Tim Roth si dà alle serie tv con Lie To Me

Tim Roth si dà alle serie tv con Lie To Me

Tim Roth protagonista della serie tv Lie To Me e del nuovo film di Quentin Tarantino, Inglorious Bastard

da in Film, Giffoni Film Festival 2012, Lie to Me, Primo Piano, Serie Tv, Serie TV Americane, giffoni-film-festival-2008, tim-roth
Ultimo aggiornamento:

    Ospite alla 38ma edizione del Giffoni Film Festival, Tim Roth ha annunciato tra i suoi prossimi progetti la partecipazione ad una serie tv, Lie To Me, un’esperienza inedita per l’attore americano che ha in cantiere anche una nuova collaborazione con Quentin Tarantino. I due, infatti, stanno lavorando al prossimo film del geniale regista de Le Iene e Pulp Fiction, Inglorious bastard.

    Sorridente in un completino bianco che fa molto turista tedesco, Tim Roth, uno dei ‘cattivi’ per eccellenza del cinema americano, ha scherzato per tutta la giornata con i giovani giurati del GFF, sottoponendosi con interesse alle domande che i ragazzi gli hanno rivolto nel tradizionale incontro che caratterizza il passaggio di ogni ospite a Giffoni. Domande che non solo lo hanno stupito per arguzia e intelligenza, ma che lo hanno anche spinto a fare una bella tirata di orecchie alla pletora di giornalisti accalcatasi per fargli domande di routine. “Avete molto da imparare da questi ragazzi”, ha detto Roth alla stampa indicando le centinaia di giurati che lo hanno contornato sul palco dell’Arena Alberto Sordi dove in serata ha completato la sua esperienza giffonese salutando il pubblico. “Prendete esempio, hanno fatto domande acute e intelligenti” ha continuato, affondando il coltello nella piaga e conquistando così anche un’ovazione da parte dei veri protagonisti di questo festival sui generis. Confessa anche di aver conosciuto il GFF solo in questi mesi, ma di essere assolutamente stupefatto del progetto cinematografico e culturale che lo anima. “Sentivo l’esigenza di un festival così, ma non sapevo del’esistenza del Giffoni, tanto che nella scorsa edizione del festival di Cannes ho chiesto agli organizzatori se fosse possibile aggiungere una sezione per i giovani. Mi fu risposto di no e ora sono contento che abbiano rifiutato: non sarebbe stata all’altezza di tutto questo”.

    Giunto a Giffoni con moglie e i due figli, Roth si è dovuto, però, ‘piegare’ alle ‘solite’ domande dei giornalisti.

    Proprio la famiglia ha avuto un ruolo fondamentale nel ‘disegno’ dei suoi prossimi progetti di attore, forse gli ultimi visto che la sua intenzione è quella di dedicarsi, in un prossimo futuro, esclusivamente alla regia. Per stare più vicino ai suoi figli ha deciso di accettare un ruolo nella serie Lie To Me, prossimamente in tv negli Usa: Roth prenderà infatti parte alla puntata pilota della nuova serie della Fox, nella quale interpreta il ruolo del protagonista, Cal Lightman (Roth), un esperto di truffe abile nllo smascherare i colpevoli leggendo i movimenti del loro corpo. Prossemica e cinesica sono quindi le armi a disposizione del particolare investigatore che riuscirà così a incastrare i malviventi e risolvere casi polizieschi. Le riprese della serie, 13 episodi tratti dall’omonimo libro di Sam Baum, inizieranno ad agosto.

    Roth non è, però, riuscito a dire di no ad uno dei suoi personali miti, Quentin Tarantino, che lo ha voluto tra i protagonisti del suo prossimo film, Inglorious Bastard, dopo aver già lavorato con lui in due pellicole davvero ‘mitiche’, Le Iene e Pulp Fiction. “Vorrei però riuscire a liberarmi dai ruoli di cattivo. Mi piacerebbe poter cambiare e interpretare un ruolo comico, anche perchè il pubblico ricorda chi lo sorride con più favore”, ha aggiunto Roth, che ha comunque svelato una parte finora nascosta anche nelle altre occasioni pubbliche, più ingessate e meno coinvolgenti del GFF.

    Oggi è volta di Michele Placido e Toni Servillo: il festival va avanti.

    744

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FilmGiffoni Film Festival 2012Lie to MePrimo PianoSerie TvSerie TV Americanegiffoni-film-festival-2008tim-roth