The Voice of Italy: le audizioni della quarta puntata e la formazione dei team

The Voice of Italy: le audizioni della quarta puntata e la formazione dei team

Chiuse le audizioni di The Voice of Italy con i quattro coach che hanno finalmente formato i quattro team

da in Rai 2, Talent Show, The Voice of Italy
Ultimo aggiornamento:

    Con la quarta puntata di The Voice of Italy si sono concluse le audizioni, ovvero i casting al buio attraverso i quali i quattro coach Raffaella Carrà, Piero Pelù, Noemi e Riccardo Cocciante hanno scelto i loro concorrenti. I team sono, dunque, al completo e composti da sedici concorrenti ciascuno pronti per lo step successivo del talent show: le battles.

    Ecco tutti i concorrenti sottopostisi alle Blind Auditions del 28 marzo:

    Nausicaa Magarini canta Don’t you remember si girano tutti e quattro e lei opta per Noemi poiché è appassionata della musica di Noemi.
    Marianna Barracane ventunenne da Bari, figlia di due musicisti, si esibisce sulle note di Un’ora sola ti vorrei facendo ‘pigiare’ solo Raffaella Carrà.
    Danny Losito ha 47 anni ed ha già avuto successo e come cantante passando anche per Sanremo. Sul palco di The Voice esegue la
    sua versione di Master Blaster facendo voltare tutti tranne Noemi.Lui sceglie Piero Pelù perché si è girato per primo.
    Marilù canta Come il sole all’improvviso senza far pigiare nessuno: l’emozione ha compromesso la performance probabilmente o forse la somiglianza con Elisa.
    Elhaida Dani, cantante professionista diciannovenne dall’Albania si esibisce con Mama knows best suscitando il gradimento da parte di tutti e quattro i giudici. La ragazza ha preferito Cocciante a tutti.
    Gabriella Martinelli, ventiseienne pugliese, vive di musica a Roma. Sulle note di Se stasera sono qui fa pigiare Raffaella Carrà e Noemi sceglie quest’ultima seguendo il cuore.
    Pamela Lacerenza ha trent’anni e arriva dalla Puglia. Canta Big spender venendo contesa da Raffaella Carrà e Piero Pelù. La sua scelta cade sulla Carrà della quale imita l’inconfondibile risata.
    Domenico canta Con te partirò ma nessuno si volta per le sue imperfezioni forse accentuate da una scelta troppo azzardata.
    Maria Teresa Amato, venticinquenne di San Giorgio a Cremano, fa voltare tutti eccetto Noemi. Lei preferisce entrare nel team di quello che chiama ‘il signor Cocciante’ del quale cantava le canzoni già a tre anni.
    Tommaso Gavazzi è un ventisettenne romano con il sogno di comporre per il cinema. Esegue Time is running out e conquista Cocciante e Pelù. La sua preferenza va al frontman dei Litfiba, dei quali ha aperto un concerto nel 2003.
    Luigi ha 24 anni e arriva da Napoli e forse per la scelta sbagliata del pezzo non fa pigiare nessuno dei coach.
    Donato Perrone ha vent’anni e arriva da San Giovanni Rotondo e porta sul palco la sua versione di Rocket man. Lo vogliono
    tutti ma lui è orientato verso il maestro Cocciante, che gioisce.

    Andrea Cosentino è un disoccupato trentenne di Cosenza. Sulle note di Unchain my heart non convince nessuno dei quattro coach.
    Valentina Tramacere, è una ventinovenne di Latina. Cantando Rolling in the deep fa pigiare Raffaella Carrà, Piero Pelù e Noemi. Lei sceglie Piero Pelù che chiude il suo team.
    Teresa Capuano ha ventinove anni e arriva da Roma dove fa la poliziotta. Con la chitarra canta Mentre tutto scorre e fa
    voltare solo Noemi che la accoglie nel suo team ormai al completo.
    Arriva Francesca Bellenis, quarantunenne che vive negli Stati Uniti che ha già collaborato con Cocciante. Sulle note di The Best fa voltare Cocciante e Carrà ma sceglie il maestro.
    Paola Licata ha vent’anni e arriva da Agrigento. Dopo aver cantato Il tempo di morire si becca il gradimento di Raffaella Carrà.
    Antonio Guido, ventinovenne di Napoli non fa pigiare nessuno nonostante la performance grintosa.
    Alessio Ranno ha ventun’anni e arriva da Siracusa e canta Cambiare facendo voltare Cocciante che per lui vuol ricercare un repertorio più personale.
    Matteo Lotti ha trentasei anni e vive a Bergamo. Esegue Via conquistando sia la Carrà che Cocciante. Il cantante opta per la Raffa nazionale.
    Dopo aver rifiutato Valeria Crescenzi, Francesca Cattaneo e Desirè Capaldo, Cocciante sceglie la cantante trentunenne Gabriella Iandolo.

    707

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rai 2Talent ShowThe Voice of Italy Ultimo aggiornamento: Giovedì 02/06/2016 07:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI