Topo Gigio testimonial della lotta all’influenza suina

Topo Gigio testimonial della lotta all’influenza suina

E' Topo Gigio il testimonial scelto dal Governo per la campagna mediatica per la prevenzione all'influenza A, meglio nota come suina

    E’ Topo Gigio il testimonial scelto dal Governo per la campagna mediatica per la prevenzione all’influenza A, meglio nota come suina. In alto uno degli spot.

    Parte nei prossimi giorni la campagna promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per la prevenzione dell’influenza A, il cui picco è previsto tra novembre e febbraio. Come testimonial è stato scelto Topo Gigio perché ”presente nella memoria di tutti gli adulti e affascina sempre i bambini” come ha spiegato in conferenza stampa il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti, coinvolto con il Viceministro della Salute, Ferruccio Fazio, in una perfomance del pupazzo, come vediamo in basso.



    Negli spot prossimamente in onda Topo Gigio elencherà e spiegherà le cinque norme di buona prassi diffuse dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ovvero lavarsi spesso e bene le mani con acqua e sapone, coprirsi il naso e la bocca con un fazzoletto se si starnutisce e buttare il fazzoletto nella spazzatura; non toccare occhi, naso o bocca con le mani sporche, cambiare spesso l’aria nei locali chiusi e in caso di febbre, tosse o raffreddore, restare a casa e chiamare il medico di famiglia.

    Costo della campagna circa 2,5 milioni di euro: un secondo ciclo di spot, focalizzato sulla campagna di vaccinazione, sarà poi in onda entro 3 settimane.

    283