta che vaga senza una meta precisa visto che – hanno spiegato l’attore svedese e il creatore – il nostro ha perso la memoria a causa dei troppi viaggi nel tempo e sarà una specie di agnellino costretto a chiedere l’aiuto dei cittadini di Bon Temps. Tornerà – ha detto Ball – anche Godric (Allan Hyde), l’uomo che l’ha trasformato in un vampiro.
    Al Paley Fest si è vista anche un’altra scena incentrata su Pam (interpretata da Kristin Bauer), Hoyt (Jim Parrack) e Jessica (Deborah Ann Woll) che lottano con alcuni manifestanti, forse licantropi, fuori dal Fangtasia.

    Anna Paquin, parlando della protagonista principale Sookie ha detto: “È stata un po’ in giro, ma tornerà. Per lei è nuovo il fatto di essere una fata“. La Paquin ha anche aggiunto che ha ancora qualche difficoltà nel controllare le sue dita “microonde“, una delle principali caratteristiche della sua trasformazione in fata.


    Ma le sfide per Sookie saranno anche in campo amoroso, separatasi da Bill (Stephen Moyer) – che nel finale della terza stagione abbiamo scoperto essere mandato dalla regina Sophie-Anne (Evan Rachel Wood assente al Paley Fest) per spiare i suoi poteri – la nostra dovrà fare i conti con il licantropo Alcide, interpretato da Joe Manganiello (che, ha detto la Paquin, “non soffre la luce del giorno e non ne viene carbonizzato, ma avrà comunque segreti pesanti“), ma anche con Eric, di cui potrebbe diventare la ‘fata madrina’, anche se non è chiaro se la storyline seguirà il libro e i due si innamoreranno.

    Novità anche per il resto degli abitanti di Bon Temps, l’immaginaria città della Lousiana creata apposta per True Blood: Tara (interpretata da Rutina Wesley) troverà finalmente un po’ di stabilità (ma non durerà molto, anche se il personaggio depresso della terza stagione non è piaciuto per niente ai fan), mentre Lafayette (Nelsan Ellis) sarà “sotto l’incantesimo” del fidanzato stregone Jesus (Kevin Alejandro), anche se non mancano i problemi per le particolarità stregonesche del secondo.

    Lo sceriffo Andy Bellefleur (Chris Bauer) farà qualche esperimento con il V, mentre Sam Merlotte (Sam Trammell) avrà una chance in amore, ma con poche possibilità di riuscita, visto che – ha sintetizzato Ball – “i miei personaggi possono essere felici, ma solo per un episodio“.

    Il creatore di True Blood ha confermato che nella quarta stagione tornerà Denis O’Hare aka Russell Edgington, il re vampiro Mississippi: “Abbiamo scelto deliberatamente di non ucciderlo, ma sarà molto arrabbiato“, ha detto Ball.

    In True Blood 4 vedremo anche nuovi personaggi inclusi streghe, un nuovo lupo mannaro e “un paio di personaggi umani e un bambino” [quest'ultimo è probabilmente il figlio che avrà Arlene (Carrie Preston)]. Fiona Shaw (Harry Potter) sarà una strega di nome Marnie, Neil Hopkins (Lost) sarà Claude, il fratello di Claudine, mentre Chris Butler (The Good Wife) sarà il mutaforma Emory. Non mancheranno, infine, alcune sequenze in flashback (verrà tra l’altro mostrata la storia d’amore tra Eric e Pam), che Ball ha detto di ritenere “normali quando si raccontano le storie di personaggi vecchi di cento e mille anni“.

    794