TNT salva Southland (e potrebbe ordinare più episodi)

TNT salva Southland (e potrebbe ordinare più episodi)

Ottime notizie per i fan di Southland, la TNT ha ufficialmente comprato la serie cancellata da NBC e la trasmetterà a partire da gennaio: come avevamo già detto, la prima stagione ed i sette episodi della seconda formeranno un unico pacchetto, ma la buona notizia è che se gli ascolti andranno bene, ci saranno episodi aggiuntivi

    Ottime notizie per i fan di Southland, la TNT ha ufficialmente comprato la serie cancellata da NBC e la trasmetterà a partire da gennaio: come avevamo già detto, la prima stagione ed i sette episodi della seconda formeranno un unico pacchetto, ma la buona notizia è che se gli ascolti andranno bene ci saranno episodi aggiuntivi.

    Come avevamo detto nei giorni scorsi, considerati i costi di produzione (comunque bassi rispetto ad altre serie del genere) ed i bassi ascolti della serie, la NBC aveva cancellato Southland decidendo che era meno costoso e più redditizio produrre Dateline, un programma di informazione a tutto tondo tra salute, celebrity e criminalità (senza dimenticare Jay Leno, pagato profumatamente).

    La TNT – vendetta shakespeariana – manderà in onda Southland il martedì alle 10 (che è lo slot di Jay Leno), un giorno ed un orario scelto perché – ha rivelato Steve Koonin, presidente dellla Turner Entertainment Networks – è perfetto per far conoscere la serie ai telespettatori.

    Secondo quanto rivelato da Michael Cudlitz ad Ausiello, “a quanto ho capito, gli episodi attuali potrebbero essere espansi, quindi penso che ne aggiungeranno nuovi contenuti.

    Hanno l’opportunità (ed a mio parere, anche il bisogno) di espandere un po’ i sei episodi iniziali“. L’attore è anche ottimista che la TNT ordinerà altri episodi oltre quelli già in suo possesso, “penso che sarà fantastico e penso che potremmo diventare una grossa hit“.

    Di certo c’è che il cast rimarrà sotto contratto almeno fino a Gennaio, mentre i due set dello show sono al sicuro, “e considerato che giriamo molto per strada – ha rivelato l’attore – penso che finché non impacchettano la città di Los Angeles possiamo stare tranquilli. Sono comunque contento – ha concluso Cudlitz – che la decisione della TNT permetta ai telespettatori di decidere se lo show è bello o fa schifo in base a quanto fatto e non per decisione arbitraria“.

    372

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI