The Walking Dead 3 stagione, il poster per il Comic Con e gli spoiler di Glenn Mazzara

The Walking Dead 3 stagione, il poster per il Comic Con e gli spoiler di Glenn Mazzara

    Poster, foto e qualche spoiler per la terza stagione di The Walking Dead, in attesa del Comic Con dove verranno rilasciate la maggior parte delle informazioni sulla serie che ripartirà ad ottobre. In alto le prime foto diffuse da EW.com, dopo il salto le dichiarazioni di Glenn Mazzara, showrunner di TWD, relative alla location e alle due new entry, la guerriera Michonne (Danai Gurira) e il supercattivo Governatore (David Morrissey).

    Glenn Mazzara ha parlato ad EW.com della terza stagione di The Walking Dead, in cui scopriremo che ‘tutto il mondo è collassato, è arrivata l’apocalisse, gli zombie sono in ogni dove, non c’è un posto sicuro: se in passato i nostri personaggi hanno potuto trovare qualche posto sicuro, ora non c’è più nessun buon posto dove nascondersi‘, ha spiegato lo sceneggiatore. Non è chiaro se, con un po’ di sforzi, la prigione non possa diventare un luogo sicuro, ma Mazzara si è detto ‘incredibilmente fiero‘ della prigione, ‘la nostra crew ha fatto un lavoro fantastico, ha un livello di grandezza che non ho mai visto in nessun altro show per quanto riguarda la costruzione. La prigione sarà come uno dei personaggi dello show, una casa infestata, spaventosa e da brividi, e ci sono parti della prigione che sono sempre spaventose e inaccessibili al nostro gruppo: non è detto che, come nel fumetto, la prigione sia una benedizione‘.

    Per quanto riguarda i nuovi personaggi, Michonne ‘sarà come nei fumetti, una guerriera micidiale che odia gli walkers più di tutto: li tratta con disprezzo, e quello che è interessante è che avrà anche problemi a relazionarsi con gli umani, forse sta meglio con gli zombie: è un personaggi complicato, che ci dà modo darà modo di divertirci’. Per quanto riguarda il governatore, se in molti sono perplessi sulla scelta del ‘bonaccione’ David Morrissey, Mazzara si è detto sicuro che l’attore ce la farà, ‘è un incredibile attore dal grande magnetismo, ci serviva qualcuno che servisse da pilastro per una storyline intera, per tutto il mondo di Woodbury.

    David ha la forza per farlo, e capisce che la figura che è chiamato ad interpretare è complessa, stratificata e dark: un personaggio – conclude Mazzara – che gli interessava interpretare’.

    422

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI