The Following rinnovato: 5 ragioni per guardare la serie tv FOX

La FOX ha rinnovato 'The Following' la serie tv thriller di Kevin Williamson

da , il

    The Following rinnovato: 5 ragioni per guardare la serie tv FOX

    Sono bastati sei episodi alla FOX per decidere di rinnovare The Following, la serie tv thriller che ha debuttato in America lo scorso 21 gennaio. Il responso del pubblico è stato molto positivo, così come le recensioni della critica, per cui la decisione non sorprende. Ma cosa ha di tanto speciale questo The Following? Se ancora non vi siete approcciati alla serie tv, vi offriamo 5 ragioni per recuperarla.

    • I due Kevin. Il produttore esecutivo Kevin Williamson e il protagonista Kevin Bacon sono senz’altro ottimi motivi per dare una chance a questo prodotto. Bacon non ha bisogno di presentazioni e il fatto che abbia scelto questo ruolo per passare dal grande al piccolo schermo, parla da sè. Williamson è noto per aver dato i natali a teen drama come Dawson’s Creek e The Vampire Diaries, ma c’è il suo nome anche dietro alla saga cinematografica di Scream, che in questo caso è ben più significativo.
    • Il ‘seguito’. Il titolo della serie tv rimanda all’elemento centrale della trama, quel seguito di adoratori ed emulatori di cui il serial killer Joe Carroll si serve per compiere i propri misfatti. Assassini e psicopatici non mancano di certo nel panorama televisivo, ma uno che si muove da dietro le sbarre come un burattinaio e si macchia di atroci delitti senza sporcarsi le mani, porta la tematica a ben altro livello.
    • James Purefoy. Per un ‘buono’ di un certo calibro ci voleva un ‘cattivo’ all’altezza della situazione, e l’obiettivo è stato pienamente centrato. Non è da tutti tenere testa al carisma e alla presenza scenica di un attore come Kevin Bacon, ma Purefoy ci riesce alla grande, col risultato che lo spettatore si trova indeciso nella scelta da che parte stare.
    • Edgar Allan Poe. Il celebre scrittore ci viene presentato come il mito di Carroll, ex professore di letteratura inglese che matura un’ossessione malsana per Poe. E’ dalle sue opere che trae la macabra ispirazione per i propri crimini efferati, mettendo in scena un culto morboso nei confronti del romanziere. I riferimenti e le citazioni letterarie si sprecano negli episodi, il che rende il prodotto ancora più intrigante.
    • La violenza scenica. E’ bene sapere che The Following non è un prodotto per tutta la famiglia e che anzi il contenuto particolarmente forte di certe scene ha sollevato anche varie polemiche. La serie tv va in onda sulla FOX, non su reti cable come la HBO o AMC che non si fanno problemi di sorta. Ma Williamson non ha paura di spingersi fino ai limiti finora stabiliti e non per il mero gusto di farlo, ma perché la storia lo richiede. Nessuna scena sanguinosa o violenta è gratuita, ma puramente funzionale al coinvolgimento dello spettatore.

    The Following va in onda in America tutti i lunedì sera sulla FOX e da noi, il martedì sera alle 21:10, su Sky Uno.