The Voice 3, Piero Pelù contro le case discografiche: polemica sul ‘tafazzismo criminale’ [VIDEO]

The Voice 3, Piero Pelù contro le case discografiche: polemica sul ‘tafazzismo criminale’ [VIDEO]

The Voice 3, Piero Pelù contro le case discografiche: polemica sul 'tafazzismo criminale' [VIDEO]

da in Francesco Facchinetti, Rai, Rai 2, Talent Show, The Voice of Italy
Ultimo aggiornamento:
    Piero Pelù contro la discografia

    Piero Pelù contro tutti (o quasi). Il coach di The Voice Of Italy 3 attacca duramente la discografia italiana, rea di non seguire adeguatamente i talenti usciti dal programma. Nella conferenza stampa di presentazione della nuova edizione del talent show prodotto da Rai e Talpa, il giudice parla apertamente di ‘tafazzismo contagioso e criminale’. Nel video in apertura potete guardare l’intervento di Pelù e ascoltare le sue dichiarazioni. Come è noto, il vincitore di The Voice vince un contratto con un’etichetta discografica, la possibilità, quindi, di pubblicare il suo album. Secondo il coach Piero, però, non va sempre così.

    L’attacco di Piero Pelù scaturisce dalla domanda di un giornalista presente alla conferenza stampa. Alla richiesta di spiegazioni sul perché The Voice non abbia ancora sfornato un talento da hit, Pelù risponde che la colpa è della major legata al talent show, poco incline a seguire da vicino la carriera del vincitore, così come degli altri concorrenti, anch’essi sotto contratto.

    ‘Non è un talent, è un programma musicale, la musica è il comune denominatore. Devo registrare un tafazzismo contagioso e criminale delle case discografiche che non segue i talenti che escono da questo programma’, dice, ‘mi auguro che cambi mentalità, la discografia è in crisi perché vuole farsi de male’. Dalla sua, Pelù ci tiene a sottolineare che ce la mette tutta per supportare gli artisti in cui crede: è rimasto in contatto, infatti, con Francesco Guasti e Giacomo Voli.

    Angelo Teodoli, direttore di Rai 2, sottolinea, però, che The Voice ha il compito di trovare ‘la voce’, non quello, invece, di pianificare il dopo. Interviene Noemi, la quale ricorda che i giudici fanno quello che possono, almeno all’interno dello show, e che dopo la fine dello stesso sono necessarie tre caratteristiche: talento, porgetto, intenti. Quest’anno The Voice Of Italy troverà il nuovo Lorenzo Fragola?

    319

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Francesco FacchinettiRaiRai 2Talent ShowThe Voice of Italy Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25/02/2015 12:57
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI