The voice of Italy: i concorrenti scelti da Cocciante, Noemi, Carrà e Pelù

The voice of Italy: i concorrenti scelti da Cocciante, Noemi, Carrà e Pelù

I concorrenti di The Voice of Italy selezionati nella terza puntata di Blind Auditions sono 16 e si aggiungono agli altri 32 delle precedenti

    Dopo la quarta puntata di The Voice of Italy i concorrenti scelti nelle Blind Auditions cominciano ad avere l’attenzione del pubblico televisivo così come dello stratificatissimo popolo del web. A parte gli apprezzamenti per il mix formato dai quattro coach Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante, Noemi e Piero Pelù, l’innovativo talent show di RaiDue ha avuto il merito di portare ai casting cantanti bravi e mai ‘talenti incompresi’ passati nelle fasi iniziali di X Factor o Italia’s got talent per citare qualche esempio. Sono stati selezionati tutti i cantanti ammessi alla fase successiva della gara ed inclusi nei team dei quattro coach, scopriamo insieme chi sono.

    Giovani talenti, quarantenni in cerca della svolta, ragazzi segnati dalle difficoltà della vita hanno avuto la loro chance grazie al talent show di RaiDue.

    Team Carrà

    Raffaella Carra The Voice

    Eccettuato il caso di Denise Faro, già nota in Sudamerica ed attivissima nella musica e nello spettacolo, gli altri concorrenti possono definirsi a buon diritto ‘persone normali’.

    La prima concorrente a strabiliare tutti i coach è stata Stefania Tasca con una notevole esibizione sulle note di Diamonds. Nata a Torino 19 anni fa, canta da quando è piccolissima come ha raccontato la madre alla redazione di The Voice of Italy. Recentemente si è trasferita dall’Italia a Londra per perseguire meglio il suo sogno, prima, però, è stata la voce di una rock band nota perlopiù nel torinese. A sorpresa Stefania ha scelto di entrare nella squadra di Raffaella Carrà.

    Michelle Perrera è nata a Roma da genitori dello Sri Lanka. Scartata ad X Factor, è arrivata fino al primo live di The Voice of Germany, al quale è giunta grazie alla cugina. Raffaella Carrà l’ha voluta nella sua squadra dopo aver sentito l’esibizione sulle note di E poi di Giorgia.

    Daniele Vit ha trentaquattro anni e arriva da Roma. E’ un cantante professionista: ha partecipato a Castrocaro, Heineken Jammin Festival e Sanremo ed il suo ultimo album risale al 2011. Con una versione personale di Se bastasse una canzone di Eros Ramazzotti è approdato nel team di Raffaella Carrà.

    Manuel Foresta ha venticinque anni e arriva da Cava dei Tirreni in provincia di Salerno. Studia per diventare architetto ma la passione per il canto scoperta relativamente tardi potrebbe scombinare i suoi piani per il futuro. Esegue If ain’t got you conquistando la Carrà che preferisce a Cocciante.

    Veronica De Simone ha ventitrè anni e arriva da Massa Carrara. Amante dei tatuaggi che le ricordano momenti importanti del passato, è approdata al talent per cambiare la propria vita. Dopo una bella performance sulle note di At last, tutti i coach ambiscono ad averla nella propria squadra ma lei ha una spropositata stima per la Carrà.

    Vito Ardito ha cinquantadue anni e vive a Cisterna di Latina dove lavora come è imbianchino. Sposato con una figlia, canta Tracce di te dando l’impressione di essere molto più giovane. Tra Noemi e la Carrà decide di scegliere quest’ultima.

    Chiara Luppi ha trentasette anni e arriva da Padova. Accantonata la laurea in Architettura, dopo la morte del padre trova la forza di inseguire il suo sogno. Tra le sue esperienze artistiche c’è il ruolo della nutrice in Romeo e Giulietta di Riccardo Cocciante. Dopo aver cantato Amor mio, contrariamente alle attese sceglie la Carrà, nonostante l’apprezzamento di Noemi e del suo ex maestro.

    Emanuele Lucas ha ventinove anni e arriva dalla Puglia. Appassionato di canto e recitazione, ha cantato L’ultima occasione. Tutti eccetto Pelù si sono voltati per lui, ma la sua preferenza è andata a Raffaella Carrà in omaggio al nipote fan della conduttrice.

    Chiara Papalia arriva da Roma e ha ventitrè anni. Studia Lingue Orientali e lavora come fotografa, ma vuol convincere la madre che il canto è la sua vera vocazione. Ha cantato Born this way facendo voltare solo Raffaella Carrà.

    Noemi Smorra ha ventinove anni e arriva da Roma. Figlia di una cantante e di un musicista, ha recitato in Tv e sta preparando il suo primo album. Per la sua esibizione con Tutt’al più fa voltare solo la Carrà.

    Daphne Nisi ha ventotto anni e arriva da Roma. Insegna canto e si esibisce con il suo gruppo, i Baraonna, reduci da un emozionante duetto con Claudio Baglioni. E’ stata contesa da tutti per la sua versione di Aquarius, ma lei preferisce la Carrà.

    Marianna Barracane è una ventunenne di Bari figlia di due musicisti. Scrive commedie teatrali e testi di canzoni e con la sua versione di Un’ora sola ti vorrei ha fatto voltare solo la Carrà.

    Pamela Lacerenza ha trent’anni e arriva da Tivoli, dove gestisce un negozioni di accessori femminili esibendosi nei locali con le sigle dei cartoni animati allo stesso tempo. Fidanzata con un sassofonista, grazie alla sua versione di Big spender viene contesa da Pelù e Carrà scegliendo quest’ultima.

    Paola Licata è una ventenne di Agrigento che non si è mai esibita al di fuori di casa propria. La sua performance sulle note de Il tempo di morire fa pigiare solo la Carrà.

    Matteo Lotti è un trentaseienne bergamasco che ha scelto la musica rispetto al mestiere di imbianchino. Conquista Cocciante e la Carrà con la sua versione di Via ma opta per il caschetto biondo più famoso della Tv.

    Team Pelù

    Piero Pelu The Voice

    Roberta Orrù ha trentatrè anni, è originaria di Cagliari ma vive da oltre dieci anni a Roma. Attualmente fa la cassiera, dopo essere incappata in una serie di sfortunate coincidenze che l’hanno allontanata dalla realizzazione del suo più grande sogno. Dopo tanti sacrifici, infatti, aveva conquistato un contratto discografico ma la casa di produzione è ben presto fallita. Successivamente era stata notata dalla cantante Alexia che l’ha voluta per aprire i suoi concerti, ma un incidente stradale le ha impedito di dedicarsi a questo impegno. Emblematica la canzone scelta per le Blind Auditions – Paid my dues di Anastacia – e l’ingresso nel team di Piero Pelù è immediato.

    Savio Vurchio ha quarantaquattro anni e arriva da Trani. Ha sempre lavorato grazie alla musica, esibendosi in numerosissimi matrimoni con la sua voce calda e particolare. Sposato da due mesi con una ragazza dominicana madre di due bambine, ha conquistato tutti con l’esecuzione di It’s a man’s world, optando per il team di Piero Pelù.

    Francesco Guasti è la voce rock di The Voice of Italy. Pratese, ha studiato musica lirica e negli anni ha tentato di diventare un cantante. E’ fidanzato con un’infermiera di un carcere di massima sicurezza e gestisce alcuni negozi d’abbigliamento insieme al fratello. E’ arrivato tra i primi 40 selezionati all’Accademia di Sanremo. Ha ceduto alle ‘lusinghe’ di Piero Pelù dopo aver cantato You shook me all night long degli AC/DC.

    Fabio Zampolli è un ventinovenne originario di Bergamo e lavora come cameriere a Milano. E’ il più autodidatta tra i concorrenti: ha sempre cantato ad orecchio ed è la voce di una band live. Ha scelto di entrare nella squadra di Piero Pelù dopo aver cantato Use somebody di Kings of Leon.

    Alessandra Parisi è una ventinovenne di Caserta e fa l’insegnante di canto ai bambini. Fidanzata con il musicista Piergiorgio, sta completando gli studi al Conservatorio e ha vinto il Premio De Andrè. E’ entrata nel team di Piero Pelù dopo aver cantato Why di Annie Lennox.

    Timothy Cavicchini ha ventotto anni e arriva da Verona. Frontman di una cover band che gira per tutta l’Italia, lavora come barman nei fine settimana. E’ ambito da tutti per la sue esecuzione graffiata di Sweet child of mine ma l’amore per i Litfiba determina la sua scelta.

    Paola Criscione ha diciotto anni e viene da Ragussa. Timida e appassionata di rock non aspira alla fama ma piuttosto alla possibilità di vivere con la musica. Contesa da Pelù e Cocciante dopo aver cantato Bring me to life sceglie il rocker per maggiori analogie nello stile musicale.

    Yasmin Kalach è una cantante ipovedente di ventidue anni che arriva da Roma. Di origini siriane, strabilia tutti cantanto Una ragione di più ma l’istinto la conduce all’animo rock di Piero.

    Cristina Balestriere svela la sua provenienza – Ischia – ma non l’età. La passione per la musica l’ha fatta arrivare fino a Londra e New York, ma il suo sgono è fare qualcosa di grande in Italia. Con Right to be wrong convince solo il frontman dei Litfiba.

    Marco Cantagalli ha ventun’anni e arriva da Roma dove studia al Dams. Seppur dall’aspetto semplice e dall’aria schiva si esibisce nei locali romani con il suo gruppo. Canta Candy facendo pigiare Noemi e Piero Pelù. Quest’ultimo diventa il suo coach.

    Giulia Penza ha diciassette anni e arriva da Milano. Canta sin da piccolissima grazie anche all’incoraggiamento della sorella maggiore. Per lei, esibitasi sulle note di Mercy, si volta solo Piero Pelù.

    Ilaria Deangelis ha trentun’anni e arriva da Spoleto. Ama il soul ed ha iniziato anche a studiare recitazione. Esegue Ain’t no sunshine conquistando la Carrà e Pelù, che il fortunato ad essere scelto.

    Marica Lermani è una ventiseienne lucana. Canta in ben due band: una rock e l’altra blues. A contendersi il suo talento dopo l’esecuzione del pezzo Pieces of dreams sono tutti i coach tranne Noemi e lei privilegia il più rock tra tutti.

    Danny Losito ha quarantasette anni ed una carriera di cantante e deejay alle spalle. Dopo aver partecipato anche a Sanremo qualche anno fa, vuole recuperare il successo perduto e con la sua versione di Master Blaster conquista tutti tranne Noemi e facendosi guidare dall’istinto opta per Pelù.

    Tommaso Gavazzi ha ventisette anni e arriva da Roma. Sogna di vivere di musica, magari scrivendo per il cinema. Con Time is running out conquista il gradimento di Cocciante e Pelù ma sceglie quest’ultimo dopo averne aperto un concerto nel 2003.

    Valentina Tramacere ha ventinove anni e arriva da Latina. Si esibisce sulle note di Rolling in the deep preferendo a Noemi e la Carrà il frontman dei Litfiba.

    Team Noemi

    The Voice Noemi

    Flavio Capasso è un trentenne originario di Napoli che vive a Nettuno. La sua vita è costellata di tentativi musicali: teatro, esibizioni live e cantante in una nave da crociera. Vicino all’universo musicale dell”r’n'b, ha scelto di accettare l’invito di Noemi dopo aver cantato For once in my life di Stevie Wonder.

    Paola Gruppuso è una diciassettenne di Alcamo. Voce profonda e look rock curato dalla mamma parrucchiera, si esibisce su palchi locali al fianco del fratello suo vocal coach d’eccezione. Con una struggente Volami nel cuore di Mina ha conquistato Noemi.

    Martina Lo Visco è uno scricciolo di 16 anni che arriva da Benevento. Appassionata di musica grazie alla sorella pianista, ama tutti i generi e non si è mai tirata indietro nel partecipare a concorsi canori. Studia all’Istituto Professionale e farebbe l’avvocato se non riuscisse a diventare cantante. Ha scelto di entrare nel team di Noemi dopo aver proposto Halo di Beyoncee al piano.

    Silvia Capasso è una trentunenne di Anzio, dove ha da poco aperto un ristorante. Si è avvicinata al successo quando la Warner individuò un suo inedito da proporre a Laura Pausini, in seguito ha duettato con Ron ed è stata corista di Pupo. Noemi l’ha accolta nel suo gruppo dopo averla sentita cantare Chasing pavements di Adele.

    Antonia Laganà ha ventun’anni e arriva da Reggio Calabria. Sorretta da una fede incrollabile, persegue da anni il sogno della musica. Con una struggente interpretazione di Notturno convince solo Noemi.

    Chiara Furfari arriva da Reggio Calabria ed ha solo sedici anni. Appassionata di rock, ha all’attivo un video di una performance casalinga su YouTube visualizzato da molti utenti. Con l’esecuzione di Price Tag interessa a Cocciante e Noemi, ma su quest’ultima ricade la sua scelta.

    Giuseppe Scianna ha ventidue anni e arriva da Livorno. Dotato di un incredibile graffio naturale, non vive di musica ma pensa a lavorare anche per la sua famiglia, in cui è assente il padre. Dopo aver eseguito Halleluja sceglie Noemi nonostante l’interesse di Raffaella e Cocciante.

    Marsela Cibukai ha ventotto anni ed ha partecipato a The Voice of Albania. Ha vissuto per anni in Italia e si è iscritta all’università. Attualmente canta in una band e con un indiretto omaggio a Noemi con la sua L’amore si odia la conquista.

    Giuliana Danzé ha diciotto anni e si è già distinta qualche anno fa a Ti lascio una canzone. Grazie a questa esperienza ha fatto un breve tour in America, ha partecipato come ospite a Sanremo ed ha inciso un album di inediti mai uscito. Per recuperare la strada musicale ha cantato Listen di Beyoncee preferendo Noemi alla Carrà.

    Diana Winter ha ventotto anni e dal 2009 è la corista di Giorgia. E’ figlia di una pianista austriaca ma alla musica ha preferito il canto ed ha già inciso un disco. La fiorentina fa pigiare tutti per la sua interpretazione di Kiss, ma il prescelto è la cantante rossa per motivi generazionali.

    Francesca Monte ha venticinque anni e arriva da Salerno. Ha girato il mondo per cantare e suonare il piano, troncando anche la sua relazione con un fidanzato non felice della sua carriera. La sua voce black sulle note di Nothing real but love fa voltare tutti ma lei si volta per Noemi di cui apprezza le qualità di interprete.

    Jacopo Sanna ha vent’anni e arriva da Tivoli. Studia Economia all’università ma canta sempre con il sostegno dei genitori. La raffinata interpretazione di Ordinary People fa voltare solo Noemi.

    Silvia Caracristi ha ventinove anni, è originaria di Trento ma vive a Roma dove studia Filosofia. Canta nei locali ed ha partecipato a Sanremo Lab, occasione in cui ha incrociato Noemi. Quest’ultima diventa la sua coach nonostante l’apprezzamento di Raffaella Carrà dopo l’esecuzione sulle note di Love song.

    Teresa Capuano ha ventinove anni e vive a Roma. Fa la poliziotta come suo padre ma il suo sogno è fare la cantautrice. Con la versione alla chitarra di Mentre tutto scorre fa voltare solo Noemi.

    Nausicaa Magarini ha ventiquattro anni e arriva da Milano. Vive di musica e con la sua interpretazione di Don’t you remember piace a tutti ma preferisce la rossa.

    Gabriella Martinelli ha ventisei anni ed è pugliese. Vive a Roma dove canta nei locali notturni e per strada. Canta Se stasera sono qui e tra le due coach donne opta per la cantante.


    Team Cocciante

    Riccardo Cocciante The Voice

    Giulia Saguatti ha ventitrè anni e arriva da Pesaro. Laureata in Economia, ha lottato con successo contro il cancro senza mai abbandonare il sogno della musica. Nel 2012 ha vinto il Discovery Summer Festival di Riccione. La sensibilità e dolcezza dimostrate nell’esecuzione di True Colors le sono valse l’ingresso nel team di Riccardo Cocciante.

    Lisa Manara ha vent’anni e vive vicino Imola. Ha studiato canto e pianoforte. Timida e particolarmente legata alla sorella ha scelto il team di Cocciante dopo aver cantato Estate di Bruno Martino.

    Francesco Monti è un musicista e cantautore di Reggio Emilia. Suona spesso con il padre ed ha un amore viscerale per la chitarra. Alle Blind Auditions ha cantato Kiss from a rose di Seal ed ha scelto di entrare nel team di Cocciante.

    Jessica Morlacchi ha venticinque anni e arriva da Roma. E’ l’ex cantante dei Gazosa, con i quali ha vinto il Festival di Sanremo Giovani nell’edizione condotta proprio da Raffaella Carrà. Dopo l’abbandono del gruppo in favore di un ritorno alla vita normale ci riprova con The Voice. Con l’interpretazione di Oggi sono io fa voltare solo Cocciante.

    Samuele Spallitta ha ventisei anni e arriva da Torino dove lavora come baby sitter e panettiere. La sua interpretazione di Georgia on my mind fa voltare Pelù e Cocciante ma lui preferisce quest’ultimo.

    Mattia Lever ha sedici anni ed arriva da Trento. Noto per la partecipazione a Ti lascio una canzone, suona anche la chitarra. La sua versione di Heaven lo rende appetibile a tutti, ma lui opta per Cocciante.

    Pasquale e Michele Tibello sono due gemelli diciannovenni originari di Foggia. Sono diversissimi ma accomunati dalla passione per la musica. La loro interpretazione de I giardini di marzo fa voltare la Carrà e Cocciante, ma la scelta cade su quest’ultimo grazie alla passione per i musical.

    Lorenzo Campani ha trentanove anni e arriva da Reggio Emilia. Cantante professionista, ha una lunga gavetta alle spalle e vanta il ruolo di Quasimodo in Notre Dame de Paris di qualche anno fa. Per questo, pur avendo conquistato tutti con la sua versione de La sera dei miracoli sceglie di lavorare ancora con Cocciante.

    Rosalia Davì ha quarant’anni e viene da Palermo. Mamma di due figlie grandi, ha soffocato la sua passione per dedicarsi alla famiglia. Spinta dai suoi cari a tentare la carta della musica ha cantato When a man loves a woman. La sua timbrica particolare fa voltare tutti tranne Piero e lei sceglie Cocciante, l’interprete che la fa commuovere più di tutti.

    Federica Celio ha ventiquattro anni ed è napoletana. Cantante per lavoro, ha partecipato a Sanremo Lab nel 2008. Solo Riccardo Cocciante si volta per la sua interpretazione di I don’t know.

    Donato Perrone è un ventenne foggiano che conquista i quattro coach con una versione alla chitarra di Rocket Man ma lui ha occhi solo per Riccardo Cocciante.

    Elhaida Dani ha diciannove anni e arriva da Tirana. Vive di musica e con una spumeggiante versione di Mama knows best si attira il gradimento di tutti. La sua preferenza va a Cocciante.

    Mariateresa Romano, venticinquenne di Napoli, ha sempre avuto l’appoggio dei suoi nel perseguire il sogno della musica. La sua performance grintosa fa voltare tutti eccetto Noemi, ma la sue preferenza va al maestro.

    Francesca Bellenis è una romana quarantunenne che vive negli Usa. Anni fa ha collaborato con Cocciante, suo coach nonostante l’interesse di Raffaella Carrà.

    Alessio Ranno è un ventunenne di Siracusa che ama la musica da sempre. Offre una performance non esente da sbavature sulle note di Cambiare, ma Cocciante resta conquistato da lui.

    Gabriella Iandolo completa il team di Cocciante. Ha trent’anni e arriva da Salerno dove canta nei locali.

    3329

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI