The Office, la carta per fotocopie della Dunder Mifflin diventa realtà

The Office, la carta per fotocopie della Dunder Mifflin diventa realtà

La carta Dunder Mifflin diventa realtà: sarà Staples Inc

da in Serie Tv, Serie TV Americane, Sitcom, The Office
Ultimo aggiornamento:

    dunder mifflin paper the office diventa realta

    La carta Dunder Mifflin (questo il nome della fittizia compagnia produttrice di carta ‘protagonista’ della sitcom The Office), diventa realtà: se nella finzione la DM deve fare i conti con gigantic del settore quali la Staples Inc., nella realtà sarà proprio la compagnia succitata, tramite Quill.com, a produrre e vendere la vera carta Dunder Mifflin.

    Solitamente nella finzione vengono reclamizzati prodotti veri (il così detto product placement), l’esperimento tentato da Staples Inc. funziona invece in maniera inversa: grazie ad un accordo biennale con NBC Universal, la compagnia di prodotti per ufficio venderà risme di carta Dunder Mifflin, la compagnia al centro delle vicende narrate in The Office. Una cosa apparentemente stupida, non fosse che – dice il Wall Street Journal che ha dato la notizia – il mercato della carta per fotocopie vale in America centinaia di milioni di dollari l’anno.

    Le vendite sono in discesa – in parte per colpa della crisi, in parte per l’uso sempre più frequente di email e pdf – ma il mercato resta ricco e Staples Inc. ha ben pensato di farsi pubblicità senza spendere un soldo, usando un marchio ben noto nella mente di tanti telespettatori: quello della Dunder Mifflin, le cui risme di carta e gli scatoloni avranno il logo e gli slogan – ‘Our motto is, Quabity First’ e ‘Get Your Scrant on’ – televisivi.


    La vera carta Dunder Mifflin costerà di più – dovrebbe aggirarsi sui 35 dollari, contro i 30 dollari di un pacco normale – ma le parti sembrano credere in quello che hanno firmato: NBC Universal prenderà il 6% degli introiti e Quill.com passerà dal product placement al product placement inverso, ossia dal pubblicizzare prodotti veri, al mettere in commercio un prodotto fittizio.

    Per la cronaca non una prima volta, ricordiamo che negli anni passati sono stati messi in vendita i dolcetti di Harry Potter e i gamberetti del film di Forrest Gump; nel 2007 la catena 7-Eleven aveva cambiato la grafica di alcuni suoi negozi trasformandoli in Kwik-E-Marts, la fittizia catena dei Simpson di cui all’epoca veniva lanciato il film. Oggi la carta Dunder Mifflin, segno che The Office – nonostante il calo di telespettatori seguito all’addio di Steve Carell – ha ancora un suo fascino.

    427

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Serie TvSerie TV AmericaneSitcomThe Office