The Voice of Italy 2, puntata del 12 marzo 2014: le Blind Audition svelano i primi talenti

The Voice of Italy 2, puntata del 12 marzo 2014: le Blind Audition svelano i primi talenti

La prima puntata di The Vocie of Italy 2 ha fatto emergere i primi talenti, tra lacrime, delusioni e scambi di sesso

    La puntata di The Voice of Italy 2 ha visto svolgersi le tanto attese quanto temute Blind Audition. Tra maschi scambiati per femmine e brani famosi non riconosciuti dai coach, l’appuntamento iniziale del talent show non ha di certo annoiato.

    Parte la nuova edizione di The Voice of Italy 2, con una squadra di giudici rinnovata per un quarto. Raffaella Carrà, Noemi, Piero Pelù e la new entry J-Ax sono pronti a sfidarsi per conquistare la palma del vincitore.

    Le Blind Audition sono la parte più crudele ma anche più entusiasmante del talent show, quella in cui i candidati devono convincere i coach solo ed esclusivamente con l’uso della propria voce. Sono le fasi più ricche di emozioni e sorprese, talvolta positive e altre volte negative. Nella maggior parte delle occasioni sono i potenziali concorrenti a restare senza parole, ma di tanto in tanto succede anche il contrario. Come nel caso di Tommaso Pini, 24enne di Firenze, che con la sua voce da soprano ha tratto in inganno il quartetto di artisti: quando Tommaso ha intonato ‘Summertime sadness’, la Carrà e compagni hanno pensato di trovarsi al cospetto di una ragazza brava ma come tante altre. La prima a dargli fiducia è stata Noemi, subito seguita dagli altri tre: lo stupore generale è stato evidente quando i coach hanno capito che si trattava in realtà di un uomo. I giudici si sono letteralmente contesi il fiorentino, che alla fine ha scelto l’esperienza della Raffaella nazionale.

    Situazione di stallo anche per Gianna Chillà, mamma 41enne di Roma, pure lei corteggiatissima da tutti e quattro i coach.

    Noemi le ha riservato vere e proprie sviolinate al ritmo di ‘Sei la mia cantante preferita, amo questa musica’ e la bravissima Gianna l’ha premiata scegliendo proprio lei. Noemi si è aggiudicata anche il talento del musicista romano Andrea Veschini, che guarda caso l’ha incontrata anni fa, quando lei girava i locali cercando di diffondere il proprio cd.

    Il rapper napoletano Ivan Granatino ha conquistato la fiducia di J-Ax, così come Giusy Scarpato, che cerca in The Voice un riscatto dalle discriminazioni subite per il proprio aspetto fisico.

    Simone Di Benedetto ha omaggiato la Carrà con ‘Rosso’, lei lo ha premiato girandosi, ma non ha capito di trovarsi di fronte a un ragazzo fin quando non ne ha saputo il nome. Lui però non si è offeso e ha scelto di entrare nel suo team.

    Tra chi non è riuscito a passare spicca invece Luiza, ventenne originaria della Romania, la cui cover di ‘Someone like you’ è apparsa troppo simile all’originale per i gusti dei giudici. Lei non l’ha presa benissimo, nemmeno un po’. Da notare che nè la Carrà nè Piero Pelù hanno riconosciuto il brano, ma del resto J-Ax non è stato grado di riconoscere Whitney Houston.

    495

     
     
     
     
     
    ALTRE NOTIZIE