The Pills, da Youtube alla tivù: la web serie dal 7 maggio in terza serata su Italia1

I The Pills approdano in tivù: da Youtube a Rai2 e Italia1 la serie web è generalista

da , il

    The Pills in tivù. Da Youtube a Giass e ora l’approdo in pompa magna su Italia1. La rubrica Saranno Sorrentini, a Giass – il programma flop di Antonio Ricci – li aveva ospitati in video con le parodie irriverenti tra surreale e grottesco. Ora, la seconda nuova stagione, I The Pills 2, approda a breve su Italia1 (in terza serata, il mercoledì, dal 7 maggio 2014), segnalata da Checco Zalone, con la produzione di Toadue; Rai2 invece ha avuto effetto contrario con Suor Cristina: da The Voice of Italy a 45 milioni di views sul web.

    La nuova stagione è composta da 28 puntate della durata di dieci minuti ciascuna. Una collaborazione con la televisione che è cominciata da molto prima: già con Radio Deejay per la realizzazione della puntata speciale La banda de roma sud (con gli attori di Romanzo Criminale) e alcuni “passaggi” su La3.

    Se Italia1 non ha mai brillato per produzioni irriverenti fatte in case (tolta qualche rarissima eccezione subito rinchiusa nell’armadio come Così fan tutte), a Rai2 va dato il merito di aver sperimentato, pur con ascolti non catastrofici, la serie web di Ivan Cotroneo, dal titolo Una mamma imperfetta. Dunque, la voglia di guardare al di là dell’orto della produzione televisiva artigianale, più propensa a Italia1 a dire il vero (si ricordi Salvi chi può ad esempio), pare esserci, e trova la sua espressione nella notizia di un trasloco low cost dei The Pills sulle due reti.

    Low Cost e non poco se, la seconda, nuova stagione di The Pills costa 250.000 euro: “Più o meno come tre minuti di Don Matteo” ha dichiarato Matteo Corradini a La Repubblica, volto di punta del gruppo di webber. Ma come al solito, nemmeno questa volta si può dire che le reti generaliste siano arrivate prima. Anzi, proprio per quanto detto non è così.

    Italia1 dal canto suo stavolta ha degli assi in casa: la seconda stagione è co-prodotta insieme alla Taodue di Pietro Valsecchi – collabora a quasi tutte le fiction Mediaset – e gode della regia di Matteo Rovere. Insomma, come successo per Frank Matano, l’amatoriale finisce in tivù per diventare un prodotto popolare ma fatto bene, pur se si sono dovuti adattare a qualche imposizione da “passaggio televisivo”. Il linguaggio, però, non cambia e in arrivo ci sono nuovi personaggi.

    Se il set è rimasto, e rimarrà ancora a lungo, casa di Luca (uno dei protagonisti dei The Pills), la sceneggiatura solitamente ispirata a situazioni di quotidianità tra grottesco e surreale sarà arricchita dall’arrivo di altri nuovi personaggi: Angela ad esempio ma anche dei veri e propri attori come Claudia Vismara e Elena Cucci.