The Voice of Italy: seconda puntata di Blind Auditions con ex talent e volti noti

The Voice of Italy: seconda puntata di Blind Auditions con ex talent e volti noti

La seconda puntata di The Voice of Italy ha visto i quattro coach impegnati nelle Blind Auditions

da in Rai 2, Talent Show, The Voice of Italy
Ultimo aggiornamento:

    La seconda puntata di The Voice of Italy è nuovamente dedicata alle Blind Auditions, fase essenziale per la formazione dei quattro team capeggiati dai coach Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante, Piero Pelù e Noemi. Non sono mancate voci dalla ‘canna’ notevole così come timbri con i graffi naturali o semplicemente forieri di quel brivido in grado di far pigiare i quattro artisti. In una serata ricca di amichevoli battibecchi soprattutto tra il rock Piero Pelù e la super pop Raffaella Carrà, Fabio Troiano ha introdotto volti e storie di persone legate a doppio filo alla musica, tra cui svettano dilettanti, semi-professionisti e reduci da noti talent show.

    Si aprono le danze con Manuel Foresta, ventiquattrenne di Salerno che canta If ain’t got you. Secondo la Carrà ha ‘uno swing che mi piace moltissimo’ mentre Cocciante lo paragona a Barry White per la voce, ma lui sceglie Raffa per la conoscenza delle dinamiche dello show in senso lato.
    Mattia Lever sedicenne di Trento è noto per aver partecipato a Ti lascio una canzone 3 anni fa. Canta Heaven con la chitarra facendo girare tutti e quattro in simultanea in una sorta di standing ovation. A sorpresa predilige il mondo cantautorale ed opta per Cocciante.
    Samantha Discolpa di Messina lavora come commessa a Roma, Ha partecipato ad Amici dieci anni fa ma la sua esecuzione di Maledetta Primavera non convince nessuno dei giudici.
    Marco Cantagalli, ventunenne romano, è fiducioso nella formula di The Voice. Si fa coraggio e canta Candy facendo pigiare Noemi e Piero Pelù. La sua preferenza va a quest’ultimo convinto che fosse una voce femminile.
    Marcela Cibuckhey, 28 anni, è arrivata seconda a The Voice of Albania. Cantando L’amore si odia non poteva che conquistarne la voce originale Noemi unica a girarsi sul finale premiandone anche il coraggio.
    Veronica De Simone ha 23 anni e vuole cambiare la sua vita. Una splendida esecuzione diAt last la rende appetibile a tutti ma lei è chiara: ‘La Carrà tutta la vita!’.
    Daniele Nicolò cameriere di 25 anni, Non me lo so spiegare senza riscuotere successo. Cocciante non ha sentito l’anima, mentre la Carrà ha visto un Tiziano Ferro piccolino, Pelù non ha intravisto il carattere che ci voleva nella canzone: mai portare Ferro!
    Cristina Balestriere di Ischia, che non vuol dire l’età, canta Right to be wrong. Dopo aver concordato sul fatto che stonasse con Raffaella si gira solo Piero Pelù mentre Noemi trova il suo blues un po’ forzato.
    Giuseppe Scianna ventisettenne di Livorno canta Halleluja rivelandosi un vero fuoriclasse., Si girano Noemi, la Carrà e Cocciante che gli dice che ‘spacca l’anima’ ma lui opta per la rossa cantante.
    Maria Grazia Terranova da Palermo canta E’ l’amore che conta ma non si gira nessuno perché nella sua performance mancava il brivido.
    Georgia on my mind cantata da Samuele Spalletta, ventisettenne torinese fa girare Cocciante e Pelù ma lui sceglie il cantautore.
    Chiara Furfari, 16 anni da Reggio Calabria è divenuta una sorta di youtuber come Cixi di X Factor con il video di una cover alla chitarra. Canta Price Tag e convince Noemi e Cocciante.

    Lei sceglie la cantante perché più vicina al suo mondo.
    Yasmin Kalach, 22 anni da Roma canta Una ragione di più e si girano tutti. Corteggiata molto da Cocciante che tira fuori il suo curriculum da pigmalione di giovani voci, svela di essere ipovedente e sceglie l’istinto con Piero Pelù. Per la Carrà lei può essere The Voice grazie alla grandissima estensione.
    Jessica Morlacchi è l’ex cantante dei Gazosa che racconta la sua ricerca di normalità dopo l’allontanamento dalla musica per la sua giovane età. Canta Oggi sono io e si gira solo Cocciante che per lei pensa ad una dimensione rock.
    Daniela Facchiano di 21 anni da Londra e di padre italiano canta sulle note di Stand by me fondendo altre canzoni ma nessuno si gira.
    Canta Tracce di te Vito Ardito di 53 anni, pittore edile. Per lui si girano due sorpresissime Noemi e Raffaella e lui sceglie quest’ultima.
    Paola Criscione di 18 anni ama il rock e non vuole diventare famosa ma solo vivere di musica. Cantando Bring me to life fa pigiare il fatidico bottone a Cocciante e Pelù, che lei sceglie perché sente più vicino al suo stile. Il cantautore riccioluto se ne duole.
    Chiara Luppi, trentasettenne di Padova ha collaborato con Cocciante in Romeo e Giulietta dove ha intepretato la nutrice. Canta Amor mio e fa girare Noemi, la Carrà e Cocciante che la riconosce dopo averne appreso il nome. A sorpresa vuol cominciare la sua avventura con Raffaella.
    L’ipertatuato e belloccio Timothy Cavicchini con Sweet child of mine fa voltare tutti per il suo graffio naturale e sceglie Piero per il suo amore per i Litfiba.
    Rocco è un ventinovenne abruzzese disoccupato e con un bambino piccolo. Eseguendo una versione di Overdose d’amore di Zucchero con fisarmonica non fa pigiare nessuno dei quattro coach.
    Antonia Laganà è una matura ventunenne di Reggio Calabria che esegue Notturno facendo voltare solo Noemi.

    Si chiude così anche questa puntata che vede delinearsi l’identità dei quattro team: giovanissimi per Noemi con 8 cantanti scelti, voci di nicchia per Cocciante a quota 6, potenziali popstar per Carrà con 8 scelte, personalità rock per Pelù che ha all’attivo ben 10 cantanti.

    953

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rai 2Talent ShowThe Voice of Italy Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI