The Cleaner, la serie “estrema” da questa sera al via su Joi

The Cleaner, la serie “estrema” da questa sera al via su Joi

Prima una serie allegra e fresca come Royal Pains, poi un pugno nello stomaco con The Cleaner, fortunata serie della A&E creata da Jonathan Prince e con protagonista Benjamin Bratt

    Prima una serie allegra e fresca come Royal Pains, poi un pugno nello stomaco con The Cleaner, fortunata serie della A&E creata da Jonathan Prince e con protagonista Benjamin Bratt. L’appuntamento, per i fan italiani, è in seconda serata (ma in prima visione) alle 22 su Joi (Mediaset Premium).

    The Cleaner (arrivata in America alla sua seconda stagione, se possibile ancora più bella della prima) racconta la storia di William “The Cleaner” Banks, un uomo soggetto ad ogni tipo di dipendenza che un giorno decide di chiedere a Dio una seconda occasione per non perdere la sua famiglia.

    Dopo essersi ripulito di tutti i suoi vizi, William si dedicherà a ripulire (cleaner in inglese significa pulitore) le altre persone che hanno una dipendenza, coadiuvato da una squadra di ex-dipendenti (Akani Cuesta – Grace Park, Arnie Swenton – Esteban Powell e Darnell McDowell – Kevin Michael Richardson) come lui. Ma la sua “missione” rischia di scontrarsi con le esigenze della vita familiare, che nel caso di William sono la moglie Melissa (Amy Price-Francis) ed i figli Lula e Ben (Liliana Mumy e Brett DelBuono).

    The Cleaner è basata sulla storia (reale) dell’interventista estremo Warren Boyd, co-produttore della serie: dopo aver trascorso una vita piena di eccessi che lo hanno portato persino in galera, Boyd si è redento grazie alla nascita della figlia.


    In prigione Boyd ha seguito un programma di riabilitazione, ed una volta uscito ha deciso di fare della lotta alla dipendenza la sua missione di vita: da consulente per le dipendenze, Boyd ha aiutato (secondo rumors più o meno confermati) gente del calibro di Robert Downey Jr., Mel Gibson, Courtney Love e Whitney Houston, ed oggi è un uomo felicemente sposato e con tre figli.

    A noi The Cleaner piace, un po’ meno alla critica americana “recensita” su Metacritic: la serie ha la media del 6 nei giudizi dei telespettatori, mentre a parte il giudizio del Chicago Sun Times che è positivo (“per quanto – scrive – alcuni potrebbero avere dei problemi con gli interventi divini”), il resto son tutte stroncature.

    Secondo il Newark Star-Ledger, “The Cleaner non è uno show cattivo, ma è poco accattivante”, mentre il Pittsburgh Post-Gazette sottolinea come la serie “sia solo l’ultimo esempio dei programmi della tv via cavo, con un nome di primo piano che interpreta un personaggio duro ma danneggiato”.

    Newsday rileva che “The Cleaner è stiloso ed ha un cast carino, è ben sceneggiata ma lo show manca di cuore e passione”, mentre per USA Today “doveva essere eccitante, è molto stupida”. Giudizi praticamente uguali a quelli delle bibbie televisive americane, che la trovano “ridicola” (Entertainment Weekly), “troppo simile ad altri reality della A&E” (Hollywood Reporter).

    Nella puntata in onda questa sera, William tenta di aiutare Zachary Giles (James Immekus), promessa dello sport con una pericolosa dipendenza da mentanfetamine che lo porta a rubare alla sua famiglia ed ai vicini: se anche voi volete dare una chance a questa serie (e non ve ne pentirete; forse anche i critici dovrebbero dargli una possibilità…) l’appuntamento è alle 22 di questa sera su Joi (Mediaset Premium).

    The Cleaner on A&E Starring Benjamin Bratt


    Photogallery: www.tvguide.com

    701

    Festival di Sanremo 2017

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI