The Vampire Diaries, boom di ascolti (e qualche guaio)

Altro che Melrose Place: Vampire Diairies ha debuttato con un botto che supera persino la performance di 90210 l'anno scorso e con 4

da , il

    Altro che Melrose Place: Vampire Diairies ha debuttato con un botto che supera persino la performance di 90210 l’anno scorso e con 4.84 milioni di telespettatori è il miglior risultato di sempre quanto a premiere, vista soprattutto dalle donne 18-34 (3.1 milioni). Ma la serie non è esente da guai: nella gallery, quattro delle foto segnalatiche di alcuni membri del cast arrestati per disturbo alla quiete pubblica.

    Se la premiere della quinta stagione di Supernatural ha fatto altrettanto bene con 3.4 milioni di telespettatori, ornando a Vampire Diaries, pare che quattro attrici della serie – Candice Accola, Sara Canning, Nina Dobrev e Kayla Ewell, più un fotografo – siano state accusate di disturbo alla quiete pubblica.

    Le quattro – lo scorso 22 agosto, in Georgia (dove la serie è girata) – stavano con un fotografo per alcuni scatti promozionali, ed oltre a penzolare dal ponte ed altre amenità che hanno fatto pensare ad un tentativo di suicidio, pare che gli scatti dei flash abbiano ‘accecato’ alcuni motociclisti.

    Secondo i documenti della polizia, due vicesceriffi sono arrivati in Rumble Road Bridge a Forsyth dopo aver ricevuto numerose chiamate da parte di persone che pensavano ad uno scherzo di ragazzini: controllata la macchinetta del fotografo Tyler Shields, gli agenti hanno trovato “numerose fotografie di donne che penzolavano e sedevano a cavalcioni sul ponte, ed addirittura una di un’attrice tenuta per le gambe dalle altre nel gesto di buttarla giù dal ponte“.

    Le sei persone (sul posto era presente anche Krystal Vayda, attrice che con la serie non ha nulla a che fare) sono state messe sotto chave, poi hanno pagato una multa ad un’associazione benefica e sono stati scarcerati nel giro di poche ore (secondo quanto dichiarato da una portavoce dell’ufficio dello sceriffo, visto che la CW non conferma).