The Voice 3: il vincitore è Fabio Curto del Team Facchinetti

The Voice 3: il vincitore è Fabio Curto del Team Facchinetti

The Voice 3: il vincitore del talent di Rai 2 è Fabio Curto del Team Facchinetti

    The Voice 3: il vincitore è Fabio Curto del Team Facchinetti. Dopo una lunga cavalcata partita dalle Blind Audition, passata per le battle e i KnockOut e giunta ai Live, durante la finale andata in onda mercoledì 27 maggio 2015, il talent show di Rai 2 ha incornato il suo vincitore, per la gioia dei coach Roby e Francesco Facchinetti che hanno da subito creduto nel suo talento. Un serata all’insegna della musica, ha dunque decretato il successore di Suor Cristina: l’inedito di Fabio dal titolo L’ultimo esame ha conquistato il pubblico a casa, che attraverso il televoto ha dato il suo sostegno al talento. Al secondo posto si è qualificata Roberta Carrese, medaglia di bronzo per Carola Campagna, mentre il primo a lasciare la gara è stato Thomas Cheval: il livello delle esibizioni è stato davvero elevato.

    Dopo un lungo percorso, che ha lo ha visto passare attraverso i verdetti della giuria e poi del televoto, Fabio Curto è il vincitore di The Voice of Italy 3, proclamato durante la diretta del 27 maggio 2015. Esultano con lui Roby e Francesco, a capo del Team Facchinetti. E’ stata una serata molto emozionante, che ha visto i talenti scontarsi a suon di note musicali: ai corner del palco del talent di Rai 2, che per l’occasione si è trasformato in un ring, i concorrenti hanno usato tutti i mezzi a loro disposizione, dall’inedito alle cover preparate con i rispettivi coach e alla fine il pubblico sovrano ha deciso: Fabio è la voce d’Italia!

    Dopo essersi esibito con gli altri finalisti con artisti del calibro di Ariana Grande e Tiziano Ferro, Fabio Curto ha affrontato diverse prove: è passato incolume dal primo verdetto che lo ha visto esibirsi con una cover, con un duetto con il coach e con il suo inedito. Durante la seconda manche, invece, il vincitore ha riproposto il brano presentato alle Blind Audition, quello che lo ha fatto amare dal grande pubblico e ha fatto il modo che tutte le poltrone dei giudici si girassero per lui.

    Adesso, Fabio ha in mano un contratto con la Universal e la possibilità di farsi conoscere con i suoi inediti: nel testa a testa tra il Team Facchinetti ed il Team Pelù, Fabio e Roberta hanno cantato i loro cavalli di battaglia, ma il pubblico ha preso la decisione finale. Fabio e il duo vincente padre-figlio sono saliti sul gradino più alto del podio. Fabio, subito dopo al vittoria ha dichiarato che dedica la sua vittoria al fratello Francesco: un grande guerriero e uno dei più grandi esempi nella sua vita, dove per stare bene bisogna combattere ogni giorno. Il fratello maggiore è da sempre il suo esempio di tenacia, che ha definito un ariete molto testardo.

    b

    A 27 anni, con una laurea in Scienze politiche in tasca, l’artista che ha scelto la strada per esibirsi, adesso può puntare a palchi di grande prestigio.

    Fabione, come lo chiama Roby, per via della sua altezza, che suona diversi strumenti musicali, tra cui pianoforte, chitarra e violino, fa parte di un gruppo che suona musica balcanica. Il suo inedito scritto con la collaborazione di L’Aura ed altri artisti, gli ha aperto le strade del successo: da domani è tutta un’altra musica per Fabio, o forse la stessa che lo ha accompagnato finora, ma con una risonanza maggiore.

    Fabio si è dichiarato felice per aver conosciuto l’elite del nostro paese, facendo riferimento ai grandi artisti grazie ai quali è cresciuto e si è molto arricchito: il rapporto che ha creato con i giudici ha gettato le basi per fare uscire il suo meglio. Si sente molto fortunato per la vittoria e già domani tornerà nel suo paese, in Calabria, per ringraziare tutte le persone che lo hanno votato e sostenuto. Il rapporto umano, secondo quanto Curto ha dichiarato nella conferenza stampa successiva alla premiazione, è necessario per lavorare bene, soprattutto il vincitore di The Voice 3 è lieto di aver potuto lavorare con le persone che lo hanno aiutato nella stesura del suo inedito.

    Nella sua vita Fabio ha ammesso di aver incontrato persone che sembravano cattive, ma in realtà erano solo insoddisfatte perché non avevano realizzato i loro desideri: talvolta la sfortuna ci è avversa. Ma tornando al talent, Curto ha ammesso che l’emozione più bella gliel’hanno data i coach quando ha cantato Emozioni di Lucio Battisti: tutte le barriere sono cadute è rimasta solo l’emozione, facendo emergere quel che Roby e Francesco sono dietro le quinte, perché prima di giudicare si deve essere meno severi.

    Il sogno più grande di Fabio adesso è Sanremo: ci aveva già provato con una band di cui faceva parte, ma non ce l’ha fatta: ‘E’ il palcoscenico più importante della musica italiana, certo che mi piacerebbe!‘, ha ammesso il vincitore. Il podio lo ha immaginato come una cosa concreta solo dopo aver cantato Emozioni. La sua band è nata dopo la laurea e dopo un viaggio nei balcani: da quel momento in poi si sono dati da fare per dare vita ai brani inediti che Fabio aveva nel cassetto, trovando subito un grande feeling: ‘La musica ci ha aperto uno scenario mediterraneo‘.

    947

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI