Tim Kring si scusa per la seconda stagione “fiacca” di Heroes

Tim Kring si scusa per la seconda stagione “fiacca” di Heroes

"Abbiamo fatto molti errori, ma rimedieremo", ha detto il creatore della serie

    tim kring

    Reduce da una prima stagione brillante che gli è valso una nomination agli Emmy, adesso Heroes è in fase discendente, tanto che Tim Kring si è scusato con i fan ammettendo che lui e tutti gli altri sceneggiatori “hanno fatto un errore”.

    “Abbiamo pensato che gli spettatori volessero un’altra prima stagione, dove i personaggi sono scollegati tra loro, scoprono i loro poteri e piano piano si riunissero. Pensavamo si aspettassero un certo tipo di narrazione, invece volevano adrenalina. Abbiamo commesso un errore”. Come dargli torto, visto che lo storyline è piatto e gli ascolti in picchiata (-15%)? Tanto per fare un paio di esempi sparsi, non abbiamo idea del perché Hiro sia tornato così indietro nel tempo, o come mai Peter sia dovuto andare a Montreal per ritrovare sé stesso, e soprattutto come, dopo l’esplosione, si sia salvato e sia finito in Irlanda (pare che tutti i dubbi su Peter verranno risolti nell’episodio 2×08, Four Months Ago). Al posto dei personaggi principali i ‘creativi’ hanno messo storie che non appassionano nessuno, e se Monica (Dana Davis) è un buon personaggio, lo storyline con Maya (Dania Ramirez) e Alejandro non è molto interessante, e tutti si chiedono perché Sylar non li abbia ancora uccisi.

    Tutti i fan americani sono d’accordo nel ritenere che ci vorrebbero più personaggi della prima stagione (Niki/Jessica/Ali Larter avrà detto sì e no dieci battute in tutta questa seconda stagione), e non una ‘creazione di legami’ come avvenne nella prima stagione. In particolare, secondo Kring, gli errori commessi sono stati riguardo alla nuova minaccia (non abbiamo capito quale fosse la missione prima dell’episodio di lunedì scorso, ndr), i nuovi personaggi Monica (Dana Davis), Maya (Dania Ramirez), e Alejandro (Shalim Ortiz) ”non avrebbero dovuto essere introdotti in story lines differenti che li hanno resi estranei allo show”, le lovestory ‘troppe’ lovestory (Hiro – la figlia del costruttore di spade e Claire con il nuovo Superman, ndr), ed Hiro è rimasto in Giappone troppo tempo, anche se, Kring dixit, “ci saranno ancora un paio di puntate ambientate nel Giappone ‘medioevale’, perché dobbiamo spiegare ai fan cosa ci facesse Hiro lì”. In ogni caso, secondo Kring, ”abbiamo recepito il messaggio e prenderemo rimedi”…speriamo!

    393